Edizione n° 5265
/ Edizione n° 5265

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Mercato Scaloria, ambulanti Bat: Comune tassa e revoca posteggi

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
10 Gennaio 2013
BAT // Manfredonia //

Assemblea Problematica Mercato Manfredonia (nell’immagine allegata, il tavolo di rappresentanza con l’Avvocato Persichella ed i rappresentanti delle Associazioni di Categoria UNIMPRESA BAT, FIVA-CONFCOMMERCIO, BATCOMMERCIO 2010/CNA, CONFESERCENTI BAT, A.C.A.B.)
Andria – SVOLTASI ad Andria l’assemblea degli ambulanti “penalizzati” dalla decisione di spostare la giornata di svolgimento del mercato settimanale di Manfredonia, firmatari del ricorso al Consiglio di Stato. Presente l’avvocato dott. Sabino Persichella e i rappresentanti delle Associazioni di Categoria.

“Grandissimo interesse – come emerge nella nota – per l’Assemblea svoltasi nella serata di mercoledì 9 gennaio presso l’auditorium ‘R. Baglioni’ dell’oratorio ‘Sant’Annibale Maria di Francia’, ad Andria, che ha fatto registrare una significativa partecipazione sia di operatori firmatari del ricorso al Consiglio di Stato che sarà discusso in via definitiva il prossimo 12 febbraio, sia di numerosi altri operatori concessionari di posteggio nel mercato di Manfredonia e comunque penalizzati dal cambio di giornata”.

RINVIO al merito. Così si era infatti espressa, il 25.09.2012, la V^ sezione del Consiglio di Stato di Roma sulla sospensiva chiesta dalle associazioni di categoria degli ambulanti baresi (Fiva, Confcommercio di Bari ed altri, rappresentate dall’avvocato Sabino Persichella) contro la sentenza semplificata del TAR Puglia, III^sezione, n.727, relativa alla giornata di svolgimento del mercato settimanale di Manfredonia.

“L’avvocato incaricato dai ricorrenti, dott. Sabino Persichella, ha fatto il punto della situazione dopo la verifica della documentazione prodotta dall’Ente pubblico in seguito all’istanza di accesso agli atti e tutti i rappresentanti sindacali che stanno portando avanti con costanza e impegno questa dura ma avvincente battaglia di civiltà a difesa del lavoro. Gli stessi si sono mostrati ancora una volta molto aperti e disponibili verso l’Amministrazione Comunale di Manfredonia la quale, invece, nel corso di questo anno trascorso dalla data di entrata in vigore del provvedimento contestato, non ha dato alcun segnale di apertura e di dialogo, attendendo, evidentemente, la decisione finale dei giudici”.

Nel corso dell’Assemblea si è altresì discusso “degli ulteriori provvedimenti penalizzanti che, nelle more, l’Amministrazione Comunale ha assunto nei confronti degli operatori quali avvii di procedimenti di revoca dei posteggi per assenze e la richiesta degli aumenti indiscriminati ed ingiustificati delle tasse e tributi locali a loro carico; tutti atti, questi, contestati e contestabili”. La riunione si è protratta fino a tarda serata.


Redazione Stato

10 commenti su "Mercato Scaloria, ambulanti Bat: Comune tassa e revoca posteggi"

  1. Ma se è così brutto stare a Manfredonia e nulla bene, perché continuano a venire qui?
    Da manfredoniano mi fa fatto pena vedere il 24 dicembre i negozi di Manfredonia vuoti, mentre il mercato era pieno .

  2. Pensate al mercato ittico che i signori che gestivano prima hanno affossato,perchè esso è una realtà locale in cui girano i proventi nella nostra città,mentre i commercianti BAT i soldi del mercato settimanale se li portano via.

  3. La colpa dei negozi vuoti, è dell’Assessore ANGELLILIS, che ha permesso questo scempio, facendo fare il mercato il 24 ed il 31, e l’anno prossimo sara’ lo stesso, per il mercato capita il 26 e quindi si anticipa. Poi dico una cosa, perchè non è stato fatto il 25? Mica tutti siamo cattolici, o la legge vale solo epr i cattolici? vergognatevi, alle prossime elezioni, sperimao che i commercianti di Manfredonia, si ricorderanno di questo, quindi ANGELILLIS, dovra’ chiedere i voti agli abitanti della BAT

  4. Concorderei con l’amico 3 tratteggi,ma bisogna dire che il comune di Manfredonia ha ereditato una situazione disastrata dal punto di vista economico e quindi bisognerebbe dare del tempo al comune per rimettere in piedi quella che è ancora la più fiorente economia della nostra città,cioè la pesca e l’indotto che ne scaturisce da essa.Farei gli elogi e gli auguri all’amministrazione di Manfredonia perchè la categoria crede in questa gestione che porterà presto buoni risultati.MI permetterei solo di dare un consiglio:Più controlli sul porto peschereccio.Veramente la sopra camminano con mezzi non autorizzati CANI e PORCI.Chi è di competenza vigili.

  5. Carissimo Scapocchione,sono manfredoniano e come tale ritengo che gli ambulanti che vengono a fare il mercato a Manfredonia,per tantissimi anni,hanno calmierato i prezzi,alquanto esosi di molti negozianti.Ti sei mai chiesto o ti stai chiedendo,a parte ciò,del perchè ,tanta gente affollava il mercato?Fatti una bella passeggiata,visto che conosci ed hai frequentato il Mercato settimanale,vedrai gente che ,assolutamente non ti aspetti!Ci stiamo impoverendo in molti,grazie alla classe politica,senza distinzioni di colori e,purtroppo,nonostante i disastri che hanno combinato,continuano a farlo,sia a Manfredonia,che a Foggia(la cui situazione ,a parte gli articoli ad hoc di Stato Quotidiano,presente nella giornata odierna),ed in altre tantissime città.Hai ,per caso visto la folla che c’è al cosiddetto reparto “pezze vecchie”?Te lo stai chiedendo,perchè tantissimi sposi,per arredare le loro case,si recano in città vicine(non le nomino!)?Hai occhi ed orecchie ,quando ti rechi presso i supermarcati locali e senti richieste che,fino ad alcuni anni fà,erano impensabili?Potrei continuare con altre domande,ma ritengo inutile farle e a te che a chi,purtroppo,non si stà rendendo conto,di quanto malessere e povertà serpeggiano nella nostra ricca ed opulenta Manfredonia.A parte poi,che molti nostri commercianti acquistano da tanti ambulanti,prodotti che poi ci rivendono con ulteriori ricarichi.I nostri, fraccomodi commercianti,non vogliono spostare il sedere neanche per pochi metri,mentre questa gente fà sacrifici,sia chiaro,non per la nostra bella faccia; in ogni caso ci guadagniamo anche noi manfredoniani.Inoltre,chiedo a te ed ai nostri Amministratori:Quanti sono gli ambulanti nostrani che vanno a fare mercati fuori città?Le domande che vorrei fare sono tante ma,devo desistere,perchè forse il tuo portafoglio e quelli deinostri amministratori,sono pieni,per cui non potete ,minimamente,rendervi conto delle difficoltà di tantissime famiglie.La povertà stà dilagando a dismisura!Nessuno spende!Molti desideri e pochi soldi!Li vedi o no i telegiornali ed i tantissimi servizi sulla povertà?Sei o no a conoscenza di tanti impegni ,non mantenuti,da nuovi nuclei famigliari o da famiglie che campano con la pensione dei genitori?Dei consumi di energia elettrica e di gas,notevolmente ridotti?Purtroppo,e chiudo,dicendoti che si deve mangiare e vestirsi e pur di farlo,in molti,ti assicuro,senza il Mercato settimanale,non saprebbero come fare.Quardati in giro!

  6. Ma i cittadini di Manfredonia sono tutti scemi?

    Come mai danno i soldi agli ambulanti del mercato e non ai negozi?

    Perchè gli piacciono le attività all’aperto???…

    Oppure…ci sto pensando…è troppo difficile da capire questa cosa…

    Forse forse…potrebbe essere…ma non ne sono sicuro…perchè al mercato la roba costa meno?

    Mamma mia…non riesco proprio a capire…!!!

  7. Nessuno spende, perchè il potere di acquisto di salari e pensioni, è calato negli ultimi 3 anni almeno del 10% reale, se poi aggiungiamo che non vengono più applicati i contratti e quindi i salari sono fermi come praticamente le pensioni, che tranne pochi casi hanno avuto aumenti di qualche euro si capisce perchè tutto è fermo, quello che una volta era il ceto medio ora è ceto povero, quello che una volta era il ceto povero ora è il ceto mendicante. Per quanto riguarda il mercato settimanale, è vero che ha provveduto ha calmierare un pò i prezzi ma è anche vero che gli scontrini fiscali sono quasi un utopia..alla pari delle attività dei mercatini, di molti autonomi e professionisti.-

  8. Concordo in pieno con Giovanni. Ma vi siete fatti un giro per il rinomato corso Manfredi??? Vediamo un po’… alcuni negozi vendono roba firmatissima (alcuni sono anche stati chiusi per contraffazione ma vabbè i manfredoniani non si curano di queste sciocchezze basta farsi vedere con una busta di queste attività); altri negozi vendono le cose del mercato a prezzi S C A N D A L O S I; le poche catene che ci sono hanno poco assortimento, basta spostarsi a foggia o andare on line e si trova di tutto e di più… Io al mercato trovavo roba bella buona e a buon prezzo, dico trovavo perché l’andazzo dei prezzi inadeguati si sta diffondendo anche lì.

Lascia un commento

“Comincia a vivere subito e considera ogni giorno come una vita a sé”. (Lucio Anneo Seneca)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.