Manfredonia

Dissesto Comune Zapponeta, Miscia firma delibera (I DEBITI)


Di:

L'ex sindaco di Zapponeta Savino Di Noia, favorevole nel 2011 alla dichiarazione di dissesto per il piccolo Ente del Basso Tavoliere (ST)

Zapponeta – SOTTOSCRITTA, con delibera del Commissario straordinario
dott.ssa Nicolina Miscia, con i poteri del Consiglio Comunale, la delibera n. 12 del 10 dicembre 2012, avente oggetto la dichiarazione di dissesto del Comune di Zapponeta, ai sensi dell’art.246 T.U.E.L.

La delibera con annessa relazione dettagliata del Revisore dei Conti
il dott. Martino Mignogna di Foggia, nella lunga relazione di 30 pagine, descrive la situazione contabile e finanziaria dell’ente Zapponetano. Quella che emerge è una situazione di dissesto già prevista: nel settembre 2011 l’allora capo dell’opposizione, nonchè l’attuale segretario cittadino del PD dott. Savino Di Noia aveva parlato a Stato di “20 milioni di euro di debiti per Zapponeta”, l’Ente “più indebitato d’Europa”, correlando somma del debito con il numero di abitanti (circa 3.400).

Anche l’ex opposizione di “Giovani e Futuro”, guidata da Fabio La Macchia, aveva denunciato in Consiglio Comunale e a Stato “la disperazione dell’amministrazione Rizzi nell’affrontare gli elementari e quotidini provvedimenti amministrativi nel novembre 2011″. Già durante l’approvazione del bilancio di previsione 2011 La Macchia sostenne che “il bilancio consuntivo 2010 non era veritiero”. “Abbiamo già dichiarato, in occasione dell’approvazione del consuntivo, che il bilancio non era né congruo, né coerente, ma lo approvammo, insieme alla maggioranza, con la promessa da parte del sindaco di inserire successivamente tutti i riferimenti dei debiti. Oggi, invece, constatiamo una situazione debitoria identica al mese di luglio, che sta a significare che il sindaco Rizzi non ha mantenuto la promessa”. “E’ bene evidente, quindi, la vostra difficoltà nell’amministrare la cosa pubblica”, disse tra l’altro La Macchia.

In occasione del Consiglio comunale del 6 giugno 2012, nel quale si era discusso ed approvato (8 voti a favore e 3 contrari) il bilancio consuntivo il capogruppo di “Giovani e Futuro” aggiunse: “Nell’agosto 2011 l’opposizione votò a favore del bilancio che sapevamo essere né congruo e né coerente. Tuttavia lo approvammo insieme con la maggioranza – disse La Macchia – così rispondendo in modo positivo alla richiesta del Sindaco Rizzi di un gesto di amore nei confronti del nostro paese. Ed è in quella occasione che ci facemmo promettere che l’anno seguente, ovvero nel 2012, si facesse chiarezza e si mettessero a nudo quelli che erano i veri conti o meglio i debiti del nostro Comune. Non si può ascoltare in piazza, in occasione dei comizi della Maggioranza, che ‘il Comune è intasato di debiti’ e poi, oggi, scoprire un bilancio in equilibrio, con addirittura un avanzo di gestione, cosa che sappiamo assolutamente non corrispondere al vero”. A questo si aggiunge anche la voce del consigliere Giuseppe Castigliego: “Perché dobbiamo accollarci dei debiti che noi non abbiamo fatto? Facciamo chiarezza una volta per tutte sui conti reali del nostro comune e facciamo pagare i veri responsabili di questo disastro”.

Oggi 10 dicembre 2012, il revisore dei conti dott. Martino Mignogna, con protocollo 7251 del 10/12/2012, relaziona sulle cause che hanno portato alla dichiarazione di dissesto e alla quantificazione dei debiti del comune e all’elenco del passivo. Cita: “sommando i debiti certi liquidi ed esigibili maturati dall’Ente pari a €4.458.962,08 di cui i debiti fuori bilancio per 453.466,60, il contenzioso civile di €1.493.086,00, importo quest’ultimo destinato a crescere notevolmente e lo scoperto di tesoreria alla data del 28.11.2012 pari ad €205.734,38, per un totale complessivo psari a € 6.157.782,46″

Il già capogruppo consiliare di Giovani e Futuro Fabio La Macchia (ST)

Da aggiungere inoltre i dati emergenti dai mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti e la Bnl. Nella citata relazione vengono anche descritte le princiapli cause del dissesto:
– Utilizzo di fondi a destinazione vincolata.
– approvazione tardiva del rendiconto 2009.
– mancato rispetto degli equilibri di parte corrente nel 2009.
– assenza di veridicità del conto di bilancio 2009.
– ricorso nell’esercizio finanziario 2009 e seguenti dell’anticipazione di tesoreria in maniera costante e ai limiti delle disponibilità accordate dal tesoriere.
– ente strutturalmente deficitario a causa del superamento dei limiti di deficitarietà strutturale di cui all’art. 242 del Tuel
-mancato aggiornamento degli inventari dei beni mobili ed immobili.
– ecc. ecc.

FOCUS
ALL.DELIB.COMM.STRAORD.N.12 DEL 10.12.2012 1^PARTE0001
ALL.DELIB.COMM.STRAORD.N.12 DEL 10.12.2012 2^PARTE0001
DELIB. COMM.STRAORD. N.12 DEL 10.12.20120001

Redazione Stato@riproduzioneriservata


Slide

Dissesto Comune Zapponeta, Miscia firma delibera (I DEBITI) ultima modifica: 2012-12-10T23:13:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • per tutti

    la verità viene a galla meditate…


  • Totò

    VERGOGNA, se non siete buoni andate a cogliere le PATATE


  • Che fare?

    Ora ci restano solo due strade da percorrere, o linciare gli esecutori di questa disfatta oppure tutti insieme rimbocchiamoci le maniche per rimettere il comune in sesto.
    A voi cari cittadini l’ardua sentenza…….


  • per tutti

    dici attenzione a quello che si scrive ..perchè quello che si è detto prima non era verità….


  • verità

    perchè rizzi nascondeva i debiti?


  • Attenzione!

    Signori tutti attenzione a quello che si scrive perchè ora la situazione è delicatissima………..


  • il sig .nessuno e no voglio essere nessuno

    ci vuole questa lezione ci serve in futuro si vota solo perche e un nostro famigliare no perche merita ora stanno uscendo come funghi tutti gli ex canditati fabio e meglio se stai al tuo posto sei un giovane che puoi dare molto ma si pegg di chid se volevi salvare il comune come dici ti univi al pensiero del dott. savino di noia a sempre avvisato alla popolazione delle gravi condizione del comune poi riguardo rizzi e stato grande la sua sfortuna e stato di trovare de giovani con poca serieta’ si pensavano che il comune offrisse 1000 € al mese no meritavano neppure il gettone di presenza e ridevano pure alla firma per fare cadere la giunta comunALE RICORDATEVI CHE DIETRO UNA VOLPE GIOVANE Cè SEMPRE IL VOLPONE DIETRO per i due locali di pagate perche per quasi 10 anni arc ve salvot i culo e i guadagni erano puliti al 100%

  • x il sig. nessuno e no voglio essere nessuno, ora che vai alla palestra, faresti bene ad andare prima al doposcuola che ti farebbe bene! prima di esprimere un pensiero giusto o sbagliato, scrivilo su un pezzo di carta, te lo fai correggere da qualcuno che ha fatto almeno 3° media e poi lo ricopi sui commenti, mi spiego meglio: è senza accento, ha senza h. roba da 1° elementare.
    x quanto riguarda io e il dott. DiNoia, stiamo bene dove stiamo lui al partito suo, io al mio.
    se vuoi salvare Zapponeta, fatti avanti.
    ti appoggerò nelle tue idee.
    però fatti avanti.
    un abbraccio, saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This