FoggiaSport
Fonte tuttob.com

Criscitiello “Foggia, la retrocessione della società”

"Verdetti in serie B: la Puglia sottosopra. Quest'anno non hanno trovato pace"


Di:

Nel suo consueto editoriale del lunedì su TMW, il Direttore Michele Criscitiello ha commentato la promozione in Serie A del Lecce e la retrocessione in Serie C del Foggia:

“Verdetti in serie B: la Puglia sottosopra. Quest’anno non hanno trovato pace. Il Bari morto in D e promosso in C, il Foggia retrocesso in C e il Lecce in volo in serie A. Parliamo prima della festa e poi del funerale (ovviamente calcistico). Vince il Lecce per 4 motivi: società seria, allenatore preparato, squadra compatta e pubblico da serie A. Il Lecce non doveva stare in B, figuriamoci tutti quegli anni buttati in serie C. Il trionfo della programmazione e della meritocrazia. Abbiamo tifato Lecce perché lo meritavano tutti.

Il Palermo lo meriterebbe per i tifosi ma non per la società (Foschi escluso perché lui meriterebbe la Champions ogni anno). Non poteva andare in serie A, direttamente, una squadra che il giorno prima ha ricevuto la notizia di richiesta di retrocessione in serie C dagli amici della Procura Federale. Festeggi sapendo che poi comunque potresti essere morto. Lecce è impazzita. Quest’anno in Salento sarà un’estate calda, tra feste e bagni. Stadio pieno, piazze piene e una città che non ha mollato un solo secondo questi ragazzi. Ragazzi forti, certamente, ma non avremmo scommesso un euro in estate sulla promozione diretta del Lecce. Lo ha detto lo stesso Presidente Sticchi Damiani, una sera ospite negli studi di Sportitalia. Il budget era da campionato tranquillo, poi, Meluso ha deciso di fare il fenomeno sul mercato, Liverani si era rotto le scatole di categorie inferiori alla serie A e hanno preparato il pacchetto regalo”.

fonte https://www.tuttob.com/primo-piano/criscitiello-puglia-sottosopra-lecce-promozione-meritata-foggia-la-retrocessione-della-societa-110446

Criscitiello “Foggia, la retrocessione della società” ultima modifica: 2019-05-13T11:10:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This