ManfredoniaMattinata
Accertamenti in corso

“Putt… ti ammazzo”, violenze su donna, indagini PS Manfredonia

Attesa al momento una valutazione del Questore, "di natura dissuasiva per la commissione del reato di stalking, con possibili emissioni di eventuali provvedimenti tanto di tipo amministrativi quanto giudiziari"


Di:

Mattinata/Manfredonia – “PUTT… se non mi fai trovare i soldi quando torno a casa ti uccido, se non ti ho ucciso nel negozio ti uccido a casa”. Umiliazioni, offese, violenze, “maltrattamenti in famiglia aggravati e reiterati nel tempo anche con l’utilizzo delle armi, lesioni ed altro“: indagini del Commissariato di PS di Manfredonia in seguito alla denuncia di una donna, difesa dall’avvocato Pier Paolo Fischetti, che “stanca di quanto stava subendo” ha deciso di “rompere un muro umiliante di silenzio” così sporgendo denuncia al Commissariato, diretto dal dirigente dr. Agostino De Paolis. “Ad originare la denuncia – spiega il legale Fischetti a Stato – anche la lettura di articoli sui quotidiani relativi alla violenza subita dalle donne, come illustrato in numerosi testi pubblicati durante il 25 novembre scorso, nel corso della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne”.

I fatti. La vicenda interessa una coppia del territorio, sposata con figli; in sede di denuncia, la donna ha raccontato di aver subito “atteggiamenti violenti” da parte dell’uomo già prima del matrimonio. Violenze e umiliazioni ulteriormente aggravatesi, tanto verso la donna quanto verso i figli, anche negli anni successivi. “Violenze di tipo fisiche, morali e psicologiche”.

Da raccolta dati, finora vi sono stati interventi cautelari, da parte degli inquirenti, in considerazione della sussistenza di “pericoli concreti” in danno della vittima; in seguito alla redazione di una istruttoria, attesa al momento una valutazione del Questore, “di natura dissuasiva per la commissione del reato di stalking, con possibili emissioni di eventuali provvedimenti tanto di tipo amministrativi quanto giudiziari”.

g.defilippo@statoquotidiano.it

“Putt… ti ammazzo”, violenze su donna, indagini PS Manfredonia ultima modifica: 2014-12-09T15:01:14+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
9

Commenti

  • “Ad originare la denuncia anche la lettura di articoli sui quotidiani relativi alla violenza subita dalle donne”
    molto interessante:
    diffondere sempre le notizie di violenze sulle donne fa sentire le donne oggetto di violenze meno sole.


  • Sto ingrifato

    Giusto!!! Bisogna avere il coraggio di denunciare queste violenze!! Basta con queste umiliazioni, vessazioni!! Alzate la testa!!!


  • vittoria gentile

    Nessuna è così sola, nessuna è impotente: nessuna, mai.
    Se i media contribuiscono a far passare questo messaggio, allora siamo sulla buona strada.


  • Redazione

    A disposizione di tutti, sempre; grazie, Statoquotidiano.it

  • io sono quasi tre anni che aspetto giustizia ……legge lenta


  • Il cittadino Bancomat del Comune

    Oltre a questo serio problema ce n’è anche un altro le mamme che uccidono i bambini ma che brutto mondo di violenza.


  • L'anticristo si è fermato a Manfredonia


  • francesco

    E perche’ invece a causa di queste notizie poi ci sono uomini e mariti innocenti accusati ingiustamente solo perché magari la moglie convinta dai suoi parenti a tornarsene alla propria citta per questioni di aiuto economico o morale,sono condannati e messi sulla gogna perche’ orami i giudici credono sempre alle donne?non è che almeno il 50%di queste denunce solo fasulle e ci troviamo a giudacare mariti innocenti ed in questi casi vittime?


  • vittoria gentile

    Gentile Francesco io c’andrei molto cauta ad affermare che almeno il 50% delle denunce è fasullo e gli ex partner innocenti, consideri che ci sono i riscontri e le indagini degli organi inquirenti. Sono situazioni dolorose, in mezzo spesso minori. E comunque questa non è una guerra tra sessi, ma un grave problema sociale (trasversale per livello d’istruzione e condizione sociale d’appartenenza) con profonde radici culturali e a cui la legge solo marginalmente riesce a far fronte, per forza di cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This