CronacaManfredonia

E.Leclerc, in 5 rapinano gioielleria, poi fuga e spari (FOTO)


Di:

Esterno gioielleria (Ph: GGD@riproduzioneriservata)

Monte Sant’Angelo/Manfredonia – RAPINA stamani ai danni della gioielleria Sir Time di Sarni Oro, sita nella galleria del Centro commerciale “E.Leclerc” di Macchia-Monte Sant’Angelo (Fg). I fatti sarebbero avvenuti dopo le ore 9, con centro commerciale gremito di visitatori per la partenza di una serie di offerte e promozioni commerciali.

Da raccolta dati, 4 i soggetti autori dei fatti, con un altro presente in auto fuori la struttura. I 4 sarebbero prima entrati attraverso i locali di Sarni, con borse e mazzette di legno e ferro; dunque, una volta vicino alle vetrine della citata gioielleria, avrebbero infranto i vetri, dopo aver immobilizzato il personale dell’attività commerciale. Quindi l’asportazione di gioielli, orologi in materiale prezioso, per un “ingentissimo valore commerciale”. Nel mezzo un carabiniere libero dal servizio, colpito anche da una martellata, avrebbe tentato di evitare la rapina.

I 4 soggetti sarebbero arrivati all’esterno della struttura con un’autoveicolo, utilizzato per la fuga. All’esterno del centro un ipotetico conflitto a fuoco con il militare fuori servizio che avrebbe sparato alcuni colpi (o un colpo) verso l’autovettura degli ignoti. I 5 soggetti sarebbero comunque riusciti a fuggire, facendo perdere le proprie tracce. L’autoveicolo utilizzato sarebbe stato già ritrovato (si tratta di una Volvo, oggetto di precedente furto).

Rilievi, accertamenti, indagini affidate ai carabinieri del Comando Compagnia di Manfredonia (collaborazione dunque della Stazione CC di Monte Sant’Angelo, del Nucleo operativo Radiomobile), che hanno già acquisito e dunque visionato i filmati dei numerosi impianti di videosorveglianza presenti nel centro commerciale e anche all’esterno della struttura. Attualmente al vaglio della Scientifica – del Comando Provinciale dei CC di Foggia – ulteriori accertamenti.

Il dato da sottolineare è la presunta medesima metodologia utilizzata stamani a Manfredonia/Monte Sant’Angelo anche per rapine a gioiellerie di centri commerciali anche a Termoli e San Severo. Nel secondo caso, l’8 maggio 2013, un commando composto da cinque/sei persone, armate e con il volto coperto da casco integrale, avevano fatto irruzione nella gioielleria “Follie d’oro” portando via un grosso quantitativo di preziosi e altri oggetti di valore per un ammontare che si aggirerebbe intorno ai 500mila euro. Le commesse, letteralmente spaventate e sotto choc, erano state minacciate con delle pistole.

Anche in questo caso, i banditi avevano guadagnato la fuga a bordo di due autovetture che attendevano all’esterno del centro commerciale, una delle quali è stata ritrovata dalla polizia completamente data alle fiamme.

g.defilippo@statoquotidiano.it

FOTOGALLERY


Redazione Stato@riproduzioneriservata

E.Leclerc, in 5 rapinano gioielleria, poi fuga e spari (FOTO) ultima modifica: 2013-06-13T12:06:01+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • The President

    E la sicurezza del centro commerciale?
    Ve lo dico io, che ci lavoro da quando ha aperto il centro. I vigilantes —– (dato non riportabile, per ovvie ragioni; in sintesi il lettore nel rispetto del diritto di critica contesta l’operato di quanti addetti ai controlli ed alla sorveglianza della struttura,ndr)


  • roma -----------

    Vorrei proprio vedere il figlio del ———————–


  • michele

    se fossi io il direttore l—————–


  • magico vento

    e sentiamo…. che poteva fare l’unico vigilante del ventro tra l’altro senza arma?


  • venderòtuttoaiCINESI

    questi ———–


  • LUPO SOLITARIO

    prima di fare critiche fate funzionare il cervello, sono guardie non armate non possono fare altro che telefonare alle forze dell’ordine


  • Salvatore CLEMENTE

    Giusto “Lupo solitario”.
    Ma anche se le guardie fossero state armate, davanti a 4 rapinatori armati già dentro la gioielleria, sfoderare l’arma sarebbe stato davvero pericoloso per la guardia e per tutti i clienti presenti.
    Di fronte ad un arma puntata, i rapinatori non gentiluomini come Lupin reagiscono sparando all’impazzata.
    Lasciate perdere i film americani, diversi ufficiali delle forze dell’ordine mi hanno riferito che addestrano a non mostrare armi in presenza di passanti/ostaggi perché si darebbe quasi sicuramente il via ad un conflitto a fuoco con conseguenze immaginabili per i presenti.
    State sicuri che tanto li prenderanno, negli ultimi anni le nostre forze dell’ordine hanno preso praticamente tutti gli autori di misfatti.


  • libero

    a giudicare siete tutti bravi…


  • Sudbestia

    Basta chiudere il centro commerciale…tanto anche gli stipendi dei dipendenti…——- (diritto di critica,ndr)


  • Colt special

    Caro presidente o come ti chiami.lavori nel centro e offendi il l’operato di chi sta all’interno..e magari prendi anche il caffè con loro..devi essere proprio una bella persona..peccato che nn hai messo il tuo vero nome..almeno ti avrebbero conosciuto…


  • Antonio

    Tanto ci sono le assicurazioni che coprono tutto!!!!!


  • mi faccio mantenere da mia moglie

    Perchè il carabiniere ha sparato col rischio di —–


  • LUPO SOLITARIO

    Condivido pienamente Salvatore, fino al 2005 ho fatto la scorta valori nel nord Italia e ne so qualcosa, chi fa questo è gente senza scrupoli in particolari quelli dell’est hanno il grilletto facile


  • max

    Questa gentaglia purtroppo la passa sempre liscia, e mentre le forze dell’ordine rischiano tutto e anche la vita, se vengono presi, vengono rilasciati a piede liberi in attesa di processo………..ma siamo in Italia! All’estero se la passerebbero veramente male.


  • Lavoratore

    X Presidente… É troppo bello nascondersi dietro ad una chat…firmati con il tuo vero nome e cognome così possiamo risponderti ad armi pari… Sicuramente stamattina non hai visto nemmeno l’1 % di quello che è successo perché eri a fare la ricotta con qualche collega di galleria…


  • Kink

    Ma perché non si trova mai di turno il vigilante —- (non pubblicabile,ndr)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This