FoggiaStato news

Camporeale: Alenia, assumiamo i giovani del territorio?


Di:

Bari – “E così Alenia Aermacchi, a quanto si apprende da indiscrezioni trapelate sugli organi di informazione nazionali e locali, sarebbe pronta a sostituire i lavoratori stranieri assunti negli ultimi mesi e anni con manodopera italiana. Assunzioni che avevano fatto discutere, e che avevamo duramente stigmatizzato, per la palese contraddizione della ricerca e selezione di personale all’estero, e nell’est Europa in particolare, nonostante la presenza di due stabilimenti in Puglia di importanza strategica per il colosso aeronautico, a Foggia e Grottaglie, territori entrambi caratterizzati da un tasso di disoccupazione altissimo.

Assunzioni che avevano altrettanto palesemente evidenziato la mancanza di un canale di comunicazione con la Regione Puglia, il cui sistema di formazione professionale non riesce a garantire una preparazione tale da garantire a tanti diplomati e laureati l’ingresso in una realtà così importante; e la cui considerazione come interlocutore istituzionale è così bassa da non meritare dai vertici aziendali alcuna risposta alle numerose richieste di chiarimenti presentate”. Lo dice in una nota
il vicecapogruppo del Nuovo Centrodestra in Consiglio regionale, Antonio Camporeale.

“Auspico e sollecito un dialogo diretto e autorevole con i vertici della società controllata da Finmeccanica, proprio per mettere in rete le necessità e le professionalità richieste da Alenia Aermacchi, rilanciata dall’accordo con la Boeing, e una formazione che evidentemente deve essere meno generica e più mirata, indirizzata a un mercato che richiede specializzazioni sempre più qualificate e qualificanti”. “Infine, per scongiurare nuove discutibili selezioni e assunzioni tra Polonia e Romania, dimenticando tanti, troppi giovani pugliesi nonostante ingenti investimenti regionali e nazionali in formazione e infrastrutturazione per favorirne il radicamento col territorio”.

Redazione Stato

Camporeale: Alenia, assumiamo i giovani del territorio? ultima modifica: 2014-06-12T20:33:43+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This