Manfredonia
Tale disposizione non rientrerebbe nelle competenze del Comune, ma solo dell'autorità portuale

L’ira dei pescatori: “Ci tolgono il mercato ittico per i laboratori di Carnevale”

"Questo è un atto provocatorio che viene da due settimane di sciopero da parte dei pescatori per altri motivi legati ai permessi per il rossetto"


Di:

Manfredonia, 11 febbraio 2019. Clima teso questa mattina al Mercato Ittico di Manfredonia. Due volanti della Polizia Municipale, accompagnate dal dirigente comunale Sipontina Ciuffreda, hanno dato ordine ai pescatori presenti di sgomberare l’edificio per lasciar spazio ai laboratori del Carnevale: «Sono arrivati questa mattina otto operatori della polizia municipale e la signora Ciuffreda, con tono minaccioso, ci ha ordinato di consegnare loro le chiavi dello stabilimento. Tutto ciò è assurdo, la nostra categoria è al lastrico ma il Carnevale sembra essere più importante», affermano i pescatori testimoni della vicenda, attualmente in protesta per i permessi del rossetto. Tale disposizione rientra nell’autorità del Comune? No, secondo l’opinione dell’avvocato Lorenzo Troiano: «Le chiavi di questo edificio appartengono alle società cooperative che qui operano. Voglio precisare che solamente l’autorità portuale ha tale potere. Già sabato mattina alcuni dipendenti del Comune mi hanno chiamato avvisandomi della cosa, ma c’era un iter da seguire prima di consegnare, in maniera del tutto tranquilla, le chiavi dello stabilimento. Avevamo concordato di fare questa mattina alle ore 12.00 un inventario degli oggetti di valore presenti nell’edificio perché, in caso fosse successo qualcosa, ne sarebbe stato responsabile personalmente il custode. Invece si sono presentati qui in maniera del tutto arbitraria e non dovevano permettersi. Riguardo il diritto delle cooperative di restare qui, c’è stato un accordo tra i rappresentanti della categoria e il concessionario, cioè il Comune: le cooperative si impegnavano al rilascio bonario dell’edificio nel momento in cui fosse stato decretato il vincitore della nuova gara. Non sappiamo nulla sui risultati della gara, solo che c’è un vincitore ma che non c’è ancora nulla di concreto. Il Comune tuttavia aveva già denunciato penalmente tutti i presidenti delle cooperative e, nel corso della transizione, fu accordato il ritiro di quelle denunce. Cosa mai avvenuta poiché, tecnicamente, procedendo d’ufficio la cosa è impossibile. Si è trattata quindi di una presa in giro.»  Come si può leggere nell’accordo bonario tra le due parti infatti, l’ente comunale dichiara di rinunciare ad ogni possibile azione in sede civile a condizione di un versamento, da parte dei presidenti delle cooperative, di un rimborso spese (regolarmente già pagato) per le utenze del mercato ittico.

L’assessore Innocenza Starace è giunta sul posto per ascoltare le ragioni dei pescatori: «Questo accadimento interrompe un percorso che avevamo intrapreso basato sul dialogo. Non mi aspettavo che si arrivasse ad una cosa del genere oggi, poiché erano in corso delle transazioni con il Comune, e non è nelle mie corde. Non vi nascondo che ho pensato anche alle dimissioni, nel caso il sindaco non darà ascolto alle mie ragioni e non mi permetterà di svolgere il mio ruolo politico. Sono fiduciosa ancora una volta che il dialogo potrà servire ed essere utile a questa categoria che amo molto.»

I pescatori hanno le idee chiare: «Questo è un atto provocatorio che viene da due settimane di sciopero da parte dei pescatori per altri motivi, quali il blocco dei permessi del rossetto. In questo periodo di rimostranze nessun esponente di alcun partito politico è venuto a darci supporto, al di fuori di Innocenza Starace che ringraziamo».

L’ira dei pescatori: “Ci tolgono il mercato ittico per i laboratori di Carnevale” ultima modifica: 2019-02-11T22:18:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
24

Commenti


  • Mercato ittico come circolo privato

    Lorenzo Troiano vai a raccogliere le bastonate a Zapponeta.Non strumentalizzare lo sciopero del bianchetto, con un mercato ittico occupato dai pescatori con bar e circoletti, con spese Enel e Acqua a carico del comune e quindi di tutti i cittadini di Manfredonia. Il mercato usato come circolo privato, mentre il pescato viene scaricato sui moli direttamente ai commercianti.Fate lavorare i ragazzi, che hanno una funzione sociale e di economia per il paese tramite il Carnevale.


  • Club Civilis

    Mercato ittico usato come un Club Civilis, panzador si fa i soldi, e il Comune paga le spese.


  • Deluso dal PD e non solo

    C’è sempre la mano di Pinocchio


  • Ietvenn

    Il mercato ittico è utilizzato come club dai pescatori, lo sanno anche fuori provincia.


  • sasa

    ke faccia tosta sti pescatori!


  • stufo

    Commissario prefettizio!


  • Manco un telaio entra nel mercato

    Lo sciopero non c’entra nulla con questa situazione, dovevano lasciare il mercato Ittico da mesi.Il mercato ittico una bellissima struttura ridotto a dopo lavoro e come ritorno economico per pochi che l’hanno occupato.Nel mercato non viene portato un telaio di pesce, venduto direttamente dalle barche ai commercianti.Il Comune non ci guadagna nulla, ci ha rimesso per anni bollette dell’acqua ed ENEL. Liberate il locale e lasciate che i ragazzi svolgono le loro attivita’. Un paese vergognoso, occupano un locale ad uso e consumo privato, poi abbiamo pure un assessore e avvocato che li difendono pure, magari le bollette le pagano loro anziche’ i cittadini.Poi si lamentano di Pinocchio, e questi che hanno creati danni alla struttura e ai conti del Comune?? Troiano paga tu le spese.


  • jetvinnn sti favzin

    camin jetvinnn…..scaricate il pescato in altri luoghi da non si capisce quanto…..siete responsabili del fallimento anche voi..

    poi che i luoghi in questiona la notte sono scenari poker ed altro…..


  • IL BELLO

    I pescatori rivendicano il mercato ittico.
    Ma quanti di quei pescatori consegnano il pescato al “fosso” ?
    Il fosso per i pescatori sono i magazzini dei commercianti di pesce


  • Nino Frassica

    Quindi secondo l’avv Troiano comune e autorità portuale stanno scherzando…..secondo me stai sbagliando alla grande…….il mercato è dell’autorità portuale ma per ora è affidato al comune fino a che non sarà affidato ai nuovi vincitori.Quindi morale della favola il comune ha pieni poteri di fare cio che vuole….Oggi il mercato dovrebbe essere chiuso ma c’è ancora gente all’interno…… e non aggiungo altro


  • Nino G.

    Vai Riccardi ti vogliamo come ai vecchi tempi quando eri come Salvini e usavi il pugno di ferro.Siamo con te


  • gigi

    pure al mercato ittico come al miramare dove c’e gente che lavora e fa soldi con la corrente pagata dal comune(cioe da noi)


  • Buon modo

    2 settimane di sciopero? Ma perché dire pure di questo tipo di bugie?Siate seri.Mercoledì scorso e giovedì qualche barca ha lavorato.Tre giorni lavorativi di sciopero e altri giorni venerdì sabato e domenica scorsi non lavorativi,oggi cattivo tempo.PWR acquisire credibilità si dice il giusto.


  • gabriele

    Sono 2 settimane che questi fanno sciopero (scioperano perchè non vogliono rispettare le regole), e adesso si lamentano perchè il loro club viene utilizzato per qualche giorno per il carnevale.

    Tra l’altro, se guardate su facebook, loro sono i primi ad andare a ballare e divertirsi in queste giornate, altro che lamentarsi.

    Come dice nordico verde che a breve ci dominerà tutti…LA PACCHIA E’ FINITA!!!


  • Tritone

    A quando il prefetto aprirà le indagini sul mercato ittico agli affidatari della gestione.


  • Pescatore

    Io mi dissociò,non approvo perché la struttura era nostra e non ce ne siamo serviti adesso facciamo finta che ci appartiene la cosa che non capisco e cosa centra il carnevale con lo sciopero e col fatto che non abbiamo ritirati i permessi chi ci capisce ci patisce

  • X stufo che scemo che sei prenditi l’accompagnamento


  • Avv.iamento

    .Vorrei consigliare : In riferimento agli art.633, 639 bis, e 677 co.2 ,CP caro è una causa persa e viziata in partenza.Cordiali saluti.


  • Leoni da tastiera

    Da quant quaquaraquà da tastiera, vi voglio vedere ai ristoranti senza pesce. A costo di buttarlo in piazza del popolo mentre fate il Carnevale. Na Mass d lengbiang senza Pall


  • Leo Frascati

    Ma per tutto questo tempo gli amici pescatori cosa hanno fatto ? Venduto il pesce nei magazzini, gestione poco oculata della struttura con aggravio dei costi per la comunità per ogni anno di quasi 600 euro, le Cooperative non hanno mai pagato il canone, e altri tributi alla P.A e tutto questo ha causato il fallimento della categoria e dell’intera attività commerciale di Manfredonia.

    PS. Per quel che concerne il carnevale, ci sono altre priorità più importanti nella nostra città .


  • Orgoglioso di essere pescatore

    Non capisco questo odio che avete verso i pescatori,parlate parlate ma non sapete un cazzo di quello che il governo e l,’Europa ci stanno facendo e non riguarda solo i pescatori ma tutti .mangerete pesce cinese e latte che non si sa da dove viene ,guardate la Sardegna guardate i contadini pugliesi e italiani non avete ancora capito che ci vogliono far mangiare i la merda che importiamo


  • Liberate il mercato ittico

    I pescatori piangano i loro mali,se il pesce viene portato ai magazzini bypassando il mercato ittico ,vuol dire che non serve,quindi liberatelo!Non puo’ essere usato come un circolo privato a spese dei cittadini.Le cooperative sono finanziate dai pescatori,quindi ho pagano il canone e spese acqua ed enel oppure devono andare via.Il commissario deve fare luce sulla gestione del mercato,se qualcuno ha sbagliato paghi.Non devono pagare i cittadini,pagando tasse piu’ alte per coprire buchi fatti dai pescatori.Il circoletto per giocare al poker fatelo altrove.Sindaco intervenga oppure e’ complice anche lei.


  • Dello santi Matteo

    Sono d’accordo con il commento precedente ma voglio fare una domanda cioè quanti di questi pescatori frequentavano il mercato ittico e mettevano all’ asta il proprio prodotto? Qualche vostro collega pescatore mi ha riferito che nessuno di loro portava il prodotto al mercato ittico., di conseguenza si è chiuso o meglio ha indotto alla chiusura ……..


  • Pescatore che ama il mare

    Voi sapientoni che odiate i pescatori non capite nulla di quello che sta accadendo ,vogliono che la pesca italiana come i contadini devono sparire ,vi faranno mangiare la porcherie che arrivano dalla Turchia Cina ecc ecc.per quando riguarda il mercato ittico non è mai andato in funzione la colpa è stata di chi lo gestiva che non ha fatto nulla per farlo funzionare provocando così la fuga di molti armatori,facendo così fallire il mercato e arricchire i grossisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This