GarganoManfredonia
"Non c'è stata alcuna vile aggressione"

‘Migrante ammanettato alla ruota dell’auto della Polizia’

Il sindacato ha riferito che due agenti sono stati aggrediti con calci, pugni e oggetti contundenti da circa 50 migranti


Di:

“Non c’è stata alcuna vile aggressione” da parte dei migranti alla polizia nelle campagne di Borgo Mezzanone (Foggia), ma “semplicemente un tentativo di scongiurare l’arresto brutale di una persona trascinata per diversi metri, mentre era già ammanettata, e poi legata alla ruota posteriore della volante della Polizia”. Lo comunica il Comitato lavoratori “Campagne in lotta”, pubblicando su Facebook un video dei concitati momenti dell’arresto, e replicando alle notizie diffuse nei giorni scorsi dal sindacato di polizia Sap.

Il sindacato ha riferito che due agenti sono stati aggrediti con calci, pugni e oggetti contundenti da circa 50 migranti che volevano impedire l’arresto del gambiano Omar Jallow che poi è stato portato via dalla polizia e al quale è stata ora negata la protezione umanitaria.

‘Migrante ammanettato alla ruota dell’auto della Polizia’ ultima modifica: 2018-10-10T18:38:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
10

Commenti


  • Luca

    Aggressione o no, a me non sembra normale che per un arresto si debba essere accerchiati da centinaia di persone che protestano e ti spingono fisicamente per il rilascio, nel video erano solo due poliziotti, poi sono arrivati i rinforzi che si vedono in foto, sinceramente con l’auto accerchiata in 2, con tutta quella gente che protesta animatamente un po’ me la sarei fatta addosso e mi chiedo se si debba lavorare in queste condizioni.


  • Giustiziere

    Ma che fesserie dicono questi del comitato?!?! Dovevano forse farlo fuggire ??


  • stanco dei buonismi gratuiti

    ma andate a c ………. non si ferma al posto di blocco scappa via e gia questo basta e avanza per per chiudere la questione. La legge si rispetta e non continuiamo a confondere gli emigranti con i clandestini.


  • Bufalara Nuova

    Quindi quella della vile aggressione da parte dei migranti alla polizia è stata quindi l’ennesima bufala?

    I bufalai commettono tanti errori, sono ignoranti, gli interessano solo i click sulle fake news, non è difficile sgamarli,
    L’ansia di postare notizie fake gli fa commettere degli errori.
    Ad esempio è facile che una bufalara posti addirittura notizie contro il suo stesso partito (vedi Castelli del M5S).

    COME RICONOSCERE LE NOTIZIE FALSE IN 10 PASSI

    1 – Verifica la fonte da cui proviene la notizia: il sito web, la pagina mission, il modulo dei contatti, le info, il modulo about us.
    In queste pagine troverai informazioni utili ad identificare il tipo di notizie di cui si occupa il sito. Potrai capire se si tratta di un sito di satira, dove le notizie vengono trattate in maniera diversa rispetto ad un sito giornalistico che si occupa di informazione.
    Se la notizia si trova su un quotidiano o un media affidabile (ad es. il Corriere della Sera, la Repubblica…) è molto probabile che essa sia attendibile.

    2 – Controlla l’url del sito da cui proviene la notizia. A volte basta uno spazio o un carattere diverso per trovarsi su un sito di fake. Ad esempio Correre.it è diverso da Corriere.it ma a prima vista potrebbe sembrare lo stesso. Un sito che termina con .com.co è diverso da uno che termina con .com (lo standard per i siti di tipo commercial)

    3 – Dai uno sguardo al layout del sito: ti sembra professionale? E’ una testata giornalistica affidabile, come ad esempio un quotidiano? Le immagini della notizia sono manipolate o sembrano tali? Prova a cercarle in Google o altro motore di ricerca con la ricerca immagini, vedi se sono originali o sono semplicemente state prese dal web.

    4 – I titoli possono a volte essere fuorvianti perchè formulati appositamente per ottenere più click. Non fermarti ad essi ma leggi il contenuto della notizia.

    5 – Scopri se l’autore è identificabile, credibile, reale. Cercalo eventualmente sul web per capire di chi si tratti. In genere chi scrive articoli giornalistici compare con il proprio nome o è facilmente individuabile.

    6 – Se nel testo trovi fonti o link a supporto della notizia cercale o cliccaci sopra per verificarne l’attendibilità. Le fake news in genere contengono false fonti e url falsi. A volte le fonti vengono riportate in fondo all’articolo, in modo che il lettore non le legga. Si è più portati ad approfondire i testi mentre si legge piuttosto che alla fine, quando non si ricorda più cosa di voleva verificare. Le fonti dimostrano che la notizia proviene da una testata giornalistica affidabile, quale un quotidiano? Le vere notizie vengono sempre pubblicate anche da testate affidabili.

    7 – La notizia è stata riportata altrove o è l’unico sito che ne fa menzione? Nel secondo caso è meglio attendere che qualche testata attendibile la riporti e non avere fretta di condividerla.

    8 – Cerca se c’è una data a cui risale la notizia: a volte vengono riproposte vecchie notizie come se fossero d’attualità.

    9 – Usa il tuo buonsenso: la notizia potrebbe essere in qualche modo credibile o possibile? Che sensazioni ti provoca? Spesso le notizie false provocano sentimenti di rabbia.

    10 – Infine, ultimo ma non meno importante, verifica sui siti che si occupano di bufale e fake news se la notizia è presente. Ci sono alcuni siti web che raccolgono le notizie false dal web sia in Italia che all’estero. Tra questi: Il disinformatico, Bufale.net, butac. E’ interessante vedere quante notizie sono riportate su questi siti…. Alcuni stilano veri e propri elenchi di portali che si occupano di bufale e di siti che non sono attendibili come fonte di notizie.


  • Lettore

    Ho visto e ascoltato il tg3, poveri poliziotti. Auguri x una pronta guarigione.


  • Caseificio "San Domenico"

    Perché non vengono requisiti le migliaia di appartamenti sfitti di manfredonia x ospitare decine di migliaia di extracomunitari che vivono nelle baracche?


  • antonella

    @Bufalaro rimbambito..sei un precarizzato mentale…e si vede, a te serve l’assistenza di cittadinanza per direttissima…ma il tso te lo hanno gia fatto vero??? Mi raccomando riposati che non stai bene….magari trovati un hobby…tipo, contare i granelli di sabbia…😂😂😂 magari il bruciore passa😂😂😂


  • Bufalara Nuova dell'Est

    Lingua battere dove dente duole.
    Quando parlare di bufale, subito arrivare bufalaia.

    l tunnel del Brennero vede solo Toninelli,
    tunnel senza fondo in cui gente come lui sta trascinando nostro Paese, invece vediamo tutti, purtroppo!

    Toninelli che si inventa il tunnel Brennero, ennesima dimostrazione che M5S nasce soprattutto dal misero fallimento sistema scolastico.
    I somari, quelli che tutta classe aspettava che venissero interrogati per riderci su, adesso sono ministri.

    E secondo Salvini io che ho pagato tutte tasse, dovrei finanziare governo comprando bot e lui fa condono sopra i 100 mila € per i furbi che hanno evaso fisco?
    Salvini e suoi seguaci tutti persi nel tunnel del Brennero con Toninelli.


  • La verita

    Sta sempre qualche -che difende queste -adesso lo avete ammanettato vicino la ruota bene. non lo sciogliete portatelo cosi in caserma.deve girare –


  • Immigrato

    Antonella ma che problemi hai? ci sono i video. gli hai visti? è una bufala. ma non credi che se 50 persone pestassero qualcuno li avrebbero uccisi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This