Manfredonia

Cgia: ogni italiano paga 1.000 euro al mese per tasse e contributi


Di:

Bortolussi (Cgia Mestre)

Roma – QUASI 1.000 euro al mese: è questo l’importo medio “trilussiano” che ciascun italiano (bambini ed anziani compresi) verserà quest’anno per tasse, imposte e contributi allo Stato italiano. Una cifra, chiaramente, che include anche il carico fiscale pagato dalle imprese: tuttavia, la semplificazione ci serve per dimostrare che complessivamente quest’anno arriveranno nelle casse pubbliche circa 698 miliardi di euro: una somma imponente, purtroppo ancora insufficiente a coprire le uscite totali che ammonteranno (al lordo degli interessi sul debito pubblico) a 810,5 miliardi di euro.

Nel giorno di liberazione fiscale che, ricorda la CGIA, quest’anno cade proprio il 12 giugno, l’Associazione mestrina ha cercato di dimensionare il peso e i giorni di lavoro necessari per adempiere agli obblighi fiscali e contributivi riferiti al 2013. In particolare, sono state prese in esame due tipologie di contribuenti: un operaio con moglie e figlio a carico ed un impiegato, sempre con moglie e figlio a carico.

· Operaio con moglie e un figlio a carico. Con uno stipendio lordo annuo di oltre 21.700 euro (pari a 1.518 euro per ciascuna delle tredici mensilità percepite) tra imposte, tasse, tributi e contributi pagherà complessivamente 9.188 euro, di cui 3.065 euro di Irpef totale (che include anche quella regionale e comunale), 2.069 euro di Iva e 1.048 euro tra accise sulla benzina, sull’energia elettrica e sul gas. A questo nostro operaio sono stati necessari 134 giorni di lavoro per assolvere agli obblighi fiscali. In pratica, il suo “Tax freedom day” è stato il 15 maggio scorso.

– Impiegato con moglie e figlio a carico. Con uno stipendio lordo annuo di oltre 43.300 euro (pari a 2.459 euro per ciascuna delle tredici mensilità percepite) tra imposte, tasse, tributi e contributi pagherà complessivamente 22.860 euro, di cui 12.020 euro di Irpef totale (che include anche quella regionale e comunale), 3.286 euro di Iva e 1.363 euro di accise sulla benzina, sull’energia elettrica e sul gas. A questo impiegato sono stati necessari 172 giorni di lavoro per assolvere agli obblighi fiscali. In pratica, il suo “Tax freedom day” sarà il prossimo 22 giugno.

“Per ciascuno di noi lo Stato italiano – commenta Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA di Mestre – è diventato il nostro socio di maggioranza. Per quasi la metà di un anno ci chiede di lavorare per lui. E’ preciso, puntuale ed intransigente quando deve incassare, ma lo è molto meno quando deve garantire livelli accettabili dei servizi offerti ai cittadini, sia in termini di qualità, sia in termini di quantità”.

Redazione Stato

Cgia: ogni italiano paga 1.000 euro al mese per tasse e contributi ultima modifica: 2013-06-12T13:04:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • antonio

    mi incuriosisce sapere,facendo un po’ di calcoli chi riceve questi soldi !?mi potete elencare x favore chi e quanti soldi percepisce ogni singola persona perxche’ e perche’ e’ necessario per mandare avanti l’italia?xche’ gia’ pensavo che esistono ancora i portaborse e a me sinceramente non viene in mente perche’ devo pagare uno che porta borse a chi lavora e pago lo stipendio(a parte che oggi ricordo loro che usano i tablet)se non mi serve a niente e se proprio vuole chi vuole la comodita’ di averlo non penso che glielo dobbiamo anche pagare,no?gia’ facendo un conticino vedo che la cifra sfamerebbe parecchie bocche che muoiono di fame e se devo scegliere non faccio fatica dire che meglio una persona viva che un portaborse a sbafo e che ripeto ,stanno percependo i miei soldi senza che li ho assunti.prima voce che posso eliminare e adesso sono curioso di sapere gli altri se davvero servono agli italiani o se quei soldi gia’ potrebbero da se farci stare meglio e a ognuno va’ quello che sa’ valere.la seconda che sono ansioso di esaminare e’ “sprechi pubblici”,penso gia’ cheun risarcimento lo chiedo x danni.!?grazie e magari riusciamo a stare meglio noi lavoratori e non chi usa soldi altrui x propri piaceri,……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This