Edizione n° 5373

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

INVESTIMENTO Ex Ilva: gli ucraini di Metinvest visitano lo stabilimento di AdI a Taranto

La delegazione è interessata ad altri investimenti in Europa. Ieri l’incontro con i commissari straordinari di Acciaierie d’Italia

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
11 Giugno 2024
Cronaca // Taranto //

Una delegazione di Metinvest, giunta dall’Ucraina, ha visitato lo stabilimento di Acciaierie d’Italia (ex Ilva) a Taranto, trovando molte similitudini con gli impianti Azovstal di Mariupol, distrutti dai bombardamenti russi. Composta da cinque membri, la delegazione si è dimostrata molto interessata all’acquisizione degli asset, soprattutto per la disponibilità di materie prime, che Metinvest possiede, ma per le quali non ha più impianti produttivi funzionanti a causa della guerra.

Metinvest sta già investendo in Italia, come dimostra il progetto a Piombino per un forno elettrico da 2 miliardi di euro, che darà lavoro a circa 1.500 persone. Questo progetto dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno. L’amministratore delegato di Metinvest, Yury Ryzhenkov, ha dichiarato l’intenzione di iniziare a investire in Italia prima di estendere il modello in altri siti, evidenziando il bisogno italiano di laminati a caldo.

La visita della delegazione ucraina comprendeva rappresentanti del ramo Mergers and Acquisitions, che hanno incontrato i commissari di Acciaierie d’Italia e visitato diversi impianti, tra cui laminatoi, sporgenti portuali, altiforni e acciaierie. Gli ucraini hanno poi proseguito il loro tour negli stabilimenti di Genova e Novi Ligure.

A differenza della delegazione indiana di Vulcan Steel e Steel Mont, che ha visitato lo stabilimento la scorsa settimana, Metinvest sembra avere una struttura societaria più solida e un interesse più marcato per l’acquisizione. Le prime impressioni sulla condizione degli impianti di Taranto sono state negative, ma non senza speranza: gli ucraini hanno notato che i problemi sono dovuti alla mancata manutenzione della precedente gestione ArcelorMittal, piuttosto che a un’obsolescenza irreparabile.

Con la visita di Metinvest si concludono, per ora, le visite dei potenziali investitori per l’ex Ilva, anche se permane un interesse da parte di Arvedi.

Nel frattempo, Acciaierie d’Italia ha nominato Angelo Colucci come nuovo responsabile della supply chain. Colucci, con un’esperienza significativa nel settore della logistica, assume la gestione della supply chain, dei servizi marittimi e del polo logistico di Marghera, garantendo un presidio unitario e specifico su tutta la catena dei processi strategici dell’azienda.

Lo riporta Quotidianodipuglia.it

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.