CronacaFoggiaPolitica
Iaccarrino: “Onorato di essere rappresentato dallo scudocrociato, ma si votano i nomi”

“Alle primarie con i simboli di partito, come deciso dal tavolo regionale”

Joseph Splendido (Lega) spiega la discussione che ha diviso i partiti locali circa il facsimile di scheda


Di:

Foggia, 14 febbraio 2019. “Domani si terrà una conferenza stampa con il coordinatore regionale Andrea Caroppo. Sarà una riunione in cui, insieme ai 6 consiglieri comunali della Lega, si farà un accorato appello per andare a votare alle primarie e votare per noi”. Luigi Miranda, candidato sindaco del Carroccio a Foggia, ribadisce la sua ferma posizione circa la presenza del simbolo, accanto ai tre candidati, sulla scheda delle primarie. La consultazione si terrà il prossimo 24 febbraio, il dibattito è incentrato su chi considera prioritario contrassegnare il proprio nome con il rispettivo simbolo di partito, e chi non lo considera tale.

“Questo certo non pregiudica l’unità della coalizione perché, quando sarò il candidato sindaco, rappresenterò tutti- prosegue Miranda- abbiamo firmato un regolamento e io sono stato designato all’interno del mio partito. In ogni caso, i coordinatori regionali hanno evocato a sé qualunque decisione”.

Come lui, che già si vede proiettato verso la corsa alla fascia da sindaco, anche Leonardo Iaccarrino, candidato dell’Udc, esprime le sue ragioni: “Vincerò la gara, è Miranda che ha questo capriccio del simbolo. Vogliono così? Bene, sono onorato di essere rappresentato dallo scudocrociato, ma non sono i simboli che attraggono elettori in queste primarie aperte a tutti, bensì i nomi che ‘spostano’ il popolo”. Fate un giro di telefonate e vedrete le preferenze…”. Questo sondaggio, al momento, manca. Com’è noto, la corsa delle primarie riguarda anche il sindaco uscente Franco Landella.

Nella competizione fra almanacchi, Joseph Splendido, vice coordinatore regionale dei leghisti, dà già per assodato il facsimile della scheda in quanto “il tavolo regionale ha già deciso uguale procedura per Foggia, Bari e Lecce. Sul frontespizio i partiti a sostegno della coalizione senza il loro candidato. All’interno, nome del candidato identificato dal simbolo”. Siccome il tavolo foggiano sulla questione aveva avuto qualche perplessità, sembrava fosse rimandata, nuovamente, al confronto tra coordinatori, cui non partecipa l’Udc, che ha invece uno dei concorrenti alle primarie foggiane con Iaccarrino. Splendido aggiunge: “Io c’ero, la proposta leghista è stata accettata”. Comunque, nella prossima conferenza stampa presso la sede della Lega in viale 24 maggio prevista domani, Caroppo non si soffermerà su queste procedure: “Parlerà di altro”. Come dice Miranda, tirerà la volata alla Lega per le primarie. Intanto in città sono comparsi i manifesti elettorali, per sindaci candidati e per candidati alle primarie.

A cura di Paola Lucino,
Foggia 14 febbraio 2019

Redazione StatoQuotidiano.it

“Alle primarie con i simboli di partito, come deciso dal tavolo regionale” ultima modifica: 2019-02-14T19:13:18+00:00 da Paola Lucino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This