Manfredonia
10 Motopescherecci hanno partecipato a un progetto sperimentale europeo "CLEAN SEA LIFE" di un solo giorno

Plastica in “rete” dei pescatori di Manfredonia

Manfredonia è stato il quarto Comune a partecipare a questa iniziativa dopo Porto Torres, Rimini, San Benedetto


Di:

Manfredonia, 13 luglio 2018. Il 12 Luglio 2018 è una data da ricordare nella marineria di Manfredonia. 10 Motopescherecci hanno partecipato a un progetto sperimentale europeo “CLEAN SEA LIFE” di un solo giorno. Tale progetto ha previsto nella pima fase: la raccolta durante una battuta di pesca dei rifiuti dispersi in mare; nella seconda fase: conferimento a terra e differenziazione e caratterizzazione da parte degli operatori del progetto.

Dopo questa iniziativa ci verrà consegnato un codice “dei rifiuti” affinché in seguito li possiamo conferire a terra senza essere sanzionati (parole dell’assessore all’ambiente Innocenza Starace).

Manfredonia è stato il quarto Comune a partecipare a questa iniziativa dopo Porto Torres, Rimini, San Benedetto.

Anche se questa dimostrazione è stata solo per un giorno serve a far risvegliare le coscienze difronte a un fenomeno (sconosciuto ai nostri padri) che si estende sia nei fondali marini che sulla superficie delle acque creando addirittura le famose “ISOLE DI PLASTICA” che solo a vederle in TV fanno accaponare la pelle. Questi rifiuti giungono al mare attraverso i fiumi dell’Adriatico, la forza dei venti, le alluvioni le navi da trasporto, le aziende della mitilicoltura e l’incuria dell’uomo che abbandona lungo i margini dei fiumi conseguenza di una scorretta raccolta differenziata a terra.

MICHELE CONOSCITORE

Auspico che il progetto sperimentale diventi effettivo cofinanziato dalla regione e dallo Stato per lo smaltimento dei rifiuti perché essi non appartengono né ai pescatori e né ai Comuni che si affacciano sul mare ma sono di tutti-e. Tuttora la legge sulla pulizia dei fondali marini non è ancora chiara, si giunga al più presto a regolamentarla e che porti il nome di “Legge Vassallo” in onore del padre di questa nobile iniziativa praticata già a Pollica nel Cilento da “Angelo Vassallo Sindaco Pescatore“.

Oggi insieme ai miei colleghi pescatori abbiamo dimostrato di essere capaci di fare di fare unione, aggregazione per la salvaguardia dell’habitat marino nonostante le difficoltà della nostra marineria a cominciare dalla questione del Mercato Ittico.

Voglio ringraziare i miei amici pescatori: Nicola Nobile, Antonio Nobile, Nicola e Pasquale Guerra, Ciro e Luigi Castriotta, Ciro e Domenico Tattilo, Andrea e Matteo Fatone, Michele Basta, Giuseppe e Ciro Conoscitore.

Loro hanno subito detto SI’ a questa iniziativa senza esitazione, mostrando una grande sensibilità per la tutela dell’ambiente e la consapevolezza di vivere il mare come BENE COMUNE e conservarlo per le future generazioni.

Michele Conoscitore,

pescatore professionista di Manfredonia

Plastica in “rete” dei pescatori di Manfredonia ultima modifica: 2018-07-13T07:59:52+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Duosiciliano Patriottico

    Ottimo, il mare adesso è pulito. Quando riavremo invece le strade pulite, dopo oltre 2 anni di porcilaia a cielo aperto?


  • Italo Magno

    Bravissimi, questo si dovrebbe fare per rilanciare Manfredonia, utilizzare le tante risorse umane che ci sono in città. Ma chi è condizionato, moralmente e culturalmente, non può permettersi di fare scelte libere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This