Edizione n° 5368

BALLON D'ESSAI

LATINA // Johnson & Johnson investe 580 milioni di euro in Italia
14 Giugno 2024 - ore  17:12

CALEMBOUR

FRANCOFORTE // “Oltre 320 persone da assumere nelle imprese della Bat e altre 1000 su Bari e Foggia”
14 Giugno 2024 - ore  17:21

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Foggia, Mainiero candidato sindaco: il centrosinistra va a cercarlo

AUTORE:
Paola Lucino
PUBBLICATO IL:
12 Settembre 2023
Politica locale // Stato prima //

Foggia, 12 settembre 2023. Polemica via social innescata da Marcello Sciagura in campagna elettorale. L’attivista di Società Civile, già consigliere comunale, ritorna sulla questione Amiu e afferma di sostenere Giuseppe Mainiero sindaco perché “tutti gli altri non sono credibili, fanno tutti parte del gioco che una volta eletti non si potrà cambiare”. Una frecciata per alcuni componenti del suo comitato oggi candidati nel M5s.

Com’è noto, la questione dei rifiuti ha tenuto banco in questi mesi di commissariamento in cui tutti i partiti del tempo, secondo Sciagura, “erano muti”.

La disputa si snoda su “chi ci ha messo la faccia per primo” sul tema, l’altro punto è se Mainiero sia da vedere più uomo di destra o di sinistra, oltre alla replica della stessa candidata del M5s, Lucia Aprile, sulle sue scelte elettorali dopo l’attivismo nel comitato.

Capire chi ha fatto cosa non è solo un bel dibattito civico che ritorna, ma anche un mettere a fuoco preferenze in campagna elettorale.

Antonio Dembech, ambientalista, ritiene, nel dibattito, che Mainiero sia nella sostanza “un uomo di destra”, ma Pino Marasco giunge in suo aiuto via social. Non solo, l’ex dirigente della Margherita, è anche andato personalmente a intrattenersi davanti al suo comitato il giorno in cui ha tagliato il nastro.

Infine Lucia Aprile, candidata del M5s e fra i fondatori del comitato Società Civile, sottolinea: “La manifestazione (di protesta contro Amiu, 16 dicembre dello scorso anno, ndr) è stata portata avanti da un comitato civico- scrive-. L’unica interpellanza parlamentare fatta è stata portata avanti proprio dal M5s.

Le denunce fatte in procura le abbiamo firmate io, te (Sciagura, ndr) e pochi altri, non ricordo nessun candidato sindaco che si sia unito a noi. Ognuno è libero di sostenere chi meglio ritiene, senza raccontare però a me cosa potrò o non potrò fare se eletta. Io cammino sulle mie gambe e dopotutto il tuo candidato sindaco ha rischiato di essere il candidato del movimento, o sbaglio?”.

Ma intanto ieri Mainiero ha incassato l’appoggio del consigliere regionale Antonio Tutolo, in maggioranza con Emiliano in consiglio regionale, per quanto indipendente.

Un supporto non di poco conto se consideriamo la capacità dello stesso di tenere le piazze, sia quella virtuale, sia quella reale girando i quartieri con il camion e tenendovi comizi. Ma, insomma, l’altra questione è che il centrodestra può averci pensato, forse provato, ad avvicinare Mainiero dopo la clamorosa rottura in consiglio comunale, nella prima amministrazione Landella, e dopo lo strappo della scorsa campagna elettorale.

Ricordiamo che ha esordito, ricominciando il suo percorso fino a oggi, con il comitato “Resto a Foggia” a Parcocittà dove fu suo ospite Michele Emiliano.

Fu intravisto in una certa fase come candidato sindaco del M5s, poi i pentastellati hanno scelto Episcopo. Tuona contro centrosinistra e centrodestra, forte del suo ruolo civico, quasi una manna per una campagna elettorale in cui preme, come tuttte del resto, attraversare trasversalmente l’arco dei partiti e sottrarre voti.

Anche nelle stesse coalizioni, per quanto “campo largo” o “sempre e comunque insieme” si registra una forte rivalità in cui si tende a mangiare non solo l’avversario politico ma anche il proprio vicino. Questa campagna elettorale non fa eccezione, forse più largo è il campo più è netta la volontà di incidere. Nel caso di Mainiero, poi, come diceva Venditti, certi amori non finiscono dopo aver fatto dei giri immensi.

In questo caso parliamo della sua intesa con Michele Emiliano che, questa volta, si presenta nelle vesti di Antonio Tutolo.

Paola Lucino, 12 settembre 2023

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.