Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

NEVIO Bimbo morì per disidratazione, Asl Taranto risarcirà un milione

L'Asl di Taranto dovrà risarcire con un milione di euro i genitori del piccolo Nevio, il bimbo di un anno morto nell'estate 2013 all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
14 Aprile 2024
Cronaca // L'inchiesta //

ansa. L’Asl di Taranto dovrà risarcire con un milione di euro i genitori del piccolo Nevio, il bimbo di un anno morto nell’estate 2013 all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto.

Lo comunicano i legali della famiglia, gli avvocati Mario Soggia e Massimo Saracino, riferendo anche uno stralcio della sentenza della giudice Annagrazia Lenti della sezione civile del tribunale di Taranto: “Qualora i sanitari avessero disposto il ricovero ospedaliero del paziente già in occasione del primo accesso al Pronto Soccorso ed avessero quindi attivato da subito le procedure di reidratazione per via endovenosa, le condizioni di salute del bambino non sarebbero ulteriormente degenerate e quindi non sarebbe deceduto per arresto cardiaco”.

In una lunga ricostruzione della vicenda, i legali evidenziano che il bambino è deceduto per disidratazione da gastroenterite e il tribunale di Taranto ha riconosciuto il nesso di causalità tra la condotta dei sanitari dell’ospedale e il decesso del bambino.

La vicenda giudiziaria prende il via da una vacanza dell’estate 2013, quando una famiglia italiana (padre, madre ed il loro piccolo di appena un anno), che per ragioni lavorative viveva stabilmente in Germania, decise di trascorrere le vacanze estive nel paese d’origine al mare, nella zona di Chiatona.

Lo riporta l’Ansa.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.