Edizione n° 5345

BALLON D'ESSAI

SINDACO // Decaro celebra unione vigilesse, ‘sosteniamo amore e libertà’
23 Maggio 2024 - ore  00:12

CALEMBOUR

PROSTITUZIONE // Bari: baby prostitute, “Si guadagnavano anche mille euro a serata”
22 Maggio 2024 - ore  17:29

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SOGGIACENTE Tribunale Bari, ‘Amtab ha subito estorsioni del clan Parisi’

Per sottoporre l'Amtab di Bari ad amministrazione giudiziaria il tribunale ha ritenuto "che ricorresse il presupposto dell'impresa soggiacente"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
10 Aprile 2024
Bari // Cronaca //

ANSA. Per sottoporre l’Amtab di Bari ad amministrazione giudiziaria il tribunale ha ritenuto “che ricorresse il presupposto dell’impresa soggiacente” ovvero che “subisce atti di natura estorsiva”.

Si tratta quindi di una impresa che “non può essere qualificata come criminosa” poiché “l’organo gestionale ha conservato la sua autonomia”.

Per il tribunale, ha evidenziato Romanazzi, il responsabile dell’area soste gestito da Amtab nel 2018 “è stato considerato vittima del reato di estorsione dal clan Parisi”.

“La valutazione – ha detto la magistrata – è stata tecnica, perché colui che subiva l’intimidazione e che quindi era costretto ad assumere lavoratori imparentati con esponenti del clan è stato ritenuto dal gip vittima del reato di estorsione”.

“Il sistema – ha proseguito – era quello delle assunzioni pilotate. In Amtab lavorava da un certo numero di anni un dipendente”, Tommaso Lovreglio, “che è figlio dell’uomo di fiducia del capo clan” Savino Parisi, “la cui mafiosità è stata acclarata; e il responsabile del settore di tutto quello che è sosta nella città di Bari subiva le intimidazioni del dipendente. Le assunzioni quindi erano arbitrarie e illegali”.

Il sistema è emerso grazie ad intercettazioni telefoniche e ambientali del 2018 e dei primi mesi del 2019, che sono state la “fonte primaria”. “Il tribunale – ha precisato Romanazzi – ha appreso che alcuni dipendenti erano, anche all’attualità, ancora in forza all’Amtab”. Alle domande dei membri della commissione la magistrata ha scelto di rispondere in forma segretata.

Lo riporta l’ANSA.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.