Eventi

Federalismo e Ue: responsabilità Sud vs Sud nel dossier ‘Sudest’


Di:

SudEstIntervista con il vicepresidente del Senato Vannino Chiti che propone «una tecnostruttura per grandi aree territoriali che coinvolga le competenze migliori» .

Foggia – PER aggiornare il tema dello sviluppo del Sud occorre «creare una “tecnostruttura” per grandi aree territoriali, che coinvolga le competenze migliori che abbiamo. Un organismo che programmi gli interventi, segua i diversi progetti, valuti i risultati, l’impatto e la qualità della gestione, in campi come l’ambiente, i rifiuti, le infrastrutture, il rapporto anche con le politiche regionali dell’Unione Europea». Lo sostiene il vicepresidente del Senato, Vannino Chiti, nell’intervista pubblicata sul numero 36 della rivista mensile “Sudest”, in diffu-sione in questi giorni nelle librerie. Secondo Chiti, che affronta i temi del persistente divario tra le regioni italiane e del federalismo, «alcuni mezzi li abbiamo già a disposizione, altri possiamo adottarli. Quando abbiamo scritto l’articolo 117 della Costituzione qualcuno pensava di applicare gli ultimi due commi solo al Nord, sono invece utilissimi anche per il Sud: gli accordi tra le Regioni, tra le Regioni e gli Stati esteri, sono strumenti straordinari dal punto di vista istituzionale e per creare opportunità di sviluppo». L’intervista apre un Dossier dedicato a “Europa, Sud, programmazione: una nuova responsabilità per il Mezzogiorno”, al cui in-terno si può leggere il resoconto dell’importante tavola rotonda che, il 22 gennaio scorso, ha chiuso un convegno di studi, organizzato a Foggia da Casa Di Vittorio, Università degli Studi e Regione Puglia sul “Piano del Lavoro per la rinascita dell’economia nazionale”. Introdotta e coordinata da Fabrizio Barca, dirigente ge-nerale del Ministero dell’Economia e delle Finanze e protagonista della stagione della nuova programmazione varata da Carlo Azeglio Ciampi, la tavola rotonda intendeva sviluppare una riflessione su cosa significhi oggi impostare una visione di sviluppo e di occupazione in una prospettiva europea. La discussione è stata animata da Marco Barbieri, docente di Diritto del lavoro nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Foggia; Mario Magnani, direttore del Servizio Statistiche economiche e finanziarie nell’ambito dell’Area Ricerca economica e relazioni internazionali della Banca d’Italia; Nicola Affatato, della segreteria CGIL Puglia; Renato Soru, presidente e amministratore delegato di Tiscali. L’editoriale e sei interventi della sezione “Scenari” analizzano le ragioni dell’affermazione di Nichi Vendola nelle primarie del 24 gennaio scorso, indette per la scelta del candidato del centrosinistra alla Presidenza della Regione Puglia. Nella sezione “Contesti”, è proposto l’intervento che Saverio Russo svolse in occasione del convegno internazionale “Adrias”, tenuto a Foggia il 27-28 ottobre 2009 per il Decennale dell’Università di Foggia. Una rapida e suggestiva ricostruzione della storia del mare Adriatico «più spesso non ponte, trait d’union, ma “cicatrice”, fossato tra due mondi e, di recente, frontiera tra la pace e la guerra».

Federalismo e Ue: responsabilità Sud vs Sud nel dossier ‘Sudest’ ultima modifica: 2010-02-12T00:53:59+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This