Edizione n° 5374

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Tragedia Orta Nova, polemiche per post Chef Rubio

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
12 Ottobre 2019
5 Reali Siti // Cronaca //

ADNKRONOS. Polemiche per post Chef Rubio.

Ancora polemiche per Chef Rubio, che questa mattina ha twittato sulla tragedia di Foggia dove un uomo, una guardia penitenziaria, ha ucciso moglie e due figlie per poi suicidarsi. “Siamo tutti vittime – commenta – di uno ‘Stato’ assente che promette, non mantiene e che lascia morire i suoi figli per poi piangerli con lacrime di coccodrillo“. Il tweet ha però diviso gli utenti, spaccati fra chi condivide la tesi dello chef e chi, invece, non trova alcun nesso tra le sue parole e la tragedia di stanotte: “Be’ no, diciamo che in questo caso la guardia penitenziaria è il carnefice e non la vittima”, “Rubio, se fare un lavoro di merda potesse giustificare un omicidio plurimo, il 90% di noi sarebbe giustificato. Capita ogni tanto di scrivere stupidaggini, e questa è la volta”, “Chef è l’ennesimo femminicidio, cosa c’entra il sistema penitenziario? E’ come se io ammazzo mia moglie e i miei figli e la responsabilità è dell’ospedale in cui lavoro come portantino. Il problema, in questo caso, è il PATRIARCATO”, alcuni dei commenti.

 

Pronta la replica dello chef: “Sapete in che condizioni sono le carceri italiane? In che condizioni di stress – chiede – sono costrette a lavorare le guardie penitenziarie? No perché non ci entrate dentro le carceri. Non strumentalizzate, ma analizzate! Tutto c’entra – spiega -, se arrivi a sterminare la tua famiglia e a suicidarti”. (fonte: adnkronos)

 

Lascia un commento

Un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di stato alle prossime generazioni. (James Freeman Clarke)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.