Manfredonia

Vertenza Abb-Comemsud, lavoro al Nord per metà degli occupati


Di:

ComemSud di Manfredonia (immagine d'archivio)

ComemSud-Manfredonia

Foggia – “I livelli istituzionali della provincia di Foggia e della Regione Puglia intendono perseguire, in modo chiaro e limpido, l’obiettivo della massima e totale tutela dei livelli occupazionali e del mantenimento sul territorio del know how maturato in questi anni di attività”. Questo l’esito del vertice tenutosi ieri a Bari per affrontare e discutere della vertenza della società ABB-COMEMSUD S.r.l., azienda che produce componenti per trasformatori e quadri elettrici, che ha annunciato di voler delocalizzare la produzione nel Settentrione d’Italia Comemsud, intervento sindacati. e Comemsud, intervento Lallo e Comemsud, silenzio della dirigenza .

IL VERTICE DI BARI – Al vertice di ieri erano presenti, oltre ai vertici aziendali, gli assessori alle Politiche del Lavoro della Provincia di Foggia e della Regione Puglia, Leonardo Lallo ed Elena Gentile, e l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Manfredonia, Antonio Angelillis. La posizione espressa in modo unanime dalle Istituzioni si è mossa in conformità con quanto già emerso al termine della riunione tenutasi nelle scorse settimane presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico. Il confronto con i vertici dell’azienda si è avviato sulla base della volontà istituzionale di non perdere né posti di lavoro né quel bagaglio di professionalità che i lavoratori hanno accumulato sino ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi. Il vertice si è concluso con l’impegno comune a riaggiornare la discussione, così da permettere a Comune, Provincia e Regione ciascuno per le proprie competenze di formulare delle controproposte alle intenzioni manifestate dall’azienda. I tre assessori hanno dichiarato al termine del vertice la propria disponibilità al confronto, ribadendo contestualmente che “la difesa del patrimonio di occupazione e professionalità dei lavoratori dell’azienda è una priorità per la quale sono pronti a battersi sino in fondo”.

CAMPODIPIETRO A STATO: OCCUPAZIONE AL NORD ? PER META’ DEGLI OCCUPATI – Contattata da Stato, la segretaria provinciale della Fim-Cisl Filomena Campodipietro ha preannunciato un nuovo vertice relativamente alla situazione occupazionale dello stabilimento di Manfredonia della Abb-Comemsud, fissato per i prossimi giorni a Bari, nella sede regionale, mentre un tavolo tecnico, a livello industriale, è stato fissato nella sede di Assoindustria di Foggia. “La decisione di chiudere lo stabilimento di Manfredonia (Località Pariti, probabilmente a dicembre 2010 ndR) è stato dettato – dice Campodipietro – unicamente da una logica interna della multinazionale svizzera, dovuta sia alla posizione logistica dello stabilimento (a 800 km dalla casa madre veneta ndR) e dunque per gli eccessivi costi di gestione”. Da parte loro i sindacati hanno rimarcato alla ditta la possibilità di riutilizzo dei fondi derivanti dal III protocollo aggiuntivo del Contratto d’Area di Manfredonia: “ma la ditta non ne ha fatto una questione di investimenti o di riduzione delle commesse – dice Campodipietro – la volontà di chiudere è dettata unicamente per una questione di riorganizzazione produttiva della multinazionale”, con lo stabilimento di Manfredonia, quindi, che sarebbe risultato in “esubero” rispetto alle logiche aziendali della multinazionale svizzera. E la proposta fatta ai 25 occupati di essere assorbiti nella casa madre del Settentrione d’Italia ? “Una proposta che come sindacati non abbiamo neanche preso in considerazione – dice Campodipietro – anche perchè crediamo che l’offerta potrebbe riguardare solo la metà degli occupati attuali della Comemsud di Manfredonia”. Dunque un’altra chiusura per una ditta del Contratto d’Area dell’area, per una questione di riorganizzazione logistica, diversamente dalla Imar, sulla quale anche incombe il rischio della chiusura: “ma in questo caso – dice Campodipietro – la questione è relativa unicamente ad una riduzione di commesse, per ora la ditta Vertenza Imar, ricorso alla Cigs sta facendo ricorso, in tutte le forme e termini, agli ammortizzatori sociali a propria disposizione”.

Vertenza Abb-Comemsud, lavoro al Nord per metà degli occupati ultima modifica: 2010-05-11T18:35:04+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This