Cronaca

Mazzei: “Istituti non vedenti, 2 pesi e 2 misure tra Lecce e Bari”


Di:

Bari – “Il ‘Bari-centrismo’ di questa sinistra regionale si fa sentire non solo quando si parla di opere e investimenti, ma anche di tutela delle fragilità sociali. Lascia di stucco la progressiva riduzione dei contributi per l’istituto per ciechi ‘Anna Antonacci’ di Lecce, con una significativa disparità di trattamento rispetto ad analoghe realtà baresi. È bene che la Giunta regionale sappia che, qualora non decidesse di ripristinare il principio di uguale trattamento, non resterò spettatore silenzioso e organizzerò proteste sul territorio con i cittadini leccesi”. Lo dichiara il consigliere regionale di Forza Italia, Luigi Mazzei, che ha depositato la seconda interrogazione consiliare a riguardo.

“L’istituto ‘Anna Antonacci’ – aggiunge – svolge attività di prevenzione, diagnosi e riabilitazione dei soggetti ciechi e ipovedenti in età evolutiva, giovane e adulta, offrendo un servizio gratuito di alta professionalità. Ho presentato, il 23 settembre 2014, un’interrogazione senza ricevere risposta, sulla mancata erogazione dei fondi ex legge 284, stanziati dal ministero della Salute all’istituto leccese. Per l’integrazione scolastica 2012/2013, ‘Antonacci’ ha ricevuto 78 mila euro, e per il 2013/2014 circa 84 mila euro. Per l’anno in corso, invece, il contributo è di 50 mila euro, mentre per l’Uic Consiglio regionale Puglia è di 100 mila euro.

Ora, la legge non prevede disparità di trattamento tra istituti ed in questi anni i fondi sono sempre stati erogati equamente tra le realtà leccese e barese. Tranne quest’anno dove, forse a causa delle prossime elezioni regionali, la Regione ha deciso di mortificare un istituto che svolge una funzione encomiabile di sostegno e supporto sociale e sanitario ai non vedenti. Pertanto, ho depositato l’ennesima interrogazione a cui auspico di ricevere non solo una risposta, ma anche un riscontro concreto che ridistribuisca i fondi con equità.

Per Pd e Sel – conclude – il nostro territorio sarà di serie ‘b’, ma noi non accettiamo i due pesi e due misure con cui si governa una Regione finanziata anche dai cittadini salentini che pagano, al pari dei baresi, tasse salatissime”.

Redazione Stato

Mazzei: “Istituti non vedenti, 2 pesi e 2 misure tra Lecce e Bari” ultima modifica: 2014-12-10T17:48:38+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This