Stato prima
La scarica elettrica ha ucciso l'uomo sul colpo

Foggia: cassone tir tocca cavi alta tensione, camionista muore folgorato (FOTO)

Sul posto sono al lavoro i carabinieri della compagnia di Foggia che dovranno chiarire la dinamica dell’incidente


Di:

Un autotrasportatore di 55 anni, di Carapelle, è morto folgorato nella ditta ‘Salice’, alla periferia di Foggia. A quanto si apprende da fonti investigative, l’uomo era a bordo del proprio mezzo e stava scaricando del materiale quando il cassone del tir in movimento ha toccato i cavi dell’alta tensione.

La scarica elettrica ha ucciso il camionista sul colpo. Sul posto sono al lavoro i carabinieri della compagnia di Foggia che dovranno chiarire la dinamica dell’incidente.

Fonte https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/foggia/1140616/foggia-cassone-tir-tocca-cavi-alta-tensione-camionista-muore-folgorato.html

Foggia: cassone tir tocca cavi alta tensione, camionista muore folgorato (FOTO) ultima modifica: 2019-05-13T11:24:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    *Incidente sul lavoro a Foggia. Paolo Capone, Leader UGL: “Più cultura
    della sicurezza e maggiore formazione, fermiamo queste stragi”*

    “L’UGL esprime il suo cordoglio alla famiglia dell’uomo di 55 anni deceduto
    questa mattina a Foggia, una ennesima tragedia che si poteva e si doveva
    evitare.” Lo ha dichiarato in una nota *Paolo Capone*, *Segretario Generale
    dell’UGL*, in merito all’incidente che ha coinvolto un autotrasportatore
    rimasto folgorato dai cavi dell’alta tensione durante una manovra di
    carico/scarico dei materiali lungo la Provinciale 105, alle porte di
    Foggia. “Non si può continuare a morire con questa facilità agghiacciante,
    bisogna puntare su una maggiore cultura della sicurezza sui posti di lavoro
    e più formazione per i dipendenti. L’UGL è impegnata con il tour ‘Lavorare
    per Vivere’, volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno
    delle cosiddette ‘morti bianche’, la cui ultima tappa si è tenuta a
    Palermo, il primo maggio, per dire basta a queste stragi silenziose.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This