Eventi

Orsara di Puglia, La Festa del Vino compie 26 anni


Di:

Orsara di puglia, festa del vino

Orsara di Puglia (Fg). Si terrà sabato 29 giugno la  ventiseiesima edizione della Festa del Vino e di Geo (Galleria Enogastronomica Orsarese). L’evento, che per la prima volta si svolse nel 1988, quest’anno presenterà alcune interessanti novità. La manifestazione comincerà dal mattino, con le visite guidate nel centro storico, e proseguirà fino a notte inoltrata con gli spettacoli e, naturalmente, il percorso delle degustazioni. Il programma ufficiale della ventiseiesima edizione sarà comunicato nei prossimi giorni.

LA PRIMA VOLTA NEL 1988. La prima Festa del Vino, a Orsara di Puglia, fu organizzata nel 1988. L’appuntamento, allora, si caratterizzava come sostanzialmente locale, basato sulla valorizzazione delle tipicità gastronomiche e vinicole che gli orsaresi producevano soprattutto per l’uso familiare o comunque per un consumo limitato alla domanda interna del paese. Già allora, tuttavia, la Festa del Vino rivelava l’ambizione e l’esigenza della Comunità Orsarese di valorizzare e promuovere la propria vocazione alla qualità alimentare e all’accoglienza. La Festa del Vino è stata una delle prime e più rilevanti occasioni per la Comunità Orsarese di prendere coscienza del valore assoluto rappresentato dalla capacità di produrre cose buone, di ottima qualità, per far apprezzare e far conoscere Orsara di Puglia. A differenza di quanto accadeva alla fine degli anni ’80, col nuovo secolo l’evento ha acquisito una dimensione molto più ampia. Sono arrivati visitatori da tutta la provincia di Foggia ma anche dalle vicine regioni di Campania e Molise. I vini orsaresi, oggi, sono certificati, hanno ottenuto il marchio Daunia Igt (Identificazione Geografica Tipica) e una parte cospicua della produzione è destinata al mercato esterno. La Galleria Enogastronomica, al contrario del passato, valorizza non solo le produzioni vitivinicole di Orsara ma si è trasformata in una occasione ideale per promuovere anche le eccellenze espresse da tutta la Puglia e dalla vicina Irpinia. L’offerta delle tipicità gastronomiche orsaresi, inoltre, si è ampliata, professionalizzata ed è andata qualificandosi come la migliore in provincia di Foggia. Un riconoscimento arrivato non solo dall’assegnazione del marchio “Cittaslow”, ma anche dall’apprezzamento dei visitatori che sono arrivati sempre più numerosi e dalla valutazione di esperti che hanno inserito i ristoranti orsaresi nelle guide enogastronomiche nazionali.

NEL VINO L’ECCELLENZA DELLA PUGLIA. Ad ogni nuova edizione di “Vinitaly”, partecipano mediamente oltre 100 aziende pugliesi con circa 1500 etichette di vini sempre più apprezzati da esperti e mercato. La Puglia “enologica” conta 27 vini Doc, 300mila ettolitri di nettare a Denominazione di Origine Controllata e la produzione di 1.350.000 ettolitri di Igt (Identificazione Geografica Tipica). Sono diversi i vini orsaresi che hanno ottenuto il marchio Daunia Igt, tra questi “Il Tuccanese”, “Il Ripalonga” e “Ursaria”. I primi due sono prodotti dalla Cantina Tuccanese. Sia “Il Tuccanese” che “Il Ripalonga” sono vini ideali per l’abbinamento con piatti di carne alla brace, cacciagione e formaggi stagionati. “Ursaria”, invece, è prodotto dalla cantina di Peppe Zullo. Si tratta di un vino rosso, corposo, prodotto da un vitigno autoctono, dall’uva dei vigneti di Villa Jamele, antica tenuta immersa nel verde.

Redazione Stato

Orsara di Puglia, La Festa del Vino compie 26 anni ultima modifica: 2013-06-12T19:28:11+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This