Manfredonia

Le armi chimiche affondate al largo della Puglia – VIDEO (amaraterramia)


Di:

Sommozzatori rilevano ordigni bellici (stes)

Sommozzatori rilevano ordigni bellici (stes)

Manfredonia – L’ISPRA ha messo a disposizione di tutti il documentario “RED COD Italia – Un arsenale sommerso”. Sui fondali di mari e oceani sono stati affondati residuati bellici e munizionamento, un pericolo per gli operatori della pesca e una sorgente di molecole nocive per gli ecosistemi marini.

RESIDUI BELLICI NEL GOLFO DI MANFREDONIAIL LIBRO DI GIANLUCA DE FEO, ‘VELENI DI STATO’, GLI STUDI PASSATI, I PRESUNTI RECENTI RITROVAMENTI NEL GOLFO DI MANFREDONIA – LE RASSICURAZIONI DEL COMUNE: NESSUNA PRESENZA DI ORDIGNI BELLICI – I LAVORI APPALTATI ALLA STES – L’allarme per gli ecosistemi mondiali e nazionali da parte degli studiosi Trevor Gilbert e Dagmar Etkin: L’ANTEPRIMA ANALITICA DI STATO (a cura di G.de Filippo)

Il progetto RED COD (Research on Environmental Damage caused by Chemical Ordnance Dumped at sea) ha indagato questi temi per contribuire, con dati e conoscenze, all’esigenza di porre rimedio alle conseguenze “sommerse” dei conflitti e dl rinnovo degli arsenali. Questo documentario di Marco Pisapia è stato realizzato nel 2006. Le aree interessate sono principalmente quelle del basso Adriatico e quindi della Puglia, in particolar modo Isole Tremiti (Pianosa), Vieste, Manfredonia, Molfetta e Bari, tutte località usate come discarica di armi chimiche dopo la seconda guerra mondiale.

Una decina di anni è stata inoltre scoperta una fabbrica tedesca segreta di armi chimiche (camuffata come fabbrica di birra) vicino Foggia. Il documentario cerca di dare un’ulteriore illustrazione della vicenda.

(Fonte amaraterra.blogspot.com, alla quale redazione va il ringraziamento della redazione di Stato)

VIDEO DOCUMENTARIO ISPRA

Le armi chimiche affondate al largo della Puglia – VIDEO (amaraterramia) ultima modifica: 2012-03-14T00:49:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This