EditorialiManfredonia
A cura di Pino Delle Noci

L’Italia della “pongolitica”

"Una ritrovata etica morale e politica capace di ripristinare e ridare il vero valore all’interesse pubblico e al bene comune"


Di:

La “pongolitica” è l’arte del trasformismo politico, quello dei facili costumi che mima la creatività dei bambini nel gioco di modellare la cera pongo. E’ anche la frontiera delle nuove democrazie per le quali i partiti hanno creato tanti “casini” candidando, di volta in volta, uomini e donne pronti a indossare casacche multicolore e millantare roboanti promesse.

Comportamenti, per la verita, consentiti in Italia dall’articolo 67 della Costituzione che recita: «Ogni membro del parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato». Un “Nobile” principio per una “Politica Nobile”.

Con la nascita della Repubblica nascevano i “Partiti”, luogo di confronto, a volta anche di scontro, in rappresentanza delle diverse categorie. Era il luogo dove si discuteva e si elaboravano proposte e progetti utili alla categoria di riferimento ma in un contesto di utilità Nazionale. Per i partiti nasceva così la necessità, dal livello locale a quello nazionale, di scegliere, coinvolgere e cooptare collaboratori di riconosciuta capacità e autorevolezza ai quali venivano poi offerte le candidature. Peculiarità che faceva diventare l’Italia laboratorio e fucina di menti e ingegni apprezzati e richiesti in tutto il mondo per le spiccate competenze e capacità in tantissimi settori.

L’impegno degli eletti, nei diversi ruoli, diventava più una questione di prestigio che di lavoro. Una dedizione durata quasi un ventennio, fino a quando gli uomini di partito, per conservare, gestire o conquistare il potere, adottarono due espedienti per garantirsi un futuro di privilegi e di impunità:   snaturarono il concetto di delega e sovvertirono  il “Nobile” principio dell’articolo 67 della Costituzione, al quale venne affibiata una interpretazione artificiosa.

Erano gli anni ’70 quando si manifestarono i primi fenomeni di corruttele: le aziende petrolifere che foraggiavano 5 ministri e lo scandalo Lockheed che vedeva implicato anche l’allora Presidebìnte del Consiglio.

Scoperchiate le prime pentole del malaffare, partiti e politicanti, per preservare privilegi e impunità adottarono altre strategie con i governi delle grandi coalizioni e delle larghe intese. Questi nel tempo hanno alimentato i “bisogni”, in modo particolare al sud, per assicurarsi  i serbatoi di voti pronti da utilizzare per le occasioni elettorale.

La frontiera delle moderne democrazie creando questi “casini”, si consente ad ogni eletto, al momento di comporre il governo, la libertà di scegliere il partito o la coalizione più adatta alle proprie esigenze. Ognuno cerca di dare forma e colore al governo che va definendosi e, sfoggiando la stessa creatività dei bambini impegnati nel gioco della cera pongo, di volta in volta, mutano le idee propagandate e indossano casacche di diversi colori. Nasce così la pongolitica”; la pratica che consente, dopo una serie di impasti, rimpasti, stiracchiamenti, cambio di forme e di colore, mescolamenti, palleggiamenti, aggiungendo di volta in volta un pò di rosso, di verde, di blù, di bianco, di ciclamino, di viola, di arancio e, perché no, anche un pò di nero, si trova la “quadra”. Il “fregaccio” è servito. Gli interessi delle parti sono sa garantite con il governo di un colore non identificabile che si rivela inutile, dannoso e lontano dal risolvere i problemi del paese.

Da oltre quarant’anni nei “tessuti” dell’Italia si è insediato un carcinoma rivelatosi difficile da debellare. Ogni possibile tentativo di individuare un antidoto capace di scalfire la cancrena dei reconditi e/o palesi interessi, privilegi e impunità, fa scattare reazioni d’imprevedibili conseguenze. La trattativa Stato mafia docet.

Si è molto accorti nell’ostacolare l’uso dell’antidoto capace di debellare il cancro della “pongolitica”. L’antidoto che trova la sua efficacia in una ritrovata etica morale e politica capace di ripristinare e ridare il vero valore all’interesse pubblico e al bene comune.

Pino Delle Noci

L’Italia della “pongolitica” ultima modifica: 2019-03-14T10:00:30+00:00 da Pino Delle Noci



Vota questo articolo:
19

Commenti


  • Reward

    Questo lo è diventato soprattutto dopo l’approvazione della nuova legge per l’elezione del sindaco.
    Infatti i partiti hanno perso il ruolo di protagonisti e di guida della politica mentre gli eletti hanno concentrato su se stessi ogni prerogativa.
    Snaturando l’essenza stessa del proprio ruolo a vantaggio della perpetuazione personale.


  • cittadino

    Non sono d’accordo con quanto detto da Reward, in quanto l’elezione diretta è la massima espressione del voto riconosciuto ad un elettore. Quello che non va e che a mettere i candidati sindacio sono sempre i partiti che al “loro” rappresentante eletto gli riconosce una sorta di aureola che guarda caso si scopre di non avere e/o peggio aver mai avuto, ma che in nome della pubblicità politica gli viene riconosciuta impropriamente. Di esempi se ne possono fare a centinaia basta solo vedere quanti eletti sono stati sotto processo e condannati…. bell’esempio di rappresentante degli interessi pubblici e del bene comune…. corrotti, ipocriti, demagoghi a cui senza alcun merito, neamche morale, gli viene messo addosso il vestito perfetto e pulito che fornisce la Costituzione: «Ogni membro del parlamento rappresenta la Nazione…..”, e non come dovrebbe essere il Popolo inteso come esseri che sicuramente pensavano di votare una persona per bene ….. almeno moralmente”

  • Cittadino sint a me candidati alle prossime elezioni a sindaco. Prrrrrr


  • antonella

    Testo condivisibile da sottoscrivere, sottolineo che un tempo, gli onorevoli eletti, macinavano chilometri passando il proprio tempo nelle sedi di partito a contatto diretto con i cittadini, prestando ascolto alle loro istanze, per capire le problematiche socioeconomiche esistenti di cui farsi carico, per rappresentare in parlamento con apposite leggi o emendamenti, di cui la comunità stessa beneficiava.
    Oggi gli onorevoli (molti disonorevoli)
    di certa politica, hanno delegato ai capibastone del proprio feudo, il dovere di assoggettare i cittadini e collettività, ottenendo in cambio, potere politico locale in ambiti diversi, talmente tanto potere, da poter decidere, appalti, incarichi, forza lavoro.ect.ect.
    La politica dei capibastone al servizio dei pongodisonorevoli.


  • cittadino

    Dopo quanto successo e sta succedendo, quella carica ti sta a pennello… perché solo un matto lo potrà fare e tu hai tutte le caratteristiche….


  • Bufanella Nuova

    ULTIME NEWS
    ————————————–
    Sondaggi: Fi in crescita E un voto su due premia il centrodestra. Il partito del Cavaliere al 12,5%, coalizione al 48,3%.

    BUFALONA: Fatela finito con queste fake news ridicoli.
    Invidiosi..rosicate fake news.
    Sola da 2 lire.
    ————————————–

  • Delle Noci ancora tu ma non dovevamo vederci più

  • Cittadino.Prrrrrrrrrrrrrrr senza fine


  • Matteo D'Angelo

    Correttezza e coerenza >>>>>>>>> “VINCOLO DI MANDATO”


  • Federico

    L’Italia dei comitati affari


  • cittadino

    Cappellaio matto, mi sai tanto di qualche altro soggetto…. puzzolente……


  • Nicola

    Maraschill, ca t vonn …!!! Se la tua maestra, venisse a sapere quello che scrivi…. Mo ti sei inventato ect ect, mah…. e cama fe …


  • Massimo S

    X Nicola

    Non hai capito niente, la bufalona ha starnutito.

    Non voleva scrivere ect ect,
    ma etcì etcì.

    O forse etciù etciù.

    In realtà, lei ha fatto E-e-e-etchùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùùù.


  • antonella

    Infatti ..ha inteso bene, vi starnutivo dritto in faccia, di solito quelli come voi,
    O meglio come il professore nano, servono come fazzolettino usa e getta.
    Non siete neanche riciclabili.


  • Luisa

    La bufalona si permette anche in lusso di prendere in giro gli altri per il loro aspetto fisico…..


  • Bufanella Nuova

    ULTIME NEWS 16/03/2019
    ————————————–

    BUFALONA: Posso chiedere Cosa rappresenta? Marasco un moscone e l altro la sostanza su cui i mosconi posano?

    Sondaggi: Fi in crescita E un voto su due premia il centrodestra. Il partito del Cavaliere al 12,5%, coalizione al 48,3%
    BUFALONA: Fatela finito con queste fake news ridicoli.

    Invidiosi..rosicate fake news
    Sola da 2 lire
    La fake news è ovunque
    ————————————–

    BUFALONA: CATASTO DI FOGGIA IL PERDONALE E’ LATITANTE

    Utente: Non credo proprio. Sicuramente c’era qualche assemblea sindacale, oppure la foto è stata scattata prima dell’inizio dell’orario di lavoro.
    Comunque ripeto, io ci vado quotidianamente e questa scena non l’ho mai vista.
    Provare per credere. Tra l’altro, l’articolo non è nemmeno firmato.

    Bufalona: Opinabile

    ——————————————-

    BUFALONA: ZINGARETTI NON E’ DIPLOMATO
    —————————————————————-
    Pinocchio, noto asinello…si è scherato con zingaretti segretario, lo ha fatto perché zingaretti ha solo la terza media?
    (Adesso chi spiega alla bufalara che la Licenza di Scuola Media Superiore è il diploma?
    Zingaretti ha conseguito la “Licenza di Scuola Media Superiore”, il diploma insomma.
    Si è iscritto all’università, e di certo non avrebbe potuto farlo senza diploma.
    Stesso titolo di studio di giggino il bibitaro.
    Stai a vedere che adesso la bufalona inizia a criticare il suo pupillo giggino l’incapace?)

    ————————–

    REGIONALI SARDEGNA

    Il m5s è il primo partito..non accazzaglia di civette.
    (Vabbè, accazzaglia??.
    L’italiano è quello che è, ma anche in matematica qui siamo messi molto male….primo partito???.)

    Voti ai singoli partiti:
    – PD 13%
    – Lega 12%
    – FI 10%
    – M5S 9%

    (E poi il giorno dopo, quelli del presunto primo partito aprono alle liste civiche “accazzaglia” di civette.
    Chissà, magari anche manfredonia vecchia è una lista civica che farà “accazzaglia”.)
    ————————————————————————————————

    IL PROGRAMMA POLITICO
    —————————————

    Ragazzi niente insulti..rispettiamo le scelte di ognuno..non c è bisogno di offendersi.

    1 – Rosicate,
    2 – prode il sedere (sarebbe prude, ma vabbè),
    3 – zecche rosse,
    4 – pidocchi
    5 – lecchini,
    6 – pomata,
    7 – malox,
    8 – é colpa del sindaco
    9 – é colpa del Pd,
    10 – è colpa Renzi

    (Il programma politico di Manfredonia Vecchia in 10 punti.
    Come potete vedere, ricchissimo di idee e molto costruttivo.)

    Tutti gli iscritti a Manfredonia Vecchia sono tenuti a condividere tutti i giorni su facebook i suddetti punti.

    Tra un post e l’altro sono consentiti:
    1- post contro gli immigrati
    2- auguri (per festività e ricorrenze varie)
    3- foto di dolci e pietanze varie
    4- gigginate varie ed eventuali

    5- NOVITA’: Salvini ci stà fregando, diminuire del 30% i post contro gli immigrati ed aumentare quelli contro Salvini
    ———————————————————————————-

    IL RISPETTO PRIMA DI TUTTO
    ——————————————–

    Impara..consentimi di dirtelo..che chi offende è gia in difficolta di suo.
    Renzi a fan culo devi andare e portati il cane martina.

    ———————————————————————————-

    INCOMPRENSIBILI
    —————————

    Cerano una volta gli analfabeti (cerano nel senso che avevano la cera, forse. Boh).

    Davvero? Se lo dice la pd allora siamo a posto!

    Parola d’ordine
    “Violeza”.

    Profezzia

    Dognità

    ect.ect


  • Nicola

    Ahahahah, troppo forte Massimo S. In realtà avevo inteso tutt’altra cosa. Ect è una terminologia che sta a significare ….. Comunque complimenti e ect ect ect. Ahahahahahah. CA T VONN ….


  • Stefania

    Vergognati Antonella, utilizzare il body shaming è una pratica …..


  • Massimo S

    X Nicola

    Si, so cosa intendevi, cercavo di giustificare la bufalona sperando che uno starnuto improvviso avesse causato il suo errore, ma niente, si è incazzata😂😂😂 e di è messa ad insultare😂😂😂.

    Che poi era quello che volevo😂😂😂, far venire fuori la bufalona che è in lei😂😂😂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This