Manfredonia

Manfredonia, dopo la chiusura, Cassa integrazione per operai Zadra


Di:

Gli operai della Zadra Vetri srl fuori lo stabilimento. "Rischio chiusura": lo sciopero del 26 ottobre 2011" (ST)"

Manfredonia – COME anticipato il 4 novembre ( Focus), fine produzioni e accordo per la Cassa integrazione per gli operai della Zadra Vetri srl. Il periodo dell’ammortizzatore sociale sarebbe pari a 13 settimane. La situazione di crisi era emersa nello stesso novembre 2011 e comunicato dopo una prima assemblea straordinaria nella sede della Zadra di Manfredonia, azienda di proprietà della Venezia Spa, del’ad Andrea Meneghetti (la Zadra Vetri – del Gruppo Sangalli – aveva partecipato ancora come Spa – prima della messa in liquidazione, acquisizione dalla Venezia Spa e trasformazione in srl, al II protocollo aggiuntivo del Contratto d’Area di Manfredonia-Monte Sant’Angelo e Mattinata: investimenti ammessi a contributo: 15369 (in migliaia/ euro); contributi pubblici assegnasti (CIPE): 10373; occupati (da relazione iniziale): 97 a tempo indeterminato).


Relazione Cda. Il Fallimento.
Fondi e aziende fantasma e La relazione completa del CdA e Il recente dissequetro opificio Tuboplast – disposto da Trib. Manfredonia


Zadra: la crisi.
Come già riportato, nell’incontro in Assindustria del 2 novembre (con proprietà Venezia Spa, sindacati, Femca Cisl – Egidio Ondretti e Filctem Cgil – Gino Lauriola – vertici di Assindustria – dr. Zanni e RSU/RSA) la proprietà era stata perentoria: “emerso un disavanzo di gestione pari a 3,5 milioni di euro. Stop alle produzioni nel Golfo”. Questo anche per una “incisione pari al 67% del costo della materia prima con attività produttiva meno redditizia e ridotta competitività sul mercato”. Motivazioni che hanno spesso accompagnato le chiusure delle aziende del CdA. In seguito la solita trafila: ipotesi riconversioni, comunicati istituzionali, tavoli, intervento dell’amministrazione, fino alla Cigs e futura mobilità.

Dopo la scadenza del contratto di fitto con il Gruppo San Galli, le produzioni nello stabilimento dell’Isola 13, area ex Enichem, sono continuate fino alla consegna delle ultime commesse. Ufficialmente fino alla scadenza di dicembre. “Tutte le commesse saranno consegnate – disse a Stato il rappresentante della Femca Csil Egidio Ondretti – con superamento pertanto della ipotesi penale (di circa 600mila euro, ndR) per un lavoro relativo alla ricostruzione della Stazione Tiburtina di Roma. Va dato ampio risalto all’abnegazione dei lavoratori, alla moderazione, alla volontà di non ricorrere allo scontro frontale con l’azienda. Tutti gli operai della Zadra (71 precedentemente assunti, oltre 9 a tempo indeterminato da giugno 2011, dunque solo 4 mesi fa, ndR) hanno deciso, di concerto con le sigle sindacali di mantenere attiva la produzione nella speranza che per il futuro dello stabilimento venga trovata presto una risoluzione”. Nel frattempo la Venezia Spa avrebbe già provveduto – come detto dai lavoratori – a trasferire parte del materiale, semilavoratori, e macchinari da Manfredonia verso Belluno (sede legale della società). Mentre da Belluno altro materiale e macchinari sarebbero stati trasferiti in altre società collegate al gruppo Venezia Spa. Si ricorda che la Zadra era in fitto di ramo d’azienda nello stabilimento del Gruppo San Galli. Vicina alla Zadra la sede si ricorda della Manfredonia Vetro. Circa 5 anni fa, l’imprenditore Sangalli aveva manifestato il “mancato interesse” verso la seconda lavorazione di Manfredonia. Da qui il contratto di fitto (sullo stabilimento della Zadra campeggia ancora il simbolo della Sangalli), con parte del materiale e dei macchinari che tornerebbero, con la scadenza del 31 ottobre, di proprietà dell’imprenditore affittuario, ma con gestione dei lavoratori che rimarrebbe comunque a carico della Venezia Spa.

Capitolo Cig. Si ricorda che la Cigo, già sottoscritta ad ottobre, era stata “congelata”, come anticipò a Stato il segretario della Femca Cisl E.Ondretti: “qualora non emergessero possibilità di ripresa per lo stabilimento (dunque dopo il 20 dicembre, ipoteticamente dal gennaio 2012, ndR) si provvederà all’attivazione della Cassa integrazione per tutti gli 80 dipendenti sotto contratto con la Zadra. Come infatti avvenuto: “13 settimane” il periodo indicato. Ed un’altra azienda se ne va.


Video, la giornata di protesta degli operai. 26 ottobre 2011



g.defilippo@statoquotidiano.it

Manfredonia, dopo la chiusura, Cassa integrazione per operai Zadra ultima modifica: 2012-01-10T10:07:55+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • Biagio

    Sono solidale con gli amici della Zadra Vetro, con la speranza che possiate trovare lavoro al più presto!
    Biagio(ex dipendente Rotopack in CIGS)


  • Arrabbiato

    Assordanti il silenzio del sindaco.
    Imbarazzante l’immobilismo della città di fronte a tutte queste chiusure.

    Possibile che com tutti i soldi pubblici spesi, nessuno e’ stato capace di rimanere s Manfredonia finiti gli incentivi , con buona pace della magistratura e di tutti i soggetti controllori (gdf…).


  • Matacone

    E il sindaco dove sta? Che fa? Nessuna voce in capitolo…..


  • rossetto

    mi spiace dirlo ragazzi ma purtroppo anche voi siete finiti nella rete dei truffatori,meglio cercare un’altra destinazione,peccato per tutti gli operai che siamo passati sotto le redini di questi falsi imprenditori che hanno fatto fallire un’intera città e nessuno gli rompe il c… anzi vengono difesi,poverini gli darei la pena di morte visto che giocano con la vita dei poveri operai che li hanno fatto riempire le tasche di milioni di euro e per premio loro(gli imprenditori si fa per dire) hanno fatto fallire una bella città come manfredonia.tra poco saremo costretti ad emigrare e lasciare solo gli anziani se non si muove niente,imbocca al lupo ragazzi e non vi fate illusioni visto che questi imprenditori sono tutelati al contrario nostro,che vergogna peccato. un saluto a PAPà.


  • vergogna!

    Piena solidarietà a tutti i lavoratori onesti, in ultimo a quelli della Zadra, che hanno sognato di vivere e lavorare nella propria città ma che purtroppo hanno fatto parte dell’INCUBO “CONTRATTO DI ARIA”!
    Hanno sempre detto che il contratto d’area era ed è il fiore all’occhiello del comune di manfredonia!
    ma con quale faccia!
    con quale coraggio!!!
    L’unica nota positiva è che in questi mesi di CIG, nella speranza di una ripresa, eviterete di respirare le polveri che provengono dalla demolizione delle due torri che stanno accanto a voi!
    Infatti si vedono certi polveroni che si alzano!!!
    Sicuramente sono già arrivate in paese!!!Ma la tutela della salute dove è andata a finire??? Non dovevano esserci dei sistemi di nebulizzazione per abbattere le polveri? DOVE SONO?
    Manfredoniani!DORMITE!!!


  • anonimo

    Ma come vi chiedete dovè il nostro sindaco?
    è impegnato a creare nuvi posti di lavoro ,con il porto turistico e l’hotel LEONE.
    HAHAHAHAHAHAHAHA
    che bella città.
    e la gente dovè……..


  • sipontina

    ma il sindaco nel suo programma non aveva messo come obbiettivo prioritario la creazione di posti dilavoro?

    caro sindaco hai fallito, dimettiti


  • Anonimo

    carissimi voi non sapete che la zadra vetri non ha avuto nessun sovvenzionamento dallo stato ma ha preso in affitto l’azienda con i propri soldi. è stata colpa vostra se ha chiuso tra malattie e infortuni inesistenti (ancora oggi c’è gente in malattia). si era detto due anni fa che la colpa era di 15 mele marce ma mi sa che le mele marce non erano solo 15. le 15 unità sono state licenziate perchè non erano mafiosi mentre (guardate la foto sopra) vi sembrano bravi ragazzi? l’azienda non c’è la fatta più a soportare questa situazione quindi ha chiuso. spiegatemi il perchè a belluno è ancora aperta?


  • Anonimo

    il nostro sindaco non centra è colpa degli operai


  • Anonimo

    CARO ANONIMO 11 GENNAIO 2012 ORE 9:12 PER CAPIRCI.
    Tu sicuramente non sei nel pieno delle tue facoltà mentali visto le barzellette che hai elencato sopra….e visto questa tua condizione sono consapevole che difficilmente tu possa capire , cmq a titolo informativo in due anni le malattie alla Zadra vetri erano diventate cosa molto rara e utilizzate per esigenze di salute e non come le utilizzavi tu per andare a fare il tuo bel 2° lavoro in nero
    sugli infortuni inesistenti penso che qualsiasi lettore intelligente si farebbe una risata su cio che hai scritto.Inoltre sbagli a dire che le 15 persone erano tutte mele marcie ,non è cosi tra di loro c era gente valida vittima di un sistema dove l’ operaio deve capire fin dove puo spingersi nella sua protesta.Belluno caro amico ha chiuso , magari se leggevi qualche giornale avresti evitato di scrivere un altra barzelletta…e infine sto guardando e riguardando la foto e sinceramente non vedo mafiosi ma solo padri di famiglia, gente con il mutuo, ragazzi che dovranno ripartire da zero lasciando molto probabilmente il proprio paese…ecco cosa vedo…se proprio cerchi un mafioso rileggiti quella cosa che hai scritto e forse lo troverai. Cordiali Saluti


  • Anonimo

    caro amico sono l’anonimo delle 9.12 guardali bene e dimmi se vedi qualcuno di buono. comunque fuori manfredonia si sta bene te lo dice qualcuno che ci sta. alla faccia vostra che state in un paese di …….ormai visto che siamo arrivati che i bambini adesso fanno anche le rapine alle farmacie.
    addioooooooo. cecato

  • caro anonimo delle ore 9.12 e 12.34 ho letto i vostri commenti e come ha detto quello delle ore 12.34 quando ho letto il commento delle ore 9.12 mi sono fatto una bella risata…secondo me e secondo altri lettori prima di scrivere quei due commenti ti sei fatto un sorsetto di vino della cantina…ogni tua parola era una cavolata…come fai a giudicare le persone dalla faccia ma anche se conosci qualcuno,non facciamo tutta l’erba un fascio,non tutti sono uguali c’è anche gente onesta…mannaggia quel vino che fà ubriacare le persone….ah dimenticavo ma che cavolo centra la rapina alla farmacia con questo discorso???????!!!!!!le rapine ci sono sempre state e ci saranno sempre…poi se hai detto che questo è un paese di……..non ci tornare più in questo paese……salve…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This