Edizione n° 5404

BALLON D'ESSAI

FOGGIANA // A Parma la più giovane laureata di sempre. E’ foggiana
21 Luglio 2024 - ore  13:02

CALEMBOUR

GIALLO // Bergamo: ripescato cadavere dal fiume Serio, sul torace tatuaggio con la scritta “family”
21 Luglio 2024 - ore  13:04

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Che fine ha fatto Mr Y. – S. Thomas, 2006

AUTORE:
Carmine Totaro
PUBBLICATO IL:
9 Novembre 2010
Cultura //

newton-scarlet_thomas
La scrittrice Thomas Scarlett (image: fantascienza.it)
Bologna – “SE tu sapessi che questo libro è maledetto lo leggeresti lo stesso?”. Qualsiasi persona mediamente sana di mente lo farebbe, se non altro per curiosità, visto che alle maledizioni non ci crede più nessuno, soprattutto quando sono scritte sulla copertina di un libro. In realtà ad essere maledetto non è il romanzo di Scarlett Thomas, bensì quello che la sua eroina, Ariel Manto, legge (e contiene una misteriosa formula): “Che fine ha fatto Mr Y.”, scritto da Thomas Lumas. Ecco, a questo punto ci si è già persi, per cui è necessario mettere un po’ d’ordine.

LA TRAMA Ariel Manto è una giovane studentessa della British University. Sta lavorando ad una tesi sulle opere di Thomas Lumas, uno scienziato del XIX secolo che effettuava esperimenti sui poteri della mente umana, quando, in seguito ad una serie di eventi fortuiti, si ritrova tra le mani una rarissima copia, forse l’ultima rimasta, del romanzo “Che fine ha fatto Mr Y.”, scritto dallo stesso Lumas. Questo libro ha fama di essere maledetto perché tutti quelli che lo hanno letto sono morti, a cominciare dall’autore deceduto subito dopo aver finito di scriverlo. Ariel decide di leggerlo, nonostante la maledizione incombente. Scopre subito che il libro è in grado di trasportare chi lo legge nella “troposfera”, dove è possibile viaggiare nel tempo e nello spazio entrando nelle menti di altri uomini. Nel frattempo alcuni inquietanti individui stanno cercando di impadronirsi del volume, ed Ariel deve superare mille pericoli sia nel mondo reale, sia nella “troposfera”, dalla quale viene attratta in maniera sempre più irresistibile e rischiosa.


L’ANALISI – “Che fine ha fatto Mr Y.” è il primo romanzo di una giovane scrittrice inglese. Acclamato dalla critica e dal pubblico, è stato tradotto in varie lingue. Gli ingredienti per un’opera di successo ci sono tutti, e ben dosati: bella scrittura, grande inventiva, citazioni colte, atmosfere cupe, “mistero” e “maledizione” a mettere pepe nella storia, una protagonista stravagante ma brillante, sesso in dosi hollywoodiane. Bé, del sesso in dosi hollywoodiane se ne poteva fare a meno, non sembra funzionale alla storia, quanto piuttosto un tentativo di “sporcare” il personaggio principale, di rendere questa già interessante Ariel Manto ancor più oscura e decadente. Nel contesto di una storia fantastica e nera, questa cosa stona un po’. C’è poi l’originale mix di scienza, fisica, letteratura, filosofia che può affascinare il lettore più smaliziato, ma annoiare in alcuni frangenti un lettore con pretese più basse. Nel complesso un romanzo godibilissimo e originale che paradossalmente ha come unico neo l’ambizione (sopra le righe) dell’autrice.

L’AUTRICE Scarlett Thomas è stata considerata, nel 2001, tra i venti migliori giovani scrittori inglesi dall’Independent on Sunday. Tiene un corso di scrittura creativa presso la University of Kent e collabora con alcune testate giornalistiche. Vive a Canterbury. In Italia sono stati pubblicati anche “PopCo” e “L’isola dei segreti”. E’ appena uscito il suo nuovo romanzo “Il nostro tragico universo”.

Il giudizio di Carmine
Scarlett Thomas
Che fine ha fatto Mr Y.
2006, Newton Compton Editori
Valutazione: 3½/5

Lascia un commento

“Ero dentro e fuori, contemporaneamente incantato e respinto dall’inesauribile varietà della vita.” FRANCIS SCOTT KEY FITZGERALD

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.