Cronaca

Morti i capodogli in località Foce Varano. Riunione dei tecnici provinciali


Di:

Cucciolo Capodoglio (www.necton.it)

Cucciolo Capodoglio (www.necton.it)

Cagnano Varano – UNA riunione tecnica per “pianificare gli interventi necessari per affrontare l’emergenza legata allo spiaggiamento di sette cetacei”, della specie capodogli, rinvenuti in località Foce Varano, nel territorio di Peschici, è stata convocata questo pomeriggio dall’assessore provinciale all’Ambiente, Stefano Pecorella, nella sede della Guardia di Finanza a Foce Capoiale. I sette mammiferi, a causa dei danni riportati a seguito dello spiaggiamento, sono morti tutti nelle ultime ore. Al tavolo tecnico convocato dall’assessorato provinciale all’Ambiente hanno partecipato l’Istituto Zooprofilattico, i sindaci del Comuni di Ischitella e Cagnano Varano, i responsabili del Servizio Veterinario dell’Asl Foggia, il responsabile nazionale del Centro studi sui Cetacei ed i responsabili del Parco Nazionale del Gargano. “Quello che è accaduto – spiega l’assessore Pecorella – è un fenomeno assolutamente straordinario, che impone la massima e seria analisi da parte degli addetti ai lavori sulle cause che hanno determinato lo spiaggiamento, così come impone la massima responsabilità degli Enti coordinati per gli interventi di rimozione delle carcasse dei mammiferi, che diversamente già oggi potrebbero costituire un serio problema ambientale”. La prima segnalazione è stata lanciata ieri pomeriggio dagli uomini della Capitaneria di Porto di Vieste che hanno allertato il Centro Nazionale Studi Cetacei e il servizio Veterinario. I sette capodogli si sarebbero spiaggiati nel tratto di costa compreso tra Capojale e Foce Varano nello specchio acqueo a ridosso della battigia ad una distanza di circa 5 – 10 metri dalla stessa. Le Sale Operative della Capitaneria di porto di Manfredonia e dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste si sono subito attivate per permettere il recupero dei cetacei e hanno allertato il Ministero dell’Ambiente. Nella mattinata odierna sono, infatti arrivati alcuni esperti nazionali per valutare la situazione. Dalle prime luci dell’alba la motovedetta CP 880 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste ha costantemente monitorato la zona per censire tutti i capodogli spiaggiati. La zona è stata costantemente presidiata da alcune pattuglie dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste al fine di consentire agli esperti del Centro Studi Cetacei nazionale, del Ministero dell’Ambiente e dell’Università di Bari e Padova di effettuare i rilievi del caso. L’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste ha istituito alcuni tavoli tecnici in collaborazione con l’Assessorato all’ambiente della Provincia di Foggia, i comuni di Ischitella e Cagnano Varano, l’Asl e la protezione civile per decidere le azioni da intraprendere nella giornata di domani. L’area sia a terra che a mare è tutt’ora presidiata dal personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste che riporta costantemente la situazione alla Direzione Marittima di Bari. Il Ministero dell’Ambiente attraverso il Reparto Ambientale Marino del Corpo delle Capitanerie di Porto sta supervisionando l’intera situazione. Stando alle indicazioni contenute nel protocollo internazionale per i grossi cetacei (fonte: Repubblica.it), la procedura di salvataggio prevede di “imbracare” ogni animale al fine di sollevarlo e trascinarlo delicatamente al largo. Per portare a termine questa operazione è però necessario rimuovere tutti i cumuli di sabbia che bloccano lo stesso cetaceo, cercando naturalmente di evitare che il peso dell’animale provochi lo schiacciamento dei polmoni. Tecnici del settore hanno già affermato come in Italia non esistano mezzi necessari per compiere l’operazione di spiaggiamento citata.

Morti i capodogli in località Foce Varano. Riunione dei tecnici provinciali ultima modifica: 2009-12-11T19:22:22+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This