Edizione n° 5374

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Fanno sesso in strada, immortalati da Google Street View

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
10 Marzo 2013
Scienza e Tecnologia //

(Ph: wakeupnews)
Manchester – UNA coppia è stata immortalata da Google Street View mentre faceva sesso per strada in un vicolo di Manchester. Possibile che si sia trattato di un cliente appartato con una prostituta, considerando la zona interessata di Manchester, in Inghilterra. Le immagini hanno fatto il giro del mondo sul web e sono visibili da chiunque.

Google Street View rappresenta il modo più rapido, preciso e divertente per farsi una passeggiata online dovunque si voglia. Dalle spiagge dell’Andalusia ai grattacieli di New York, dal suq di Casablanca ai trulli di Alberobello. L’identità delle due persone coinvolte resta comunque top secret e Google ha provveduto prima ad oscurare e poi a eliminare del tutto l’immagine.

Redazione Stato

1 commenti su "Fanno sesso in strada, immortalati da Google Street View"

  1. Da: avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

    Google paga multa da 1 milione inflitta da Garante Privacy a causa dell’app. “Street View”!

    Google ha pagato una sanzione di 1 milione di euro applicata dal Garante privacy per il servizio Street View. I fatti contestati risalgono al 2010 quando le auto del colosso di Mountain View percorrevano le strade italiane senza essere perfettamente riconoscibili e non consentendo, in tal modo, alle persone presenti nei luoghi percorsi dalle “Google Cars” di decidere se sottrarsi o meno alla “cattura” delle immagini. Numerose erano state le segnalazioni all’Autorità da parte di persone che non desideravano comparire nelle foto pubblicate on line (che, peraltro, permangono in rete per un tempo considerevole e possono essere ingrandite).

    Il Garante aveva prescritto alla società di Mountain View di rendere le “Google cars” facilmente individuabili, attraverso cartelli o adesivi ben visibili, di pubblicare sul proprio sito web, tre giorni prima dell’inizio delle riprese, le località visitate dalle vetture di Street View, stabilendo che per le grandi città è necessario indicare i quartieri in cui circolano le vetture. Analogo avviso deve essere pubblicato da Google sulle pagine di cronaca locale di almeno due quotidiani e diffuso per mezzo di un’emittente radiofonica locale per ogni regione visitata. Le misure sono state tempestivamente adottate da Google.

    A conclusione dell’intero procedimento sanzionatorio il Garante ha ritenuto di applicare, anche in relazione al fatto che i dati raccolti illecitamente erano destinati a confluire all’interno di una grande banca dati di particolare rilevanza, quale è sicuramente quella gestita da Google nell’ambito del servizio Street View, la sanzione nella cifra complessiva di un milione di euro, pagata qualche settimana fa da Google.

    Proprio tenendo conto di trovarsi di fronte a una società che, nell’anno 2012, ha registrato un fatturato consolidato pari a oltre 50 miliardi di dollari, il Garante ha deciso di avvalersi della norma del Codice privacy che mira a rendere effettive le sanzioni quando sono dirette a soggetti di notevoli dimensioni economiche.
    Foggia, 3 aprile 2014 Avv. Eugenio Gargiulo

Lascia un commento

Un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di stato alle prossime generazioni. (James Freeman Clarke)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.