Sport

Foggia, Zaccheria, domani quadrangolare per beneficenza


Di:

Una partita in casa del Foggia (St - archivio)

Foggia – Tutto pronto per il quadrangolare di calcio in programma domani pomeriggio, con apertura porte dello stadio Zaccheria alle ore 16.30 e calcio d’inizio alle 17.30, che vedrà scendere in campo la selezione internazionale dei sacerdoti, l’ACD Foggia Calcio, il liceo classico Sacro Cuore e il Foggia Team Mediolanum.

L’incasso sarà devoluto in beneficenza per realizzare un campo di calcio a Betlemme. “E’ una occasione per dimostrare ancora una volta la sensibilità dei foggiani che hanno sempre dato un importante contributo per sostenere iniziative benefiche”, ha sottolineato l’assessore alle Politiche Sociali del comune di Foggia Pasquale Pellegrino. Per acquistare il biglietto è possibile recarsi domani direttamente al botteghino dello stadio. L’iniziativa è patrocinata dal comune di Foggia.

Redazione Stato

Foggia, Zaccheria, domani quadrangolare per beneficenza ultima modifica: 2013-06-10T12:02:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Eugenio Gargiulo

    Da: avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

    L’avv. E. Gargiulo: Perchè non dotare lo Zaccheria di Foggia di un moderno ed efficiente prato in erba sintetica?

    In questi mesi forte è stata l’attenzione sull’approvazione alla Commissione Cultura della Camera del disegno di legge sugli stadi, meno pressante è l’attenzione degli addetti ai lavori alle condizioni del cuore dello stadio: il terreno di gioco. Ovvero del manto erboso, che in Italia spesso tanto erboso non è, tale da contribuire non poco alla scarsa qualità dello spettacolo calcistico offerto dai nostri club. Una soluzione definitiva è offerta dai prodotti dell’industria, che ormai realizza un livello di qualità dell’erba sintetica tale da aver convinto la FIFA ed anche la stessa organizzazione nostrana dei dilettanti.

    Nel mondo del calcio, soprattutto tra le squadre professionistiche, i giocatori hanno sempre creduto che l’erba sintetica fosse rischiosa per i muscoli e le articolazioni, riferendosi erroneamente all’erba sintetica di prima e seconda generazione, quella di 10 anni fa… Le quantità di sabbia e gomma o, nel nostro caso di prati sintetici di ultima generazione, di intaso organico naturale, vengono analizzate nei laboratori per accertare che l’appoggio, la stabilità e il livello di assorbimento allo shock da parte dei giocatori risultino ottimali.

    Le opportunità già esistono perché a livello normativo la Fifa ha aperto la strada all’erba sintetica per tutti i tipi di competizione, inclusi Champions League, campionato di serie A e Premier League. Sia per le norme che per la tecnologia già esistono le condizioni favorevoli. In Europa abbiamo stadi in erba sintetica in Francia, Svizzera, Olanda, Russia e presto anche in Belgio. In Italia uno stadio in erba sintetica è quello del Novara, in serie B e non c’è alcun vincolo per le squadre di serie A: resta semplicemente una scelta delle società.

    Ma quanto costa un impianto in erba sintetica che garantisca massime prestazioni? Se sono perfette le condizioni del sottofondo, l’appoggio del manto in erba sintetica con gli intasi per un campo da calcio costa attorno ai 400 mila euro. A questo vanno aggiunti solo costi minimi per la manutenzione, con una garanzia che solitamente per le grosse aziende va dai 5 agli 8 anni in base al prodotto . Il ritorno sull’investimento del club è molto alto se si considera che stadi di A , B e Lega pro vengono “rizollati” almeno due-tre volte l’anno, con un costo di 200 mila euro a volta!

    Ok, i puristi penseranno che il gioco del calcio si debba disputare su un campo 105×68, ma siamo nel 2014, e non si possono interrompere le partite e farle riprendere su campi “inguardabili” ed assurdi al limite dell’inagibilità. Basta che nevichi o piova molto, infatti, che la palla assuma un rimbalzo strano, oltre che aumentino le possibilità che i giocatori si facciano male seriamente.

    Dopo aver fatto queste opportune premesse e precisazioni sui vantaggio di possedere un campo di calcio con un prato in erba sintetica , l’avv. Eugenio Gargiulo, noto legale foggiano nonché appassionato tifoso rossonero, propone di sostituire l’attuale prato in erba naturale dello Zaccheria di Foggia con un efficiente e più moderno prato in erba sintetica di ultima generazione che eviti, in futuro, alla neo promossa squadra locale del Foggia calcio di disputare le proprie partite casalinghe su un terreno di gioco che , come è accaduto spesso durante quest’ultima stagione calcistica , appaia, , nonostante le solerti cure dei giardinieri, spelacchiato, duro…insomma un obbrobrio calcistico, come tanti campi di calcio ai margini del dilettantismo.

    Va precisato che , attualmente, in serie A nessun squadra gioca sul campo in erba sintetica; in B Novara, Cesena, Spezia, JuveStabia; in Lega Pro , Carrarese, Entella, San Marino, Pontedera, Pro Vercelli. Ma , alla luce, dei vantaggi sia intermini di efficienza sia di economicità sopra descritti, senza dubbio non si può non consigliare di adottare un moderno prato in erba sintetica , che consentirà ancora di più di oggi ai tanti tifosi rossoneri presenti allo stadio di poter assaporare ancora di più il caratteristico “odore del calcio” che solo i veri appassionati sportivi sanno riconoscere!
    Foggia, 19 maggio 2014 Avv. Eugenio Gargiulo


  • Eugenio Gargiulo

    Da: avv. Eugenio Gargiulo (eucariota@tiscali.it)

    Per l’avv. E. Gargiulo è assolutamente necessaria la stipula di una convenzione tra Comune e società Foggia calcio per l’affidamento in gestione dello stadio comunale “Zaccheria” di Foggia!

    E’ di questi giorni la lettera aperta che il Consiglio di amministrazione del Foggia calcio ha inviato, tramite gli organi di stampa, alla cortese attenzione dei candidati Sindaci -Leonardo Di Gioia, Domenico Fiano, Lucia Lambresa, Franco Landella, Augusto Marasco, Giuseppe Martorana, Luigi Miranda, Vincenzo Rizzi- affinché ciascuno di loro esprima , prima del voto del 25 maggio, la sua concreta volontà ad assumere pubblici ed autentici impegni:
    1.) a garantire che il Foggia Calcio possa iniziare il prossimo campionato di Lega-Pro Divisione Unica stagione 2014-2015 con uno stadio che abbia la capienza di 7.500 spettatori;
    2. )a garantire che il Foggia Calcio prima della fine del campionato 2014-2015 possa disporre di uno stadio con capienza di almeno 12.000 spettatori;
    3. )a garantire che al Foggia Calcio venga assegnato un impianto sportivo cittadino agibile da destinare al settore giovanile entro 6 mesi dalla sua elezione a Sindaco.

    Ma quanto richiesto con preoccupazione dal direttivo del Foggia calcio, già “a priori” si sa che non potrà trovare un riscontro positivo , in quanto, come è ormai noto all’intera cittadinanza foggiana, nelle casse comunali non sussistono le risorse economiche necessarie per compiere quegli interventi strutturali di adeguamento che consentirebbero allo stadio Zaccheria di poter essere agibile per 7.500 posti all’inizio della stagione calcistica 2014-15, e per 12.000 spettatori per la fine della medesima stagione di Lega Pro unica.

    L’unica soluzione perseguibile è allo stato quella proposta dal noto avvocato e tifoso foggiano Eugenio Gargiulo, il quale propone , successivamente alla elezione del nuovo Sindaco di Foggia, la stipula di una convenzione tra il Comune e il Foggia calcio per l’affidamento in gestione dello Stadio Comunale “Pino Zaccheria”.

    L’affidamento potrebbe essere per la durata di 5 anni con decorrenza da agosto 2014 e potrebbe essere finalizzato all’esercizio dell’ attività sportiva e all’organizzazione di ogni altra eventuale manifestazione di carattere sociale, sportivo, artistico e culturale che verrà di volta in volta concordata con l’Amministrazione Comunale. La concessione in gestione riguarderebbe l’intero immobile dello Stadio, l’area esterna da adibire a parcheggio e le superfici relative alla Curva Sud ed alla Tribuna Ovest.

    Il Foggia calcio si dovrebbe assumere l’onere della manutenzione straordinaria, di quella ordinaria di propria competenza, delle utenze (energia elettrica, riscaldamento, acqua sanitaria) a fronte di un modesto contributo di 30.000 euro che il Comune verserebbe al Foggia calcio, oltre a mettere a disposizione della società sportiva l’utilizzo di altri “siti comunali” per l’organizzazione di manifestazioni, eventi e/o incontri in genere, sia di carattere sociale, culturale o sportivo, realizzati anche in reciproca collaborazione.

    La società Foggia calcio , di contro si dovrebbe impegnare , altresì, ad una corretta utilizzazione del terreno di gioco e di tutte le prestazioni, i servizi necessari ed accessori allo svolgimento delle sue attività, a concedere un programma di agevolazioni su biglietti e abbonamenti per i giovani di età inferiore ai 14 anni, per le famiglie e per gli iscritti nei settori giovanili delle altre società del Comune di Foggia, di realizzare iniziative volte a promuovere lo sviluppo del calcio e dello sport in genere, oltre a favorire l’integrazione e la lotta alla discriminazione ed altre iniziative, anche culturali, che promuovono la città per fini turistici, folcloristici e storici, di organizzare manifestazioni a scopo benefico, con il patrocinio dell’amministrazione, nel corso di ogni stagione con l’intento di diffondere lo spirito di sensibilizzazione sociale di simili iniziative con riguardo agli enti del territorio comunale.

    Particolari agevolazioni ed iniziative specifiche dovranno essere attuate nei confronti dei soggetti diversamente abili .

    Il Foggia calcio Srl dovrà, inoltre, nominare un responsabile tecnico addetto alla sicurezza dello stadio comunale “Pino Zaccheria”, predisporre il piano di sicurezza, nominare il responsabile della sicurezza, stipulare apposita polizza assicurativa a copertura degli eventi dannosi connessi con lo svolgimento delle attività all’interno dello stadio comunale, comprensiva della copertura di eventuali danni causati a cose e persone.

    Solo tramite la stipula di una convenzione di tal genere si potrà realizzare quanto richiesto dal Consiglio di Amministrazione del Foggia calcio ai futuri candidati sindaci di Foggia in relazione alla capienza dello stadio Zaccheria. . Considerata l’incapienza delle casse comunali, “tertium non datur”, ovvero non esistono altre possibilità concrete di restituire capienza ed efficienza allo stadio comunale Zaccheria di Foggia!
    Foggia, 20 maggio 2014 Avv. Eugenio Gargiulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This