AttualitàManfredonia
Nota stampa

Pronto l’emendamento ‘blocca trivelle’ che sarà presentato nel Decreto Semplificazione

Crippa: “Sarà impedito il rilascio di circa 36 titoli attualmente pendenti compresi i tre permessi rilasciati nel mar Ionio”


Di:

Mercoledì, 09 Gennaio 2019. “Si è concluso ieri il lavoro del Governo sull’emendamento al Decreto Semplificazione in cui si afferma che ‘le attività upstream non rivestono carattere strategico e di pubblica utilità, urgenza e indifferibilità’.

Tale indicazione rientra pienamente nel programma del Governo del Cambiamento orientato alla decarbonizzazione, con la sostituzione di petrolio e derivati e l’utilizzo delle fonti rinnovabili per il raggiungimento della sostenibilità e dell’indipendenza del sistema energetico nazionale.

L’emendamento – ha dichiarato il Sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega all’Energia Davide Crippa – prevede l’introduzione del Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee (PTESAI), strumento già in programma da tempo, e la rideterminazione di alcuni canoni concessori.

Il Piano andrà definito e pienamente condiviso con Regioni, Province ed Enti Locali e individuerà le aree idonee alla pianificazione e allo svolgimento delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi sul territorio nazionale e quelle non idonee a tali attività. Questo per assicurare la piena sostenibilità ambientale, sociale ed economica del territorio nazionale e per accompagnare la transizione del sistema energetico nazionale alla decarbonizzazione.

Inoltre – ha aggiunto Crippa – l’emendamento prevede, a tutela di tutte le parti in causa che, fino all’approvazione del PTESAI, con un termine massimo di tre anni, saranno sospesi i permessi di prospezione e di ricerca già rilasciati, nonché i procedimenti per il rilascio di nuovi permessi di prospezione o di ricerca o di coltivazione di idrocarburi. Grazie a tale moratoria, sarà impedito il rilascio di circa 36 titoli attualmente pendenti compresi i tre permessi rilasciati nel mar Ionio.

L’emendamento verrà discusso nei prossimi giorni in Commissioni riunite Affari Costituzionali e Lavori Pubblici, Comunicazioni”.

Pronto l’emendamento ‘blocca trivelle’ che sarà presentato nel Decreto Semplificazione ultima modifica: 2019-01-10T13:11:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Giorgio

    Hanno inserito la decapitazione del mostrogas?


  • Bufanella Nuova

    ++ULTIM’ORA: I NAVIGATOR DOVRANNO TROVARE LAVORO AI DISOCCUPATI MA SARANNO PRECARI++

    [non è una battuta, ma la realtà. Saranno assunti col Co Co Co attraverso un colloquio.
    😂😂😂


  • Artigiano della passera

    Tranquillo bufanella nuova. Sia il PD che i Fantozzi o fantocci del 5 stelle sarete mandati a casa.


  • Bufanella Nuova

    Infatti artigiano, i 5 stelle sono la parte ignorante del malato PD, che continuano a dirsi a vicenda: Lui è peggio di me.

    La mia aspirazione comunque è fare la navigator, solo che bisogna essere molto scaltri, infatti i navigator saranno precari.
    Quindi la prima delle tre offerte di lavoro la accetteranno loro stessi…ma poi forse, ci sarà bisogno di altri navigator???

    ahahahahahahahahaahahahahahahaha

    Cioè, un disoccupato viene temporaneamente assunto (quindi è un precario) come navigator per sbattersi a trovare un lavoro a tempo determinato ad un altro disoccupato.
    A questi Zelig gli fa un baffo!!!

    ahahahahahahahahahahahahaah

    Lo slogan dei grilloidi è già pronto:
    Vuoi guadagnare navigando? Fai il navigator!!!

    ahahahahahahahahahahahahaha

    Però aspe…sto impazzendo…

    Ricapitolando, quindi un navigator precario pagato 780€ dovrà trovare un lavoro pagato 780€ a un disoccupato che, nel frattempo prende 780€…?

    Non ci capisco più niente, mi arrendo.

    https://www.giornalettismo.com/archives/2690195/navigator-precari-reddito-cittadinanza


  • Fabrizio

    Trivelle. Gava (Lega): sbagliato lo stop, paese deve andare avanti.

    http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/amp/ContentItem-0bbfb1e8-9cf4-49b8-8145-ec693b258617.html?

    Salvini, per guadagnare consensi, si batterà a favore di Tav e trivelle.

    La vera lotta è interna al governo, m5s è lega, pur non volendo in alcun modo far cadere il governo (e pedere le poltrone) si daranno battaglia su tutto.

    Ed alla resa dei conti, si incolperanno l’un l’altro per i disastri fatti e per le cose che non sono riusciti a fare.

    La guerra-propaganda è solo all’inizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This