Cronaca

Triggiano, per futili motivi scatenano rissa: quattro arresti


Di:

carabinieri Ba (immagine d'archivio)

carabinieri Ba (immagine d'archivio)

Triggiano – SCATENANO una rissa per futili motivi e così quattro persone di Triggiano finiscono in manette. Si tratta di due cognati di 37 e 38 anni e di un padre e un figlio, rispettivamente di 43 e 23 anni, tutti incensurati, fatta eccezione per il più piccolo dei contendenti, arrestati sabato pomeriggio in quel centro dai Carabinieri della locale Compagnia con l’accusa di rissa aggravata e lesioni personali. Una telefonata giunta sul 112, che ha segnalato una rissa in corso in quella via Cartesio, ha fatto convergere nel luogo indicato una “gazzella” del Nucleo Radiomobile. Lì i carabinieri hanno trovato tre persone, identificate nei due cognati e nel 43enne, che stavano discutendo animatamente. Pochi istanti più tardi, invece, è sopraggiunta una quarta persona, poi identificata nel 23enne, il quale appena è sceso dalla propria vettura, incurante della presenza dei militari impegnati nel far chiarire la vicenda, si è scagliato contro il 38enne, sferrandogli calci e pugni. A questo punto, poiché gli altri tre non sono rimasti a guardare, si è innescata una vera e propria rissa, con calci e pugni sferrati all’impazzata. È stato indispensabile ricorrere ai rinforzi per riuscire a placare gli animi e ripristinare l’ordine. Ciò nonostante, due militari hanno riportato lesioni al volto e alle braccia a causa dei diversi colpi ricevuti “gratuitamente” dagli esagitati, nel tentativo di dividerli.
I carabinieri, così, hanno potuto accertare che la zuffa era scaturito da un diverbio sorto per un sinistro stradale occorso poco prima ad uno dei contendenti. Inevitabile, a questo punto, l’arresto per i quattro, poi associati nel carcere di Bari, non prima di essere stati soccorsi da personale medico del locale ospedale, a seguito delle diverse lesioni riportate durante la contesa.

Triggiano, per futili motivi scatenano rissa: quattro arresti ultima modifica: 2010-01-11T15:24:24+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This