Edizione n° 5342

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

CUORE Manfredonia. Addio a Lucia Stelluti: il ricordo di una Campionessa Sipontina dell’Atletica

A soli 67 anni, Lucia ha lasciato un vuoto nel cuore di coloro che l'hanno conosciuta e ammirata nei campi sportivi

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
13 Marzo 2024
Cronaca // Manfredonia //

Manfredonia. Nelle immagini catturate nei campionati di atletica, tra i campi della suggestiva Puglia e quelli sparsi lungo la Penisola, emerge la figura di un’atleta straordinaria della S.A.F. di Manfredonia, sotto la guida del presidente e tecnico Michele Losito. Le fotografie, gentilmente inviate dallo stesso Losito durante una mattinata di lavoro, ritraggono la triste scomparsa di Lucia Stelluti, ex campionessa sipontina e professoressa di Educazione Fisica.

A soli 67 anni, Lucia ha lasciato un vuoto nel cuore di coloro che l’hanno conosciuta e ammirata nei campi sportivi. Sin da quando ero un bambino, l’ho vista muoversi con la U.S. San Michele, sempre al timone di Losito. Dotata di un talento straordinario e di una flessibilità muscolare sorprendente, Lucia Stelluti spiccava per la sua aerodinamicità e leggerezza nello stacco da terra in pista, accanto al suo eccezionale gruppo di squadra.

I ricordi più vividi risalgono alle primavere agonistiche, agli anni della giovinezza trascorsi tra i campi di atletica. A Manfredonia, non si respirava solo calcio, ma anche una fervente passione per l’atletica, rendendo la città nota a livello nazionale. Lucia Stelluti ha accumulato vittorie su vittorie, come descritto dettagliatamente dal suo mentore Losito.

Dopo aver lasciato l’agonismo, Lucia ha intrapreso la carriera di insegnante in diverse scuole, portando con sé la stessa grinta e dinamicità che la contraddistingueva in pista. Era una tosta, come si dice in gergo, capace di trasmettere passione e dedizione ai suoi studenti.

Pochi giorni fa, purtroppo, Lucia ha affrontato la sua ultima gara, non riuscendo a superare quella maledetta asticella che aveva saltato tante volte con sudore, anima e cuore. Il mondo dello sport e della didattica perde una figura straordinaria, ma il suo ricordo rimarrà indelebile nelle menti di chi ha avuto la fortuna di incrociare il suo cammino.

A cura di Claudio Castriotta – Foto: Michele Losito

fotogallery

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.