Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

CRONACA Pisicchio ha richiesto la revoca della misura degli arresti domiciliari: “Non sono più in politica”

L’inchiesta della Procura di Bari ipotizza a carico di Alfonsino e del fratello Enzo le accuse di concorso in corruzione e turbativa d’asta in relazione a un appalto da 5 milioni del Comune

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
12 Giugno 2024
Bari // Cronaca //

BARI – Le associazioni politiche “Centro Democratico” e “Iniziativa Democratica per Bari” sono state sciolte immediatamente dopo l’operazione del 10 aprile, che ha portato all’assegnazione degli arresti domiciliari al loro promotore e leader Alfonsino Pisicchio. I due mesi trascorsi da allora, compresi nel periodo che ha visto svolgersi le elezioni amministrative dello scorso fine settimana, hanno portato la difesa dell’ex assessore regionale a sostenere che le necessità cautelari non sussistano più. Basandosi su questa premessa, l’avvocato Salvatore D’Aluiso ha presentato un’istanza per la revoca degli arresti domiciliari. La decisione finale sarà presa dal giudice per le indagini preliminari Ilaria Casu, il quale dovrebbe pronunciarsi entro dopodomani.

L’indagine condotta dalla Procura di Bari, guidata dal pm Claudio Pinto, ipotizza che Alfonsino e il fratello Enzo, noto come Roberto, siano coinvolti in accuse di concorso in corruzione e turbativa d’asta, in relazione a un appalto del valore di 5 milioni di euro da parte del Comune per la gestione dei tributi locali.

Lo riporta Lagazzettadelmezzogiorno.it

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.