AttualitàManfredonia
Un investimento che rende: "Se il turismo può essere una risorsa e durante l’anno è difficile affittare, ben vada con gli affitti temporanei"

Case in affitto in estate: un business in crescita a Manfredonia

Da Monticchio a Siponto, passando per l’offerta del centro storico, sono tanti i turisti che scelgono questa sistemazione, per risparmiare o per vivere meglio il centro


Di:

Manfredonia, 9 agosto 2018. Gli anni passano, gli sforzi per incrementare il turismo a Manfredonia aumentano e, in assenza di un numero congruo di strutture alberghiere, aumenta anche il business delle case in affitto per turisti durante la stagione estiva. Da Monticchio a Siponto, passando per l’offerta del centro storico, sono tanti i turisti che scelgono questa sistemazione. Un modo per risparmiare, per vivere meglio il centro storico o per godere di un’atmosfera più informale: sono diversi i motivi di tale scelta, come spiegano i visitatori stessi che passeggiano per le vie del centro o presso il Lungomare.

«I prezzi in alta stagione non sono proprio bassi, ma nel mio caso si tratta di un appartamento in pieno centro e abbiamo tutto a portata di mano, dai locali ai servizi principali quindi va bene», dice uno di loro. Famiglie per il centro, gruppi più grandi nelle ville di Siponto: chi arriva qui per la prima volta, chi torna qui ogni anno perché legato da affetti familiari, in ogni caso turisti la cui età media va dai 40 anni in su. Un dato non irrilevante che spiegherebbe anche perché gli affittuari non lasciano in secondo piano la cura della casa, come spiega una turista: «Qui non è Gallipoli o il Salento dove i turisti accettano qualsiasi condizione per alloggiare in una casa, soprattutto i ragazzi. Qui vengono famiglie con figli o coppie più grandi, ovviamente è nell’interesse dell’affittuario consegnare un ambiente pulito, sano e decente.»

Questo perché il Gargano è meta per quei vacanzieri che prediligono un turismo di tipo slow, una filosofia di viaggio che si contrappone al turismo di massa e di consumo e che poco valorizza le tipicità di un luogo. Tra loro ci sono anche stranieri, in particolare gente dei paesi nordici come Germania o Olanda, che proprio presso le agenzie di viaggio ha avuto modo di scoprire questo lato d’Italia e le attrattive rivolte alla valorizzazione del territorio che sa offrire. E alla domanda su come hanno contattato i loro affittuari, rispondono: «Facile. Ci sono molti siti come Airbnb dove è possibile trovare questi appartamenti, alcuni di loro molto caratteristici.»

In effetti, basta accedere al sito per scoprire più di cinquanta risultati su camere, posti letto e case sparse per tutto il paese: il sito mette in contatto i turisti con gli affittuari che offrono le loro case dotandoli di ogni comfort, come testimoniano le recensioni che tutti i navigatori possono leggere. E tutto con contratti regolari, non in nero. Un segnale positivo, almeno, sul senso di ospitalità dei manfredoniani. Come dimostra il fatto che c’è chi non si limita a mettere a disposizione un immobile di sua proprietà, ma anche a reinventarlo, in modo da investire nel business delle case in affitto: «Ho rimesso in sesto la vecchia casa di mia mamma» afferma una proprietaria di una delle case che è possibile trovare a Monticchio, «mobili Ikea, condizionatore e ho riarredato il bagno. È bello rivedere la casa in vita con bambini e famiglie. È un investimento che mi sta dando una bella rendita utile tutto l’anno. Se il turismo può essere una risorsa e durante l’anno è difficile affittare, ben vada con gli affitti temporanei.»

E se i turisti scelgono la città sul golfo è per la sua posizione centrale: «Da qui le mete principali del Gargano sono più facilmente raggiungibili. Beh, se hai la macchina in realtà. Spostarsi con i mezzi pubblici qui è difficile perché i collegamenti sono fatti male. Spostarsi liberamente con un mezzo tipo navette è possibile solo per chi alloggia in hotel. Ma non è un problema solo di Manfredonia questo, è una mancanza di tutta la provincia e in particolare della zona garganica.» E aggiunge: «Se non fossimo automuniti sarebbe un problema anche per gli eventi. La sera dobbiamo spostarci spesso, forse per i più giovani è più facile trovare qualcosa da fare, come andare a ballare a Siponto».

Molte di queste case in affitto sono ubicati nei pianterreni. C’è chi apprezza questa caratteristica, chi ormai si ferma a chiacchierare con le vicine sedute fino a tardi fuori la loro casa (una scena tipica d’estate) e chi, invece, si dice pentito di questa scelta. Le problematiche per loro sono essenzialmente due: la confusione e la sporcizia. «In centro la sera c’è un po’ di confusione, ma questo è comprensibile in alta stagione. Il problema vero però è la sporcizia, noi ci alziamo la mattina molto presto per andare a mare e non è bello uscire di casa e trovare ancora bottiglia e altro della baldoria dei ragazzi la sera prima.» Un problema che accusano anche quelli che invece hanno affittato lontano dal centro, in particolare Monticchio e Siponto.

Tirando le somme: quella delle case in affitto in estate è sicuramente una realtà che va presa in considerazione nelle strategie adottate per incrementare il turismo, cercando di migliorare i problemi che riguardano sia il nostro piccolo (la pulizia delle strade, il cartellone degli eventi estivi) sia quelli di portata maggiore, come il problema dei trasporti.

 Carmen Palma per StatoQuotidiano

Manfredonia, 09 agosto 2018

Case in affitto in estate: un business in crescita a Manfredonia ultima modifica: 2018-08-09T12:44:57+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Lettore

    Ovviamente quasi sempre in nero. Spero che il Governo metta sotto attenzione Manfredonia magari impiegando anche generali della finanza,intellugence e migliaia di domini. Con tutta l’evasione fiscale di Manfredonia potemmo sanare non,solo il debito pubblico italiano ma di tutta la U.E!


  • Rocco27cm

    Tutto rigorosamente a nero. Vai così dategli pure lustro…ma!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This