Edizione n° 5402

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

MALTEMPO Nubifragio sul Gargano: si fa la conta dei danni

Gli effetti del violento nubifragio sono ancora evidenti e continueranno a farsi sentire per le prossime ore. Tra i comuni maggiormente colpiti c'è Vico del Gargano.

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
14 Giugno 2024
Cronaca // Gargano //

Gli effetti del violento nubifragio che si è abbattuto ieri sera sul Gargano Nord sono ancora evidenti e continueranno a farsi sentire per le prossime ore. Tra i comuni maggiormente colpiti c’è Vico del Gargano.

La strada provinciale Vico-San Menaio-Calenella è stata riaperta nella tarda serata di ieri, ma molte strade comunali nel territorio di Vico del Gargano rimangono chiuse al traffico. Oggi è ancora in vigore il divieto di transito per le strade comunali Scaramuzzo, Montelongo, Passarella, Via Valle delle Noci, Via del Carbonaio, Via San Michele, e per le strade comunali Particchiano e Chianche Lisce.

Per motivi di sicurezza, il sindaco ha disposto anche la chiusura del cimitero comunale nella giornata di ieri.

Il nubifragio ha causato danni significativi anche a Vieste, dove il concerto e lo spettacolo pirotecnico previsti per la festività di Sant’Antonio sono stati annullati. La solenne processione è stata rinviata a domenica, come comunicato dal Comitato Festività Sant’Antonio da Padova.

Le squadre di protezione civile ‘Pegaso’ e i volontari Gev sono intervenuti in diverse zone del comune garganico: in Piazza Santa Maria, Contrada Petto, Contrada Santo Stefano e Contrada Costella per la rimozione di alberi caduti. Inoltre, in Località Piano Grande è stata utilizzata un’idrovora per gestire gli allagamenti, mentre in Via Sant’Eufemia un tratto di asfalto è ceduto, richiedendo ulteriori interventi.

Lo riporta Foggiatoday.it

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.