Regione-Territorio

Ercolano, si dà fuoco in ufficio sindaco per concessione negata


Di:

Operatori 118 (image archivio)

ERCOLANO – Il titolare di un negozio di fiori di Ercolano (Napoli) si è recato nell’ufficio del sindaco e, dopo avere fatto uscire i presenti minacciandoli con un coltello, si è cosparso di liquido infiammabile e si è dato fuoco. L’uomo si è poi lanciato dalla finestra. E’ morto all’Ospedale Cardarelli di Napoli.

L’uomo stamattina era andato dal sindaco di Ercolano (Napoli) per discutere della concessione di un suolo davanti al suo negozio che gli era stata negata. Dopo l’accaduto, qualcuno ha lanciato un estintore dalla finestra per dare la possibilità a qualche passante di estinguere le fiamme ma l’oggetto avrebbe colpito una persona. Davanti al Comune si è radunata una folla di circa 300 persone che ha tentato di entrare negli uffici.

FONTE ANSA

FIORAIO SI DÀ FUOCO NELL’UFFICIO DEL SINDACO; COMITAS (MICROIMPRESE): IN PERICOLOSO AUMENTO I GESTI ESTREMI DI CHI NON OTTIENE RISPOSTE DALLE ISTITUZIONI La tragica vicenda del fioraio di Ercolano, deceduto oggi dopo essersi dato alle fiamme nell’ufficio del sindaco, è solo l’ultimo di una serie crescente di gesti folli, compiuti da titolari di piccole attività in difficoltà. Lo afferma Comitas, l’associazione delle microimprese italiane, commentando l’episodio di Ercolano.

“In Italia si sta registrando una pericolosissima escalation di suicidi, tentati suicidi o gesti di totale follia compiuti da piccoli imprenditori e titolari di attività a conduzione familiare, il cui movente è solo ed unicamente la disperazione prodotta dalle difficoltà economiche – afferma Comitas – Se da una parte c’è la crisi che attanaglia, dall’altra c’è il silenzio assordante delle istituzioni, che non solo non accolgono le richieste d’aiuto dei piccoli imprenditori, ma spesso non li ascoltano nemmeno, alimentando il senso di abbandono e di fallimento. Proprio i ritardi, le assenze e le difficoltà della burocrazia italiana sono responsabili al pari delle banche e del calo dei consumi della situazione economica negativa dei piccoli esercizi commerciali”. Comitas sta inoltre valutando eventuali azioni legali da intraprendere nei confronti dell’amministrazione comunale di Ercolano, in relazione a possibili responsabilità nella tragedia che ha visto protagonista Antonio Formicola.

Fonte ANSA

Ercolano, si dà fuoco in ufficio sindaco per concessione negata ultima modifica: 2013-06-10T11:25:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This