Edizione n° 5342

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Il CASO Cinque Reali Siti, “Disguidi in Asl”

CGIL, Daniele Calamita e Angelo Ricucci: “Chiediamo un intervento risolutivo”

AUTORE:
Daniela Iannuzzi
PUBBLICATO IL:
12 Aprile 2024
5 Reali Siti // Cronaca //

Una segnalazione con richiesta di intervento risolutivo da parte del coordinatore CGIL dei  Cinque Reali Siti Daniele Calamita e del Segretario generale CGIL di Capitanata Angelo Ricucci è stata indirizzata questa mattina nei confronti della Direzione ASL dei Cinque Reali Siti.

Obiettivo: come si legge nella comunicazione, “sollecitare un intervento rapido e risolutivo in merito alla situazione che vivono i cittadini dei Cinque Reali Siti”

Sembrerebbe, infatti, che da tempo, nella struttura Asl sita nei “Cinque Reali Siti”, appunto, avverrebbero “disguidi legati alla presenza di un solo operatore che, suo malgrado” si legge ancora nella comunicazione firmata da Daniele Calamita e Angelo Ricucci “deve ottemperare a tutta l’utenza e che, spesso, il sistema va in affanno con conseguente esasperazione da parte degli utenti”.

Nello specifico in questo periodo, nel quale sono in corso i rinnovi delle esenzioni ticket e allo stesso tempo le normali incombenze, come analisi e simili, l’insieme di tali pratiche  metterebbe in difficoltà sia l’operatore, per la mole enorme di lavoro, ma soprattutto l’utenza “e parliamo il più delle volte di persone anziane o con fragilità.” dicono nella loro richiesta entrambi i sindacalisti che sottolineano: “questo sovraccarico di presenze e questa incertezza genera tensioni che spesso sono sfociate in alterazione e forme di aggressività nell’utenza”.

In concreto, dunque, la richiesta sarebbe la seguente: un intervento celere e risolutivo “auspicando” si legge nella comunicazione “un rafforzamento operativo al fine di evitare che queste tensioni possano sfociare in azioni degenerate e incontrollate”.

Non solo. I due sindacalisti chiedono altresì “di abilitare quanto prima il nuovo centro polifunzionale, luogo decisamente più consono e dignitoso, rispetto all’ attuale collocazione. La funzione che fornite alla cittadinanza è fondamentale e merita una collocazione degna, considerato anche che la nuova struttura (centro polifunzionale) è pronta da diverso tempo e darebbe contesti dignitosi all’utenza”.

© StatoQuotidiano - Riproduzione riservata

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.