Edizione n° 5373

BALLON D'ESSAI

TURISMO // Erling Haaland al Gino Lisa, ha scelto il Gargano per le sue vacanze
20 Giugno 2024 - ore  14:42

CALEMBOUR

"GIU' LE MANI" // Manfredonia. “Giù le mani”, tutto sull’inchiesta. Avviso conclusione indagini per 10 (NOMI)
19 Giugno 2024 - ore  21:35

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

ROSSI È morto Nazzareno Agostini, storico motociclista della Rai

Anche Virgilio Rossi, giornalista di Radio Informazioni Corsa e motociclista come Agostini, ha voluto ricordarlo su Facebook

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
11 Giugno 2024
Il profilo // Prima pagina //

È venuto a mancare Nazzareno Agostini, all’età di 58 anni. Storico motociclista della Rai, era noto per il suo lavoro durante le corse ciclistiche come il Giro d’Italia e per il supporto su strada nelle trasmissioni come Linea Verde. Agostini è stato colpito da un infarto. Nato a Sant’Angelo in Vado, in provincia di Pesaro e Urbino, viveva da anni a Roma. Lascia una moglie, due figli, due sorelle, i suoceri, il cognato, i nipoti, a cui era molto affezionato, e numerosi amici e colleghi dentro e fuori il mondo della Rai.

Sul Resto del Carlino, la sorella ha rilasciato una testimonianza toccante: “Siamo distrutti. Nazzareno non aveva mai avuto sintomi premonitori, era in buona salute. Durante la notte ha accusato dolori al petto e la moglie ha immediatamente chiamato il 118. I sanitari sono arrivati rapidamente e hanno seguito il protocollo previsto, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare”.

Anche Virgilio Rossi, giornalista di Radio Informazioni Corsa e motociclista come Agostini, ha voluto ricordarlo su Facebook: “Di Nazzareno Agostini ho tanti bei ricordi, fin da quando io ero ancora un motociclista come lui.

Un giorno, quasi al termine di una tappa della Tirreno Adriatico a Venafro, ho avuto un piccolo incidente con la mia Ducati ST2. Sono uscito illeso e mi sono avviato verso l’officina più vicina a Frosinone, con la moto a velocità ridotta. In autostrada, un camion mi ha suonato alle spalle: era Nazzareno, che stava trasportando le moto della Rai alla partenza della tappa del giorno dopo. Non ha esitato a fermarsi alla prima piazzola: mi ha aiutato a caricare la moto e mi ha accompagnato al concessionario. Era una persona generosa, un grande amico e un eccellente pilota, un degno erede del leggendario Vittorio Agrati, motociclista Rai ai tempi di De Zan, Giorgio Martino e Giacomo Santini. Francesco Simula si fidava di lui per la propria sicurezza durante le gare, perché era impegnato a riprendere ogni fase della corsa con la telecamera. Ciao Nazzareno, la tua improvvisa scomparsa mi ha colpito profondamente. Un abbraccio sentito ai tuoi cari da parte mia e di tutto lo staff del #radioinformazioniofficial della Lega Ciclismo Professionistico”.

Per ulteriori dettagli, visitate Fanpage.it.

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.