Edizione n° 5374

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

TIFO Futuro Foggia. Curva Sud “No a chi pensa sia più conveniente ripartire dalla D”

Una nota per dire la propria sulle trattative in atto per salvare il Foggia.

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
13 Maggio 2024
Cronaca // Foggia //
Una nota, in occasione del “compleanno” del Foggia, per dire la propria sulle trattative in atto per salvare il Foggia e sulle prospettive per i rossoneri, con l’incubo di non riuscire a iscriversi alla prossima serie C. La Curva Sud prende posizione e “avverte” gli imprenditori che intendono investire ma per (ri)partire dalla Serie D.
LA NOTA. C…RISIAMO Torna l’incubo dell’iscrizione, una problematica non più vissuta negli ultimi anni, ora torna alla ribalta come in passato. Dopo i primi due anni di questa proprietà e la serie B truffata, in questa stagione i risultati sportivi non sono stati quelli che auspicavamo. In seguito alla sconfitta con la Turris il Foggia rischiava la retrocessione. Abbiamo deciso di continuare a sostenere la nostra squadra, raccogliendo critiche ed attacchi di ogni tipo, ma il nostro obiettivo di salvare la categoria ci ha visti compatti e determinati ad arrivare fino in fondo.
Adesso, alla stessa maniera, chiediamo al nostro sindaco di fare da garante per salvare la Lega Pro. Nessuno deve essere accolto al Comune a meno che non dimostri interesse reale a salvaguardare la partecipazione al campionato professionistico. Siamo certi che nessuno avrà il coraggio di affermare pubblicamente che la “morte” del Calcio Foggia è più “conveniente” e studiata a tavolino…ma capiremo ugualmente che chi non ha ritenuto di formulare un’offerta avrà fatto una scelta, quella di ripartire dai dilettanti; scelta che non meritiamo, non condividiamo e non sosterremmo.
Continua a leggere su FoggiaCittàAperta.it.

1 commenti su "Futuro Foggia. Curva Sud “No a chi pensa sia più conveniente ripartire dalla D”"

  1. Gentile signor direttore
    per Foggia il calcio rappresenta lo sport principale più popolare seguito dalla Pallacanestro, Scherma, Pugilato ed atletica leggera. Il problema fondamentale è che a Foggia non ci sono gli industriali ed i capitalisti che troviamo a Torino, Milano, Bologna, Firenze, Chievo, Sassuolo,
    Empoli, Bergamo ed altrove. Noi a Foggia simo poveri e l’Europa ha impoverito l’agricoltura con la chiusura degli zuccherifici e le quote agricole. Poi le importazioni di grano ci hanno rovinati ! Quindi che gli sportivi conoscano il tragico quadro economico dove tante gente a Foggia è dovuta andare via ! L’unica risorsa per Foggia era quella di lanciare i giovanissimi di Foggia ma qui purtroppo in pochi ci hanno creduto. Foggia con un vivaio attivo avrebbe potuto produrre tanti campioni ed invece non si è fatto nulla ! Anni fa con tante offerte avute si è risposto con “Il Foggia ai Foggiani “. Questa errata presa di posizione ci ha condannati da anni alla serie C e D ! Quello che occorre fare a Foggia è quello di costruire le fondamenta per il futuro con i vivai. Il Comune deve essere in prima fila ! Ma dopo tutti questi scandali tutto si è fermato ! La strada Orbitale sono anni che è ferma ! Vista la situazione attuale di iscrizione alla serie C dovrebbe essere N. Canonico ad iscriversi e poi lasciarci in una maniera indolore. Se ciò non fosse possibile pensa che anche la serie D non è da buttare perchè si risalirebbe subito ! Ma pensiamo a città come Padova , Trieste , Livorno o Ferrara sono tra la serie C e la D ! Ricordiamo che quando c’erano i fratelli Sannella avevamo sfiorato la serie A ! A Foggia basta poco per fare il salto in virtù del grande tifo e passione , ma la spinta deve venire da una solida base! Ringrazia e porge distinti saluti.

Lascia un commento

Un politico pensa alle prossime elezioni, un uomo di stato alle prossime generazioni. (James Freeman Clarke)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.