Edizione n° 5308
/ Edizione n° 5308

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

VIOLENZA “Toccava le allieve, ma non c’era malizia”: assolto professore nella Bat

L'uomo era accusato di violenze ai danni di alcune ragazze minorenni

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
12 Dicembre 2023
BAT // Cronaca //

TRANI – Atteggiamenti di certo sconvenienti ma posti in essere senza intenti libidinosi. È questa, in estrema sintesi, la motivazione con la quale i giudici del Tribunale di Trani (presidente e relatore Sara Pedone, a latere Giada Azadi e Luigi Camporale) hanno assolto un professore di educazione fisica dall’accusa di atti sessuali ai danni di alcune allieve minorenni.

La vicenda risale al 2019, quando il docente prestava servizio in una scuola superiore in un centro della provincia di Bari. Nell’indagine non si parla di vere e proprie molestie ma più che altro di gesti inopportuni.

Come quello di aver spinto una studentessa di 15 anni in direzione del pallone, poggiando la mano sulla parte alta del fondoschiena.

In un’altra occasione, a fronte della richiesta di un’allieva di poter utilizzare il telefono cellulare, l’avrebbe invitata a recarsi nello spogliatoio, introducendosi anche lui e chiudendo la porta dietro di sé: il professore avrebbe poi messo la mano sul fianco della ragazza, spingendola verso il bagno dove la stessa aveva chiesto di andare.

Infine un altro episodio, sempre durante la lezione: l’uomo si sarebbe avvicinato da dietro ad un’allieva che stava per effettuare una battuta, appoggiando il suo corpo contro la sua schiena. Quattro le presunte vittime, che si sono costituite parte civile.

Fonti verificate: lagazzettadelmezzogiorno.it //

1 commento su "“Toccava le allieve, ma non c’era malizia”: assolto professore nella Bat"

  1. Beh, non si tratta di violenza ma non sono certamente comportamenti che dovrebbe avere un insegnante. Quanto meno andrebbe allontanato dalla professione.

Lascia un commento

“L’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento.” Stephen Hawking

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.