Edizione n° 5343

BALLON D'ESSAI

CHEF // «Innamoratevi di questo mestiere», dalla Puglia l’appello ai giovani chef di tutt’Italia
20 Maggio 2024 - ore  15:19

CALEMBOUR

ESTATE // Trenitalia, al via il Frecciarossa notturno Milano-Lecce
20 Maggio 2024 - ore  15:26

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

No degli Usa ai brevetti del Dna umano

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
13 Giugno 2013
Cronaca // Scienza e Tecnologia //

(ph: http://i0.wp.com/www.ilfattaccio.org)
IL Dna umano non puo’ essere brevettato. Lo ha stabilito la Corte Suprema degli Stati Uniti. Per gli osservatori si tratta di una delle decisioni piu’ significative nell’era della medicina molecolare.

Secondo la decisione – presa all’unanimità dai nove ‘saggi’ della Corte Suprema – è possibile brevettare materiale genetico prodotto sinteticamente, mentre non è possibile farlo con i geni estratti dal corpo umano isolando il Dna. Gli osservatori parlano di un compromesso che apre nuove opportunità per lo sviluppo dei servizi diagnostici, compresa la possibilità di analizzare un maggior numero di geni in una sola volta. E parlano anche di una vittoria per medici e pazienti per i quali la possibilità di brevettare il Dna umano interfersce con la ricerca scientifica e medica. La decisione nasce da un caso riguardante alcuni brevetti in della Myriad Genetics

Una vittoria della trasparenza: così giudica il ‘no’ degli Stati Uniti ai brevetti il genetista Giuseppe Novelli, dell’università di Roma Tor Vergata. “Non è possibile – ha detto – brevettare il Dna umano in quanto non è possibile brevettare la materia vivente”. Quello che è possibile brevettare, ha osservato, “é la materia ottenuta in modo artificiale”. Potrebbe essere questo, per esempio, il caso delle cellule staminali ottenute da organismi chimera, ossia da organismi che in nature non esistono. E’ anche il caso degli organismi che in futuro potranno essere costruiti in laboratorio grazie alla biologia sintetica.

Come da tempo accade in Europa, dove è stato detto un esplicito ‘no’ alla possibilità di brevettare il Dna umano, anche negli Usa gli unici brevetti possibili saranno d’ora in poi quelli che riguardano i metodi con i quali si analizza il materiale genetico, come le tecniche per ottenerne la mappa. I brevetti, ha proseguito Novelli, possono costituire un serio ostacolo alla ricerca poiché possono impedire o rallentare l’accesso ai dati scientifici.

Fonte ANSA

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.