Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

TURISMO Vacanze in Puglia, 5 luoghi da non perdere

L’Italia è un Paese che offre tanto dal punto di vista del turismo

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
12 Giugno 2024
Cronaca // Gargano //

L’Italia è un Paese che offre tanto dal punto di vista del turismo. Da Nord a Sud, infatti, la Penisola è ricca di posti tutti da scoprire, che sia per una visita di piacere per godersi un po’ di mare o di montagna, oppure per andare alla ricerca di luoghi storici o siti archeologici.

Oggi, poi, con tutto ciò che ci offre la tecnologia, è anche possibile godersi un’anteprima di cosa si va a vedere attraverso i tour virtuali. Dunque, non solo streaming o intrattenimento digitale come le slot online, videogames o film e serie tv da portare sempre con sé, ma anche tanta cultura messa a disposizione dagli strumenti di nuova generazione. E l’Italia, in questo, si è confermata al passo coi tempi.

Una fortuna, insomma, dato che il nostro Paese offre tanto da questo punto di vista e tra le regioni che più meritano almeno una visita c’è sicuramente la Puglia, con il suo smisurato fascino storico e naturale. Ecco, quindi, cinque luoghi da non perdere.

  1. Alberobello

Situato nella zona della Valle d’Itria, Alberobello è rinomata in tutto il mondo per i suoi trulli, abitazioni uniche con tetti a cono realizzati in pietra a secco (senza l’uso di malta). Queste strutture, originariamente edificate come abitazioni temporanee e facilmente demolibili, sono diventate un simbolo dell’ingegnosità e della cultura pugliese, tant’è che nel 1996 l’UNESCO li ha dichiarati Patrimonio dell’Umanità.

Alberobello, gioiello della Valle d’Itria, è celebre per i suoi trulli, le caratteristiche abitazioni con tetti a cono costruiti senza l’uso di malta. Queste strutture, originariamente edificate come abitazioni temporanee e facilmente demolibili, sono diventate un simbolo dell’ingegnosità e della cultura pugliese. Visitare il Rione Monti o il più tranquillo Aia Piccola vi permetterà di ammirare oltre 1500 trulli, alcuni trasformati in negozi, ristoranti e alloggi per turisti. Da non perdere, in particolare, il Trullo Sovrano, l’unico trullo a due piani, e la Chiesa a trullo di Sant’Antonio da Padova.

  1. Lecce

Lecce è una città d’arte che incanta per la sua architettura barocca, tanto da essere ribattezzata anche con l’appellativo di “Firenze del Sud”. Il barocco leccese, tuttavia, si distingue per il peculiare utilizzo della pietra locale, che gli artigiani scolpirono a loro tempo in forme elaborate e dettagliate. La Basilica di Santa Croce è un capolavoro di questo stile, con la sua facciata e i suoi interni riccamente decorati. Piazza del Duomo, invece, è uno degli esempi più belli di piazza chiusa d’Italia, formato da un complesso di edifici ecclesiastici che creano un effetto scenografico unico. La città è anche famosa per le sue antiche mura, l’anfiteatro romano e l’imponente Teatro Apollo, inaugurato nel 1912 e riaperto definitivamente soltanto nel 2017.

  1. Gargano

Conosciuto anche come lo “sperone” d’Italia, il promontorio del Gargano offre paesaggi mozzafiato con le sue scogliere a picco sul mare, le sue spiagge bianche e le acque cristalline. Vieste, con il suo centro storico che si affaccia sul mare, è famosa per la sua Cattedrale (Santa Maria Assunta), risalente all’XI secolo, e per la spiaggia del Pizzomunno, dominata da un’imponente formazione rocciosa. Non meno affascinante è la Foresta Umbra, un’area protetta dove potrete immergervi nella natura e magari avvistare qualche esemplare di daino o capriolo, tra gli animali più tipici della fauna locale.

  1. Ostuni

Ostuni si erge su tre colli e colpisce per il candore delle sue case dipinte di bianco calce, che contrastano con il blu intenso del cielo e del mare. Per questo, è chiamata anche Città Bianca e ogni anno attira visitatori da tutto il mondo che qui potranno immergersi tra i vicoli del paese per godere di un’esperienza unica.

La città vecchia è un dedalo di stradine, scalinate e piazzette, tutte rigorosamente imbiancate a calce, che culminano nella Cattedrale gotica. Da non perdere è il panorama che offre il Parco della Rimembranza, così come i vari cortili fioriti e le diverse botteghe artigiane in cui è possibile imbattersi durante le passeggiate per il centro storico. Inoltre, da considerare quando si è ad Ostuni, anche una visita alle vicine spiagge della Costa Merlata e al Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere.

  1. Salento

Il Salento è il cuore pulsante della cultura pugliese, con le sue tradizioni, la musica e le danze come la pizzica, nonché la terra dove il mare Adriatico incontra lo Ionio. Gallipoli, ad esempio, è stata ribattezzata la “perla dello Ionio”, e affascina i turisti con il suo centro storico situato su un’isola collegata alla terraferma da un ponte seicentesco. Otranto, invece, è caratterizzata dal suo Castello Aragonese e dalla Cattedrale di Santa Maria Annunziata che custodisce i famosi mosaici pavimentali. Per non parlare poi delle tante scogliere che cadono a picco sul mare cristallino della zona. Insomma, il Salento è uno di quei posti tutti da scoprire, e non soltanto per via della sua storia e delle sue bellezze naturali, ma anche per la sua cucina che, con le sue influenze greche e mediterranee e piatti come la “pitta di patate” e i “rustici leccesi”, è in grado di deliziare anche i palati più raffinati.

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.