CapitanataFoggiaSan Severo
Ciliberti: “Banco di prova per tutti”. Caposiena (Fi): “Sarà una bella gara, anche se chi compete dovrebbe avere matrice di centrodestra”

San Severo alle primarie dopo liti e commissariamenti

Bocola: “Io col centrosinistra? Una strumentalizzazione, scelta dalla minoranza e super partes”


Di:

Foggia, 13 marzo 2019. “Siamo maturi per le primarie? Lo scopriremo solo vivendo. Forza Italia farà questo percorso con tutti e sosterrà chi vince”. Rosa Caposiena è uno dei 5 candidati alle primarie di San Severo, coalizione di centrodestra. “Si era d’accordo sul mio nome, poi la Lega provinciale l’ha messo in discussione, l’ho visto come un’intrusione dei livelli superiori. Comunque è una bella gara, nulla di personale contro Marianna Bocola (candidata della Lega, ndr) che è stata presidente del consiglio in questa amministrazione. Ma il nome del candidato sindaco dovrebbe avere una matrice di centrodestra. La mia campagna per le primarie si baserà su quello che ho fatto in questi anni, quando eravamo solo 4 consiglieri contro una maggioranza bulgara. Sono sempre rimasta al mio posto anche quando nel 2015 Fi ha vissuto un momento critico perché si è divisa da Fitto”. I temi più urgenti per la città sono: la ristrutturazione delle politiche ambientali e rendere la città “normale”, a misura di bambino, di anziano, una città in cui  si vedono le strisce pedonali”.

Francesco Stefanetti (st)

Francesco Stefanetti (st)

Stefanetti (Fdi): “Parliamo di temi, senza attacchi”

Francesco Stefanetti è il candidato di Fratelli d’Italia. “Potrò raccontare quello che ho fatto in 5 anni, una vetrina importante, siamo stati fra i promotori di questa competizione con Direzione Italia e Lega, anche se c’era diffidenza, anche se erano viste come uno strumento di sinistra.  Io non temo nessun candidato, partiamo tutti da zero, dallo stesso punto, importante che si parli di temi e non  ci attacchiamo a vicenda. Abbiamo sottoscritto un codice etico. Tutti hanno abbandonato la strada del percorso solitario per restare nel perimetro del centrodestra”. Nei programmi per la città inserisce la legalità, il Pug,la  statale 16 e i lavori di ammodernamento, urbanistica e piano del commercio”.

 

I big del centrosinistra si organizzano

Il centrosinistra, in una lunga nota stampa, ha definito “in vitro” l’unità raggiunta dai suoi avversari per queste comunali e ha fatto riferimento alle “oligarche straniere” su San Severo “già sperimentate”, non è ben chiaro se con allusione alle segretarie provinciali, cioè non del posto, e alle loro decisioni. In ogni caso la coalizione a sinistra sta rinsaldando l’alleanza fra civici, il gruppo di cui fa parte il sindaco Miglio, e il pd, sebbene durante la consiliatura si siano fortemente avversati. Si stanno preparando tutti i big, altri sono stati contattati con ricerca quasi per famiglie. Ci saranno, molto probabilmente, più liste civiche per arrivare al ballottaggio.

roberto fanelli - san severo

roberto fanelli – san severo

Fanelli: “Se perdi puoi cedere il posto in consiglio”

Roberto Fanelli, candidato di ‘L’altra Italia’, ha una proposta, non inserita nel codice etico: “Chi non viene eletto per correre a sindaco non si deve necessariamente candidare  a consigliere purché lui stesso, il simbolo e le segreterie appoggino il vincitore. Inoltre, una volta terminate le elezioni, anche il candidato sindaco perdente può cedere il posto ad un consigliere con molti voti”. Interventi su San Severo: sicurezza, lavoro, sanità: “Qui è sparito l’interesse per l’industria, per l’impresa, bisogna riqualificare il centro storico”.

Maria Anna Bocola (st)

Bocola (Lega): “Sul sociale la città è stata poco ascoltata”

Mariana Bocola, candidato alle primarie per la Lega, è stata assessore al welfare ai tempi della giunta Savino. Sulla sua provenienza dal centrosinistra, precisa: “Sono stata nominata presidente come espressione della minoranza, questa cosa è stata un po’ strumentalizzata,  e poi ho svolto il mio ruolo super partes. Credo che a questa amministrazione sia mancato il contatto con la gente, l’ascolto, cioè le istituzioni non sono riuscite a dare risposte”. Ma come mai ha scelto la Lega? “Di Salvini mi ha convinto il politico che è riuscito a fare quello che si era ripromesso, la sua praticità e la sua vicinanza alla gente, in questo è molto vicino al mio modo di essere”.

Fernando Ciliberti

Fernando Ciliberti

Ciliberti: “Abbiamo perso i treni e le biglietterie”

Fernando Ciliberti, fondatore del primo club forzista a San Severo nel 1995, consigliere comunale azzurro per 15 anni, dopo un quinquennio di pausa dalla politica ha deciso di tornare in campo con una civica.  “Le primarie sono uno strumento democratico, possiamo verificare la partecipazione della gente e cosa pensa dei candidati, ognuno di noi ha una storia diversa, è un banco di prova per tutti”. Temi per la città: “Abbiamo perso tanto in questa città, anche le fermate di alcuni treni e le biglietterie, non va meglio con il Pronto soccorso e la sanità in generale, anche per questo ho deciso di impegnarmi nuovamente”.

Quanti parteciperanno alle primarie? La numerosa mobilitazione di Foggia è rimasta impressa a quanti l’hanno seguita. La forbice va dai 3500  ai 6mila partecipanti.

A cura di Paola Lucino,

Foggia 13 marzo 2019

San Severo alle primarie dopo liti e commissariamenti ultima modifica: 2019-03-13T12:26:25+00:00 da Paola Lucino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This