Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

VIAGGI Puglia isolata, tornare a casa diventa un lusso: un volo da Roma a Bari costa 450 euro

Il volo cancellato dall'aeroporto di Brindisi da e per la Capitale creano non pochi disagi agli utenti

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
14 Marzo 2024
Bari // Cronaca //

BARI – Puglia più vicina a Istanbul, Atene, Barcellona, Dubrovnik, Malaga, Katowice, Rodi, Tirana e Tolosa. Ma non a Roma.

Tornare in Puglia dalla capitale è diventato un vero e proprio lusso. Il volo cancellato dall’aeroporto di Brindisi da e per la Capitale creano non pochi disagi agli utenti.

Il biglietto aereo per rientrare in Puglia da Roma – via Bari – per questo pomeriggio costa 450 euro.

Un prezzo non sostenibile per chi deve viaggiare per lavoro o per svago.

La denuncia

La denuncia arriva via social da Dario Stefàno, già senatore, che accende ancora una volta i riflettori sul problema trasporti: «Si tratta di una vera e propria anomalia, questa del caro voli in Puglia e nel sud, a cui si associano anche i “pochi voli” dal momento che, da tempo, per raggiungere Roma il martedì mattina, bisogna andare a Bari perché Brindisi è senza proposte, così come per tornarci – scrive in un lungo post sui social –

È un’Italia spaccata a metà, dove un intero pezzo di territorio viene sacrificato a marciare in modo ridotto e dove, per competere, deve fare il triplo degli sforzi rischiando di rinunciare a giocare la partita dello sviluppo».

Fonti verificate: quotidianodipuglia.it //

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.