GarganoManfredonia
A cura del dottor Nicola Ciociola

Sempre a proposito di elezioni, partiti e Governo

Sono rimaste da valutare un eventuale matrimonio innaturale tra il centrodestra ed il M5Stelle, un Governo da definire di “SCOPO” ed il ritorno alle urne


Di:

Manfredonia. Prima di parlare delle ultime elezioni politiche e sulle prospettive di un’ eventuale formazione di Governo, sarà bene ringraziare l’ avv. Orazio TOTARO per aver intrapreso il discorso sulla questione.

Spero che questo dialogo possa continuare a lungo, anche per aggiornare i lettori di Statoquotidiano sugli avvenimenti futuri.

Voglio anticipare, anche per chiarire ulteriormente il mio precedente scritto, che l’analisi della situazione politica nazionale viene descritta alla luce di quanto fin’ ora è stato l’ assunto conosciuto attraverso i giornali specialistici.

Tutto quanto partendo dal 12 marzo u.s. e fino alla stesura del seguente scritto. Nelle mie precedenti e sintetiche considerazioni avevo ipotizzato un Governo M5Stelle con l’appoggio esterno del PD. Consideravo questo connubio un fatto naturale,anche alla luce di molti punti in comune dei programmi elettorali del Movimento e dei Dem.

Il matrimonio si è dimostrato improponibile dopo le “avances” ed il corteggiamento avvenuto con invito pubblico rivolto ai Dem , dopo la Direzione Nazionale del 12 u.s. Infatti , a leggere attentamente il documento finale del PD, approvato a maggioranza, con solamente 7 astenuti, si ha modo di sapere che”…Il partito democratico si impegnerà dall’ opposizione come forza di minoranza parlamentare, riconoscendo che ora spetta alle forze che hanno ricevuto maggior consenso l’ onere di governare il Paese…”.

Rimango convinto che questa posizione sia solo il continuare ad arroccarsi sulla posizione “renziana”, assai attendista nell’ aspettare tempi migliori e nell’attesa che “la ruota ritorni a girare in favore dei dem”. Non era meglio consultare nel giro di qualche settimana la base del PD, così come in Germania si è fatto con l’ SPD? Si sarebbe ottenuto un responso più veritiero sull’ eventuale apparentamento con il M5Stelle.

Sono rimaste da valutare un eventuale matrimonio innaturale tra il centrodestra ed il M5Stelle, un Governo da definire di “SCOPO” ed il ritorno alle urne.

Nel primo caso intravedo molte difficoltà a combinare questa innaturalezza, vista da diversità dei programmi elettorali. Si immagini, ad esempio, FI condividere un eventuale proposta di legislazione sul “conflitto d’ interesse” stilato dal M5Stelle. Più fattibile costruire un Governo di “scopo”, voluto da Mattarella, con la volontà dei due attori a cimentarsi solamente con una nuova legge elettorale. Nuova legge con una precisa soglia di sbarramento, anche a doppio turno, con un premio di maggioranza.

Sarebbe, comunque, nefasto un ritorno alle urne, con numerosi problemi che attanagliano il PAESE, anche alla luce del richiamo alla responsabilità dal Presidente della Repubblica per il bene comune.

Monito che sicuramente coincide con quanto affermato dall’ avv. TOTARO, quando dice: “…La politica è la più alta delle magistrature. Chi viene eletto, da qualsiasi partito, ha il dovere di operare per “”TUTTI”” i cittadini e non solo per quelli che lo hanno eletto. Questa costituisce la regola aurea della coscienza politica di una qualsiasi comunità…”.

Spero che, infine, prevalgano questi ultimi ammonimenti, solo così si addiverrà all’ unione degli intenti ed al benessere della Nazione.

Dott. Nicola CIOCIOLA

Sempre a proposito di elezioni, partiti e Governo ultima modifica: 2018-03-13T17:00:47+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Mago Magonello

    Il Pd non appoggia il m5s perchè continua ad arroccarsi sulla posizione “renziana”???
    Il PD governava e parlavate di Renzi.
    Si costituiva LeU e parlavate di Renzi.
    Veniva nominato premier Gentiloni e parlavate di Renzi.
    M5S e Destra “vincono” le elezioni e parlate di Renzi.
    Renzi si dimette e parlate di matteo renzi.
    Ma esattamente, di che ossessione soffrite?

    Era meglio consultare la base del PD???

    Ed il M5S quando non volle sostenere il governo Bersani alle scorse elezioni, su chi era arroccato?

    Il movimento 5 stelle quale base avrebbe consultato la scorsa volta?
    “Per quanto mi riguarda non ci sarà alcun referendum interno per chiedere l’appoggio al pdmenoelle o a un governo pseudo tecnico” (cit. Beppe Grillo).

    Il movimento 5 stelle passa i mesi della campagna elettorale ad accusare quelli del Pd di essere corrotti, ladri, incapaci, falsi, bugiardi, traditori, mafiosi ecc ecc ecc ecc ecc…
    ed adesso il Pd dovrebbe valutare un appoggio?

    Ma è una barzelletta?

    Li volevano “mandare a casa” e adesso piagnucolano per portarseli “dentro casa”.

    Inoltre, cosa ancora più divertente, le basi su cui questo appoggio dovrebbe fondarsi sono molto chiare, infatti alla stampa Di Maio ha detto che il M5S non ha i numeri per governare ma è disponibile al dialogo con tutte le forze politiche.
    A patto che:
    – il premier sia lui;
    – i ministri siano i suoi;
    – i presidenti di Camera e Senato li scelga lui;
    – il programma sia quello che dice lui.

    Niente da dire, il presidente giggino…no, non è ancora presidente..mhmm, il dott. giggino…no, non è riuscito a laurearsi…insomma…GIGGINO E’ UN TOP GENIO.

    La sola maggioranza logica e ideologica indicata dall’agggente sarebbe un governo Lega-M5S.
    Servonnoi iu soldi delle tasse del Nord per pagare il reddito di cittadinanza promesso dai Giggini al Sud.

    Sosteniamo con forza il governo dei due partiti che hanno vinto le elezioni con enormi aumenti di voti, Salvini e Giggini. Pretendiamo che questa volta la volontà popolare sia rispettata.
    Viva il governo Dimaialvini


  • orazio totaro

    Spero che altri si uniscano al dialogo
    saluti


  • ezio

    La stragande maggioranza degli elettori democratici non ne vuole sapere né di DiMaio né di Salvini. Perché non formano una alleanza,legittima, tra i 5s e Salvini? A leggere i programmi sono molto simili, hanno sempre parlato con la bava alla bocca, stessa concezione dello Stato, vicino allo 0, stessa idea dell’europa, stesse idee sui vaccini, stesse baggianate tipo redditi di cittadinanza o flat al 17%.etc,etc. Ascoltate il mio consiglio di povero elettore pd che desidera solo rimanere per qualche anno all’opposizione,come giusto che sia dopo una sconfitta simile, per cercare,non è nemmeno detto che ci si riesca, di riordinare le idee. Mi raccomando però, cercate di non far saltare la baracca, almeno spero si sappia, abbiamo un certo debito e non vorrei con con le vostre stramberie faceste saltare tutto..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This