Capitanata

Foggia, crolla soffitto a Poerio. Uds: “Un paese arretrato”. Prc: no scherzi su sicurezza


Di:

Foggia, il crollo al Poerio (Im. Uds Foggia)

Foggia – C’E’ MANCATO davvero poco che non ci scappasse la tragedia. Ieri mattina, infatti, dai soffitti dell’Istituto Psicopedagogico ‘Poerio’ di Foggia, si è staccata una parte consistente di intonaco. Per volere della sorte, nessuno degli alunni era presente in aula. In ogni caso, tra gli studenti della II O lo spavento – e lo sgomento – è ancora tanto. Specie se si considera che, a novembre, un ragazzo di Torino morì in circostanze pressocché identiche.

A denunciare l’accaduto, oggi, l’Unione degli Studenti. Attraverso una lunga nota stampa, l’associazione studentesca della freccia scrive dell’ “inaccettabilità di questi eventi”: “Noi studentesse e studenti – è la rabbia di chi teme che la cosa possa ripetersi – viviamo la maggior parte della nostra adolescenza a scuola, costretti in strutture fatiscenti, senza la sicurezza di uscirne illesi al termine della lezione”. Colpa di fondi sempre più risicati, ma anche di politiche strabiche che tendono a volgere lo sguardo peremmente altrove: “L’Italia – la denuncia dei ragazzi – non sarà mai un Paese avanzato finché non investirà con serietà nella formazione e nella tutela degli studenti negli ambienti scolastici. La nostra scuola non ci educherà mai alla cultura del lavoro e della sicurezza finché non rispetterà sistematicamente le norme previste dalla legge, finché ci catapulterà in stage professionalizzanti privi di tutele, finché ci farà vivere la sicurezza come un limite e mai come un fattore di crescita formativa”.

E riparte, dunque, la battaglia, con un orecchio teso alla risposta dell’assessorato provinciale competente, quello di Billa Consiglio: “Da oggi riparte il percorso interrotto pubblicamente il 17 Novembre, ma mai sopito viste le continue assemblee che l’Unione degli Studenti Foggia ha tenuto con rappresentanti e studenti delle scuole di Foggia; chiediamo quindi alla Provincia di Foggia (competente in materia di edilizia scolastica), nella persona del competente assessore alle Politiche Scolastiche, Avv. Maria Elvira Consiglio, di compiere finalmente uno sforzo importante a livello economico, stante i tagli agli enti locali da noi negli anni denunciati, poiché solo così riuscirà a dimostrare che la vita delle Studentesse e degli Studenti della Provincia di Foggia vale di più dei bilanci e dei patti di stabilità”.

PRC, CISLAGHI: “NON POSSIAMO SCHERZARE CON LA SICUREZZA”. La posizione del numero uno del circolo Che Guevara di Foggia. “Non si può scherzare con la sicurezza degli studenti. Al Liceo Poerio ieri un primo crollo dell’intonaco del soffitto della classe 2°O, oggi il secondo crollo dell’intonaco del soffitto nei bagni e la constatazione che in un’altra classe vi è situazione di pericolo. Ci domandiamo se il dirigente scolastico ha provveduto a segnalare ieri, all’assessorato competente della provincia di Foggia, l’accaduto e quali interventi siano stati adottati per garantire l’incolumità degli studenti. Chiediamo se corrisponde al vero che il distacco dell’intonaco dei soffitti sia causato da infiltrazioni di acqua dal tetto e che i lavori per la sua sistemazione sono stati rinviati sino a quando non saranno sistemati i pannelli fotovoltaici sul tetto della scuola. L’incuria dell’amministrazione provinciale continua ad accanirsi contro gli studenti del liceo Poerio che due anni orsono hanno dovuto scioperare per fare rimuovere rifiuti speciali accatastati all’interno della sede centrale ( residui di copertoni ) e che, lo scorso anno scolastico, hanno dovuto manifestare per fare attivare il riscaldamento alla ripresa della scuola dopo le vacanze invernali ( facevano lezione avvolti da coperte per ripararsi dal freddo). Vogliamo ricordare che, sempre lo scorso anno scolastico, mentre gli studenti del liceo Volta erano trasferiti, per l’inadeguatezza dei locali della Fondazione de Piccolellis a ospitare classi scolastiche, dalla sede staccata di viale degli aviatori a locali reperiti presso l’istituto Pascal, in locali attigui e uguali, gli studenti del Poerio hanno continuato le lezioni sino alla fine dell’anno scolastico. Quanto successo oggi dimostra la considerazione in cui sono tenuti gli studenti foggiani dall’amministrazione provinciale perché, all’attuale situazione di potenziale pericolo dell’istituto Poerio, si aggiunge la situazione di disagio in cui versa l’istituto Einaudi, i cui insegnanti e studenti sono ancora in attesa che l’assessore Billa Consiglio si degni di mantenere gli impegni presi convocando la conferenza dei servizi tra Provincia, comune di Foggia e Università per affrontare e risolvere la frammentazione in tre sedi di questo istituto. Agli studenti degli istituti ospitati nel palazzo degli studi che dichiarano lo stato di agitazione, va la solidarietà ed il sostegno di Rifondazione Comunista e dei Giovani Comunisti impegnandoci a farci portatori del loro disagio e della loro protesta alla prossima riunione del consiglio provinciale”.


Coordinamento cittadino di Foggia: Lotta Studentesca.
“L’incidente verificatosi la mattina del 9 Gennaio presso l’istituto Magistrale Carolina Poerio, solo per pura fortuna non ha causato danni fisici agli studenti ed al personale dell’istituto superiore foggiano. In tutta Italia la nostra associazione Lotta Studentesca mette da sempre al primo posto la sicurezza nella scuola pubblica. Alla luce di questo episodio, invitiamo tutti i presidi degli istituti foggiani a segnalare anche a mezzo stampa eventuali situazioni di pericolo al provveditorato, affinchè stimoli alle autorità competenti la messa in sicurezza degli edifici”.

“Agli studenti dell’istituto, agli insegnanti ed al personale scolastico va la nostra solidarietà per la situazione di disagio in cui si è costretti a studiare e lavorare. Esprimiamo critica e riserve in funzione del nuovo ministro della pubblica istruzione Profumo, provenente dal settore bancario, dove sicuramente a tutto baderà meno che alla sicurezza in materia di edilizia scolastica, per cui il nostro appello alle istituzioni locali è forte e deciso: tenere alta la guardia sullo stato di salute degli istituti foggiani, per non piangere domani su disgrazie evitabili con una manutenzione ordinaria, e quando occorra anche straordinaria”.

Redazione Stato, pf.
riproduzione riservata

Foggia, crolla soffitto a Poerio. Uds: “Un paese arretrato”. Prc: no scherzi su sicurezza ultima modifica: 2012-01-10T13:06:55+00:00 da Piero Ferrante



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Aaron Orlando

    spero che la scuola venga aggiustata al pù presto


  • lucia

    è una vergogna, falsi!!!! si coprono la faccia dicendo ke ci proteggono ke fanno qll ke possono,ke agiscono per il nostro bene…
    falsi falsi falsi<!!!! vergognatevi di sfruttare anche noi studenti per i vostri fini ….e naturamente mi riferisco a chi è responsabile anche indirettamente di qst cosa


  • Anna

    La scuola non è cambiata PER NULLA. Le aule hanno lo stesso SCHIFO DI PRIMA. VERGOGNA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This