Cronaca
Nota stampa

Maria Teresa Infante all’Università del Crocese


Di:

Foggia.  Venerdì 9 novembre, presso l’Aula Magna dell’Università del Crocese -Scuola di Tradizioni-Assessorato alla P.I. del Comune di Foggia, Maria Teresa Infante ha incontrato gli alunni del “Crocese”, nelle ore di lezione dei docenti Giorgio Pellicano e Angelo Capozzi.

Ha presieduto l’incontro l’Assessore alla P. I. Claudia Lioia, la quale si è complimentata con l’azione culturale e sociale dell’Università del Crocese, invitando, nel contempo,  il Crocese, ad una maggiore presenza sul territorio.

Sono stati letti brani del romanzo di M.T. Infante, nonché  alcune poesie che sono a corredo del libro.

Il tema, che è poi anche il titolo del romanzo da lei scritto, “Il Richiamo”, vuole trattare la condizione psicologica di un moderno dauno, che dopo essere stato per quarant’anni a Torino, ritorna al Sud per la morte del padre e qui, in una vera e propria resa dei conti con se stesso e col suo passato, si riappropria delle radici che, comunque, in tanti anni, lo avevano tenuto legato alla sua terra di cui ora ne “scopre” i grandi valori e la bellezza.

Il contenuto del romanzo è stato molto apprezzato, perché in linea con i programmi della nostra Scuola.

Il dibattito che ha fatto seguito alla presentazione dell’argomento, ha messo ben in evidenza che la “scoperta”, da parte del protagonista, della grandezza del nostro territorio e della sua storia, non deve essere un’operazione di tipo nostalgico, ma di riconoscimento della ricchezza delle proprie radici per poter affrontare il nuovo, il mondo moderno, lontanissimo da quello tradizionale.

Ma la vera forza della proposta di M. T. Infante scaturisce dal suo lavoro letterario, per certi versi un vero capolavoro. La sua scrittura è efficace, gradevole; altalenante tra una prosa-poetica e una poesia-narrata.

La sua è una lettura che stupisce, che in alcuni momenti ci lascia senza fiato per la bellezza del suo narrato.

M.T. Infante ci ha svelato che il romanzo lo ha scritto di getto, in una condizione di catarsi ed è proprio di quella catarsi che si nutre il lettore del suo romanzo.

L’Assessore Lioia, avrebbe dovuto abbandonare l’evento per altri impegni, ma affascinata dall’opera di Maria Teresa è rimasta fino alla fine, complimentandosi  con l’autrice  per sua bravura, per la sua arte.

La pluripremiata Infante non è più una semplice promessa della letteratura dauna, ma una certezza, un  punto di riferimento insostituibile, un vanto per la nostra terra di Capitanata.

 

Maria Teresa Infante all’Università del Crocese ultima modifica: 2018-11-10T10:07:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This