Manfredonia

Comparti, giubilo per modifica art.29 ma urbanizzazioni ferme (XXXVII)


Di:

L'assessore M.Palumbo durante la seduta di Consiglio comunale dell'11.02.2013 (statoquotidiano@)

Manfredonia – IL Consiglio Comunale lo scorso 11 febbraio si esprimeva con parere favorevole dando immediata esecutività all’accapo relativo alla “Convenzione urbanistica dei comparti edificatori CA1, CA2, CA4, CA5, CA9 – Modifiche e integrazioni art. 29″.

Ricordiamo che l’”articolo 29” delle Convenzioni dei Comparti succitati, stabilisce che “gli atti finali di assegnazione possono essere stipulati solo dopo che le Cooperative consorziate avranno richiesto ed ottenuto il certificato di abitabilità dei locali di casa oggetto di assegnazione”.

L’assessore all’urbanistica Matteo Palumbo durante la seduta di Consiglio dell’11 febbraio 2013: “la modifica metterebbe sullo stesso piano edilizia privata ed edilizia residenziale pubblica; i primi possono andare avanti in modo autonomo, mentre le cooperative sono vincolate al rilascio dei certificati di agibilità che lo si può ottenere solo con il completamento delle urbanizzazioni, è il classico caso del cane che si morde la coda”. Il Consiglio comunale non può non esprimersi favorevolmente, la garanzia ci arriva con la polizza fidejussoria; – concludeva prima del voto – “La mancata urbanizzazione dei comparti residenziali costituisce un motivo di sofferenza quotidiana per l’Amministrazione comunale. La modifica dell’articolo 29 non muterà il nostro atteggiamento proteso al completamento delle opere che ancora devono essere realizzate”.

Il Consiglio Comunale deliberava “di apportare alle Convenzioni urbanistiche in premessa indicate la modifica all’art. 29 nei termini suddetti; di dare mandato al Dirigente del VII Settore di provvedere alla sottoscrizione degli atti modificativi delle Convenzioni citate; di approvare il testo definitivo dell’art. 29 modificato”.

Il Dirigente del VII Settore ha provveduto alla sottoscrizione degli atti modificativi delle Convenzioni dei Comparti CA1, CA2, CA4, CA5 e CA9? Se non sono state modificate perché ci sarebbe stata un’ipotetica inerzia della PA dall’11 febbraio sino ad oggi?

Si vuole porre l’attenzione sull’art. 43 delle Convenzioni dei Comparti CA1 e CA2 e l’art. 42 delle Convenzioni dei Comparti CA4, CA5 e CA9, i quali prevedono che “il rilascio del certificato di ultimazione dei lavori dei singoli fabbricati è subordinato alla realizzazione delle urbanizzazioni primarie e dei relativi allacciamenti afferenti il lotto per il quale il certificato sia stato richiesto, nonché all’osservanza di tutte le prescrizioni contenute nei relativi permessi di costruire. Il rilascio del certificato di agibilità delle singole costruzioni avverrà nei tempi e con le modalità previste dalle normative vigenti e a condizione che le opere di urbanizzazione realizzate costituiscano stralcio funzionale di quelle autorizzate”.

Ebbene, pur avendo modificato l’art. 29 delle Convenzioni dei Comparti CA1, CA2, CA4, CA5 e CA9, ma non modificando l’art. 43 delle Convenzioni dei Comparti CA1 e CA2 e l’art. 42 delle Convenzioni dei Comparti CA4, CA5 e CA9, che come innanzi riportato, subordinano il rilascio del certificato di ultimazione dei lavori “alla realizzazione delle urbanizzazioni primarie e dei relativi allacciamenti afferenti il lotto”, quindi gli atti finali di assegnazione comunque non possono essere stipulati (e non solo per le Cooperative consorziate ma anche per i privati) fino a quando non si realizzano le urbanizzazioni primarie ed i relativi allacciamenti
dei lotti.

Intanto, le Urbanizzazioni primarie sembrerebbero ferme e, conseguentemente non sarebbe possibile realizzare gli allacci ai lotti, i consorzi attribuiscono l’impasse alla P.A. nonché alle imprese esecutrice dei lavori, che a loro volta rimandano al mittente le accuse, sta di fatto che coloro che hanno fatto sacrifici per poter acquistare una casa per vivere serenamente una vita, oggi si ritrovano come spettatori di un film che ci auguriamo termini al più presto.

E’ solo una questione di stile.

(A cura di Carleo Santi Pinto)

Comparti, giubilo per modifica art.29 ma urbanizzazioni ferme (XXXVII) ultima modifica: 2013-06-14T19:13:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
29

Commenti


  • giiuanumunicip

    oggi si ritrovano come spettatori di un film … già visto per altre lottizzazioni… che aspettano ancora il completamento delle urbanizzazioni anche se secondarie…. E’ sempre la stessa storia… e guarda caso i soggetti in campo sono sempre gli stessi… che alla fine, nonostante tutto regolamentato e convenzionato, paradossalmente si addossano le accuse… c’è dachiedersi a che servono la convenzioni edilizie e relativi progetti di zonozzazione ecc….
    Questa è politica… quella —!!!!


  • marco

    nel CA1 e CA2 ci stiamo distruggendo le auto.
    Fino ad oggi non sono stati nemmeno capaci a chiudere le VORAGINI con almeno un po si stabilizzato.
    VERTGOGNA


  • Rick

    Vi ricordo che si era in campagna elettorale.
    Le urbanizzazioni non si ultimeranno in tempi brevi e la legge pagherà lo stesso le tasse dalla Tares all’IMU.
    La fidejiussione non serve a nulla non la riscuoteranno mai anche perchè è assicurativa e l’assicurazione non le esborsa facilmente.
    Io che vivo lì sono costretto a subire la beffa oltre al danno, corrente di cantiere che tra un po ci verrà tolta quindi rimarremo col cerino.
    Stiamo ancora pagando il preammortamento, ma questo ai signori di palazzo s. Domenico non importa nulla. Col caldo la polvere che si alza dalla strada è tanta e ad essa si aggiunge quella della cava che purtroppo è ancora lì anche se a detta degli operatori doveva essere già chiusa.
    Mia moglie a volte è costretta a lavare i panni due volte con ovvio doppio consumo di tutto. Quando tira vento poi non vi dico, meglio barricarsi.
    Poi si aggiunge che per comprare i primi generi alimentari dobbiamo usare il mezzo..insomma un vero casino. Praticamente tiriamo a campare, altro che vivere la vita.
    Giusto per ultimare il mio piccolo sfogo se qualcuno volesse acquistare può contattare la redazione a cui do il mio consenso ed un plauso per il lavoro che svolge.
    Rick

    PS Ovviamente non essendoci linea telefonica si va avanti con la chiavetta


  • Redazione

    A Lei, a disposizione, a presto; Red.Stato


  • W la Rai

    Ma serenamente pongo una domanda: tutti quelli delle cooperative sono in regola con i pagamenti, in modo da potere dire di avere fatto sacrifici per vivere serenamente?


  • mikele

    Sicuramente Marco ha ragione… anch’io sto sfasciando l’auto!!! PROVVEDETE.


  • un sipontino

    Spett.le Redazione di STATO QUOTIDIANO,
    Sono un lettore dei blog locali e spesso intervengo ,nei dibattiti che ne conseguono.
    Attento alla Cronaca locale e a quanto avviene,quotidianamente,di bello e di brutto,nella nostra città.
    Perché vi scrivo?Da dopo le festività pasquali,sono ripresi ,su due fronti,i lavori di risistemazione del Corso.
    A parte le lungaggini dei lavori che,in altre città,vengono portati a termine,in tempi più brevi,nelle arterie principali,ho notato quanto segue:
    )Mentre per tutto il Corso e fino alla Chiesa della Stella Maris,per la parte centrale sarà utilizzata il basolato in pietra lavica,già esistente,per il tratto del Corso compreso tra Via Stella e Via dell’Arcangelo,saranno utilizzati lastroni che,solo nel colore,richiamano la pietra lavica.
    Fin qui ,nulla da eccepire,solo che…….chi ha progettato i lavori ed in minima parte, la ditta esecutrice,SONO A CONOSCENZA della DURATA e CONSISTENZA dei suddetti lastroni?Da quanto visto in altre città,la durata e quindi la consistenza di tali lastroni,come suol dirsi ,è e sarà,da NATALE A SANTO STEFANO,a meno che, NON SARA’ RISERVATO….. , a pedoni ultraleggeri e soprattutto VIETATO ai mezzi a quattro ruote.Il che significa anche che gli esercizi commerciali,non potranno,in ogni caso,essere riforniti di prodotti destinati alla vendita.A meno che,altra SCIAGURATA IPOTESI,in tale tratto,qualche Azienda non prenderà l’appalto della MANUTENZIONE CONTINUA e quindi SPERPERO DI DENARO PUBBLICO,che,che………..,in un periodo di magra e crisi,come quello attuale,credo non debba accadere.
    In attesa di chiarimenti dai responsabili,in primis dal progettista e dall’Ufficio tecnico,ringrazio e cordialmente saluto
    Un sipontino
    N.B.Questo mio scritto vi viene inviato in una discussione che nulla a che fare con questa mia osservazione.Lo faccio per mantenere l’anonimato e perché,come già scritto in altri post,a Manfredonia,per chi non ha un lavoro,autenticamente libero,non vige la DEMOCRAZIA.


  • keoma

    SIG. PALUMBO E SOCI DEL COMUNE, VERGOGNATEVI. (il lettore, che comprenderà le motivazioni della nostra moderazione, si interroga sul concreto operato dell’Amministrazione relativamente al tema in oggetto, ndr) NIENTE DEI NOSTRI SACRIFICI, LA LEGGE DI QUA LA LEGGE DI LA. VOI NON SO PER QUALE MOTIVO CI STATE PORTANDO ALL’ESASPERAZIONE. SE NON SIETE CAPACI DI GESTIRE QUESTE SITUAZIONI, DIMETTETEVI SIAMO STUFI DI QUESTA POLITICA DI M…A. Per la redazione, per cortesia non censuratemela.


  • anonimo

    perchè mai il prof palumbo dovrebbe vergognarsi? lui sta comodo, mica è suo il problema


  • luigi

    marco hai ragione. è una vergogna. un camion di stabilizzato costa 20 euro. con 4-5 camion si chiudono tutte le buche. con tutte queste imprese che ancora lavorano è possibile che non riescano a far chiudere le buche? adesso faremo una colletta mettiamo 2-3 euro a famiglia e le chiudiamo noi.


  • ubanaiul

    non solo il prof. Palumbo stà comodo là stanno tutti comodi e dei problemi della gente se ne fregano,attenzione perchè questa è una tattica politica vera e propria,prendono tempo per avere fra un pò argomenti su cui stilare la loro campagna politica.Mica fessi.E noi dobbiamo attendere.


  • marianninaucalannarje

    Perchè la Redazione non ha preso in seria considerazione,anche se l’ha pubblicata,la lettera scritta da un sipontino?Io penso che sia un altro di quelle situazioni che ,tanto per cambiare,sanno di giochetti politici e del dover dare,a chi li ha sostenuti,alle votazioni,il contentino economico.Sarebbe una vera iattura se,quanto scritto da un sipontino,fosse vero.Uso il condizionale in quando non ho elementi per confermare quanto scritto.mi preoccuperebbe solo una cosa:Dopo tanti soldi spesi e disagi,si tornasse a camminare su “chianche”spezzate!Perchè la Redazione non si fa carico di un serio approfondimento dell’argomento trattato dalla su citata lettera?Saluto.


  • Trotta gino

    Le strade nessuno sa se e quando le faranno. Addirittura nel ca1 hanno persino sbagliato marciapiedi. Comunque almeno le buche, dico almeno le buche le vogliamo chiudere? la commissione tecnica del comune qualxhe giorno fa ha percorso quelle strade tra l’altro gia intitolate, ed è possibile che non abbiano constatato lo stato penoso? Un aappello al comitato dei cpmparti di Clemente, invece di pensare alle antenne pensate alle strade almeno da renderle percorribili.
    Grazie


  • giiuanumunicip

    Stanno comodi…. fino a quando una certa dea con la bilancia, residente in Foggia, ha gli occhi —chiusi… per non vedere certi comportamenti che a parere non riflettono alcun interesse generale e/o pubblico che dir si voglia.


  • anonimo

    uno che percepisce ogni mese doppia entrata (pensione e indennità) sta comodo perchè dovrebbe interessargli devi poveri cristi? e magari da buon cristiano ogno domenica si lava la sua anima in chiesa


  • Salvatore Clemente

    X Trotta Gino:
    da persone intelligenti ci si aspettano critiche intelligenti e coerenti.
    Le pare coerente criticare l’operato di un’associazione, fatta di persone che ci mettono la faccia e tanto impegno, se lei poi non ne fa parte, pur essendo interessato dai problemi che ci accomunano?
    In secondo luogo, giudica intelligente affermare che la nostra associazione (non è un comitato) si occupa solo delle antenne? Non le pare di essere riduttivo nell’argomentazione ed offensivo nei nostri riguardi?
    Sull’antenna abbiamo preso una posizione e proposto azioni condivise a cui nessuno ha dato seguito, forse perché il manfredoniano classico è capace solo di fare bla bla.
    Chi aderisce alla nostra associazione decide di dimostrare un atteggiamento differente.
    Lei non lo sa, ma quotidianamente ci muoviamo, scambiandoci informazioni, producendo richieste e documenti, facendo pressioni, partecipando a riunioni. Proprio domani abbiamo un importante incontro ed io prenderò un giorno di ferie per parteciparvi senza secondi fini. Dato che i problemi del mio comparto sono molto inferiori a quelli del suo, non le pare che se avessi pensato solo alle antenne domani sarei andato al mare con la mia famiglia?
    Ora ritengo che una persona civile, coerente ed intelligente abbia l’obbligo morale di partecipare a forme associative per risolvere i problemi che lo attanagliano.
    Per cui mi auguro di vederla un giovedì (dalle 19:30 alle 20:30) presso la sede sociale (Piazzale Tiziano 21/A) per registrare la sua iscrizione, indirizzare il suo sdegno verso chi ha responsabilità nella vicenda comparti, e proporsi disponibile ad attivarsi per far risolvere tutte le criticità (prima fase) e promuovere il benessere dei residenti con altre iniziative (seconda fase).


  • Trotta gino

    X Clemente
    Un associazione definita dei COMPARTI dovrebbe tutelare e non solo i consociati. Non è un attacco personale e ne tanto meno ho offeso nessuno. Poi se tu ti senti cosi offeso sarà forse per la debug della questione ANTENNA? dove forse senza interpellare i residenti avete azzardato ipotesi e sentenze tecniche per poi essere ripresi da chi lo ci vive?
    Avete mai affrontato il problema strade dissestate con buche e mancanza non dico di bitume ma di asfalto?
    Eppure dovrebbero essere i primi problemi ad essere risolti: le strade


  • Salvatore CLEMENTE

    X Trotta:
    se sai commentare questo forum, sapresti anche digitare su google “noi manfredonia” e premere sul tasto di ricerca (oppure premere “invio” sul tuo pc”. Non ti resta che farlo e leggerai tutti gli argomenti di cui abbiamo parlato, tutte le interviste che abbiamo rilasciato, note stampa inviate, documenti prodotti e pubblicati.
    Ci siamo esposti e resi antipatici ai potenti, eseguito ricerche, prodotto documenti, dedicati alle adempienze amministrative, impegnando centinaia di ore di lavoro. Tutto come volontari senza percepire un centesimo nemmeno indirettamente.
    Se poi sei pigro a leggere, prenditi 8 minuti di tempo visualizzando la clip che abbiamo realizzato e che mostra i pericoli presenti nei comparti:

    http://www.youtube.com/watch?v=SgwzDLxBNkQ

    Appena avrai seguito le mie istruzioni prendendo visione di tutto il lavoro prodotto per svariate questione e per difendere anche i tuoi diritti e le tue aspettative, capirai perché è da ritenersi offensivo affermare che l’associazione Noimanfredonia si dedichi solo alle antenne.
    Per tornare all’argomento antenna, dato che insisti, si è reso necessario intervenire perchè stavano accostando l’operato di chi rifiuta l’installazione con la nostra associazione.
    Ogni socio può tenere la sua posizione, ma come associazione le scelte e le azioni vanno concordate collegialmente secondo modalità democratiche e programmatiche che non venivano soddisfatte con l’azione delle persone a cui siamo stati accostati.
    Ora torniamo a te.
    Io risponderò alle critiche ed agli insulti e la nostra associazione proseguirà stoicamente a battersi civilmente e democraticamente per i diritti e le aspettative di tutti gli acquirenti di immobili nei comparti.
    Rappresentiamo 93 famiglie. Ottimo risultato per un paese di chiacchieroni che aspettano che siano gli altri a muoversi. Ecco perché penso che stiamo impegnandoci a modificare la nostra mentalità.
    Ma troppo pochi considerando che siamo almeno il quadruplo di famiglie ad aver acquistato casa nei comparti.
    Quindi scegli da che parte stare: chiacchieroni oppure reazionari?
    Di seguito trovi il link che ti rimanda al nostro blog, ancora in fase primordiale. Trovi anche i nostri riferimenti. Ti aspetto!!!
    http://noimanfredonia.blogspot.it/

  • Buongiorno a tutti,vorrei capire il giornalista dove le ha prese queste notizie,non rispondo in parte alla verita’!!! Salvatore Di Trani.


  • Redazione

    Buongiorno sig. S.Di Trani,
    a disposizione per una sua replica a quanto indicato, nel rispetto del diritto di cronaca; grazie; può inviarla a: segreteria@statoquotidiano.it – Grazie, buon pomeriggio; Red.Stato


  • Trotta gino

    Clemente però stai calmo. Non esagerare. Seno ti rendi ancora più antipatico più di quanto TU dici di essere diventato.
    Pertanto torna a terra, e spero non in strade non asfaltate e piene di buche


  • Redazione

    Calma, cortesemente, con certezza l’auspicio sulla tematica è comune; grazie; Red.Stato


  • vito

    x di trani: cosa non corrisponde alla verità? Visto che non lo dice. L’articolo trascrive semplicemente quanto riportato dall’articolo 29 che da altri articoli della convenzione menzionati nell’atto della delibera del consiglio comunale. E non credo che non sia vero che le opere di urbanizzazione siano ferme.
    Speriamo che il suo intervento non sia volto a mascherare invece le verità….


  • Salvatore CLEMENTE

    X Trotta:
    per evitare sterili polemiche, ti invito a parlarne di persona così emerge se i piedi a terra ce li abbiamo noi che lottiamo per tutti, te compreso.


  • ceunsolocapitano

    trotta non ti offendere ma mi sembra di vedere il film di totò,, armiamoci e partite io vi raggiungo dopo,, il signor clemente fa quello che puo fare ma tu cosa fai?


  • aldo

    a ke serv sta associazion?
    nan fatt nint fine e mo
    cann risult?
    nint, sckitt kiakker


  • Salvatore CLEMENTE

    X Aldo:
    ti ricordo che non siamo noi a poter risolvere le criticità.
    Quello che potevamo fare era mettere a conoscenza gli interlocutori della vicenda e fare su di loro le adeguate pressioni.
    Prova a chiedere ai presidenti dei consorzi ed all’amministrazione comunale se non abbiamo fatto niente.
    Poi ne riparliamo.
    Intanto sono curioso di chiedere cosa stanno facendo tutti gli altri che subiscono i disagi.
    Se anche tu hai comprato nei nuovi comparti, puoi iniziare unendoti a noi.
    Ripeto che più ne siamo e più siamo rappresentativi.
    Poi io non sono il dittatore dell’associazione, ogni decisione viene concordata e vi è ampio spazio per le opinioni e le proposte di tutti.
    Spesso la mia opinione è in minoranza e non mi permetto di farla prevalere sulla maggioranza.
    Ti chiedo di visitare il nostro blog:
    http://www.noimanfredonia.blogspot.it/
    Ci trovi anche i nostri riferimenti.


  • ceunsolocapitano

    salvatore clemente grazie x quello ke fate uso una metafora purtroppo chi vede la partita appena magari senza pagare pensa che tu possiedi la bacchetta magica oppure sono nostalgici di GOLDRAKE


  • Salvatore Clemente

    Grazie c’e’ solo un capitano. Invito anche te a visitare il nostro blog,leggere lo statuto e,se ti senti rappresentato,associarti a noi manfredonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This