Cultura

Filatelia ‘Montecassino’, rinascita di una abbazia


Di:

PosteItalianeLucera – IL monastero di Montecassino fu fondato da San Benedetto da Norcia verso l’anno 529. L’abbazia, resa illustre dalla prodigiosa vita e dal sepolcro del suo fondatore, ha vissuto lungo i secoli una feconda storia di santità, di cultura e di arte. Durante i secoli almeno per tre volte fu distrutta e ricostruita, ma nell’ultimo conflitto mondiale fu quasi rasa al suolo. Ciò avvenne perché la posizione dell’abbazia coincideva con la linea Gustav, che aveva come suo perno le pendici del monte Cassino, cuore del fronte della resistenza tedesca. Le battaglie per la linea Gustav durano circa quattro mesi dal 12 gennaio al 18 maggio 1944. Il 15 febbraio,le forze alleate anglo-americane sganciarono la prima serie di bombe sull’abbazia ignorando totalmente ciò che invece i tedeschi, avevano rispettato e preservato (zona franca), il resto non fu che distruzione. La ricostruzione iniziò subito dopo la fine della guerra con la posa della prima pietra posta dal Presidente del consiglio dei ministri, Ivanoe Bonomi il 15 marzo 1945. Ci vollero circa dieci anni per riportare la stessa all’antica bellezza che oggi possiamo ammirare. Il 18 giugno del 1951 , l’amministrazione filatelica italiana, volle commemorare la ricostruzione del complesso benedettino, con l’emissione di una serie composta da due valori con filigrana ruota alata del primo tipo , rappresentanti la veduta aerea integrale dell’ abbazia e con la dicitura “Succisa Virescit” (stroncata, germoglia nuovamente) chiaramente riferita alla rinascita. Il primo valore è di lire 20 di colore violaceo, mostra l’abbazia ricostruita, mentre il secondo valore da lire 55 di colore azzurro, mostra invece l’abbazia distrutta dalle bombe. I due francobolli furono stampati presso l’istituto poligrafico di stato officine carte valori di Roma. Il prezzo di mercato specialmente per il 55 lire è abbastanza alto.

Filatelia ‘Montecassino’, rinascita di una abbazia ultima modifica: 2010-01-10T23:28:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This