Sport

Calciobidoni 2011, dominio dell’Imperatore Adriano


Di:

Roma – Com’era ampiamente prevedibile, a spezzare il predominio di Quaresma – che ha dominato le classifiche passate del Calciobidone – è stato l’ex “Imperatore” Leite Ribeiro Adriano, giustamente additato alla vigilia quale candidato numero uno per la vittoria finale. Questa volta l’ex attaccante della Roma – che giunse secondo lo scorso anno – non ha avuto rivali (31,3% dei votanti), se si pensa che ha letteralmente “doppiato” lo juventino Amauri (12%), giunto al secondo posto. Adriano, la cui luce da anni pare essersi spenta, arrivato in sovrappeso nella Capitale, ha collezionato appena 5 gare in campionato con i giallorossi senza realizzare gol, prima della rescissione del contratto. Terza piazza, forse un po’ a sorpresa, per il milanista Taiwo (7,2%), che per avendo sostanzialmente deluso, fino a questo momento, ha lasciato alla sue spalle giocatori che hanno obiettivamente deluso molto più di lui.

Fuori dal podio, infatti, la classifica prosegue con Felipe Melo, ormai affezionato a queste classifiche, il portiere-saponetta Eduardo, nonche’ due personaggi capaci di passare dalla nomea di campione a quella di brocco nel giro di neanche un anno: Jorge Martinez, ottimo a Catania e fantasma sia alla Juve che al Cesena, e Sokratis Papastathopoulos, affidabile e concreto al Genoa, pigro ed indolente al Milan. Chiudono la “Top Ten” Santiago Silva (Fiorentina), Guillelmo Burdisso (Roma) e l’argentino Fideleff (Napoli). Hanno raccolto pochissimi voti, invece, Cana ed Alvarez, altri nomi “gettonati” alla vigilia. Veloso, invece, dopo un campionato inferiore alla aspettative, si sta riprendendo molto bene, tanto da risultare l’unico candidato a non aver ricevuto neppure un voto. Quel che e’ giusto è giusto.

Anche in questa terza edizione del Calciobidone è stata riproposta la possibilità, che ha riscontrato il favore del pubblico, di fornire un ulteriore nominativo non presente nella lista dei candidati scelti dalla Giuria. Una provocazione, se vogliamo, ma anche un modo efficace per conoscere meglio il pensiero di chi voglia esprimere il proprio personale giudizio. E tra i tanti nomi segnalati (ventiquattro in totale), emerge un podio decisamente interessante. A prevalere quale Calciobidone “alternativo” è stato l’olandese Elia (Juventus), acquistato per 10 milioni di Euro, ma quasi del tutto assente fino ad ora, seguito da un altro juventino, il serbo Milos Krasic, protagonista di una netta involuzione nell’ultima stagione, e il brasiliano Eder (Cesena), grande bomber nel torneo cadetto ma capace di collezionale zero gol e molte insufficienze in questo scorcio di campionato.

L’Albo d’Oro di questo ormai caratteristico e sgradito riconoscimento vede quindi Adriano succedere ad un “doppio” Quaresma, mentre Elia succede a Denis, attaccante dalle polveri bagnate che pero’ oggi sembra rinato a nuova vita, tornando ad essere un bombardiere con l’Atalanta. Sarà un fuoco di paglia? Sono questi, e molti altri, i misteri del calcio.

L’ARTICOLO è di Christian Vitali, creatore del blog Calciobidoni e autore dell’omonimo libro.

Calciobidoni 2011, dominio dell’Imperatore Adriano ultima modifica: 2012-01-10T11:49:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This