Edizione n° 5343

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

BANDO Insegnanti religione cattolica: al via la procedura concorsuale straordinaria

Presentate le bozze dei decreti direttoriali. L’ultimo concorso era stato bandito nel 2004

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
10 Aprile 2024
Cronaca // Lavoro //

Le organizzazioni sindacali sono state convocate martedì 9 aprile 2024 presso il Ministero dell’istruzione per l’incontro di informativa relativa ai bandi del concorso straordinario riservato agli insegnanti di religione cattolica nelle scuole di ogni ordine e grado. Le procedure, espletate su base regionale, sono propedeutiche all’accesso ai ruoli regionali, articolati per ambiti territoriali corrispondenti alle diocesi.

La procedura è finalizzata alla copertura di n. 2164 posti vacanti e disponibili per la scuola dell’infanzia e primari e 2336 per la scuola secondaria di primo e secondo grado. I posti fanno riferimento al triennio scolastico 2022/2023-2024/2025, e per gli anni scolastici successivi fino al totale esaurimento delle graduatorie di merito.

L’ Allegato 1 che costituisce parte integrante del bando definisce i contingenti su base regionale, mentre la ripartizione dei posti tra le istituzioni scolastiche all’interno della medesima regione sarà effettuata con decreto dell’USR, d’intesa con l’ordinario diocesano.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE: la partecipazione è riservata a coloro che siano in possesso congiuntamente dei seguenti requisiti:

  1. certificazione dell’idoneità diocesana, rilasciata nei novanta giorni antecedenti alla data di presentazione della domanda di partecipazione;
  2. compimento alla data di presentazione della domanda di almeno 36 mesi di servizio anche non consecutivi nelle scuole statali purché in possesso dei titoli e alle condizioni personali prescritte;
  3. titolo di studio previsto dall’Intesa tra il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca e il Presidente della Conferenza episcopale (DPR 20 agosto 2012, n. 175);

PROCEDURA: il concorso si articola in una prova orale didattico-metodologica e nella valutazione dell’anzianità di servizio e dei titoli.

PROVA ORALE DIDATTICO-METODOLOGICA: ha una durata complessiva di massimo 30 minuti, è finalizzata all’accertamento della preparazione del candidato in relazione ai programmi di esame (Allegato 6) e della capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

PUNTEGGIO: le commissioni esaminatrici dispongono di duecentocinquanta punti, di cui massimo cento per la prova orale didattico-metodologica, cento per l’anzianità di servizio e cinquanta per i titoli di qualificazione professionale.

PREDISPOSIZIONE DELLE PROVE: le tracce della prova sono predisposte da ciascuna commissione esaminatrice, in numero pari a tre volte quello dei candidati calendarizzati nella singola sessione. Ciascun candidato estrae la traccia 24 ore prima della prova, secondo le modalità che verranno precisate nel bando. Le tracce estratte non sono utilizzabili per i successivi sorteggi.

ANZIANITÀ DI SERVIZIO, TITOLI VALUTABILI E RELATIVO PUNTEGGIO: le tabelle di valutazione dei titoli e dell’anzianità di servizio sono definite dall’allegato 8 e sono parte integrante del Decreto.

GRADUATORIE: il punteggio finale è espresso in duecentocinquantesimi, ed è dato dalla somma dei punteggi attribuiti alla prova orale didattico-metodologica e alla valutazione dell’anzianità e dei titoli.

Le graduatorie regionali di merito, predisposte dalle commissioni esaminatrici, ripartite per ambiti diocesani e divise per ordine e grado di scuola, saranno utilizzate progressivamente e fino al loro esaurimento, per conferire incarichi a tempo indeterminato sulla base del fabbisogno annuale.

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE: i candidati possono presentare istanza di partecipazione in un’unica regione nel cui ambito territoriale è situata la sede dell’ordinario diocesano che ha rilasciato la certificazione di idoneità, indicando la diocesi per cui si concorre e il grado di scuola di cui si possiede la relativa idoneità, valevole sia per la diocesi cui i candidati partecipano sia per il grado di scuola cui la procedura si riferisce.

E’ possibile presentare la domanda, a partire dalle ore 14.00 del giorno di pubblicazione del bando e fino alle ore 23.59 del ventinovesimo giorno successivo a quello di apertura delle istanze, per un’unica regione nel cui ambito territoriale è situata la sede dell’ordinario diocesano che ha rilasciato il riconoscimento di idoneità. L’inoltro avviene in modalità telematica, accedendo con SPID o CIE a www.inpa.gov.it. Inoltre, occorre essere abilitati al servizio “Istanze on line”.

CONTRIBUTO DI SEGRETERIA: è dovuto il pagamento di euro 50,00 per la copertura degli oneri della procedura concorsuale.

CONTINUA A LEGGERE, FONTE: FLCGIL.IT

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.